Skip to main content

Android 12: data di uscita, nuove funzioni e compatibilità

Android 12
Android 12 (Image credit: Google)

Android 12 è stato annunciato ufficialmente durante l'evento Google IO 2021 del 18 maggio scorso, ma al momento non è ancora possibile scaricarlo. Ci sono tante novità tra cui spicca un'interfaccia utente completamente rinnovata, ma gran parte degli utenti Android dovranno attendere la fine del 2021 per scaricare la versione definitiva.

Nel frattempo la versione beta del sistema operativo del robottino ha mostrato il nuovo sistema di notifiche, un supporto migliorato per gli screenshot, nuove funzioni per l'utilizzo con una sola mano e molto altro.

Android 12 è il sistema operativo Google che andrà a sostituire Android 11 e, stando a quanto afferma Google, si tratta dell'aggiornamento più importante nella storia di Android.

Se avete uno smartphone della linea Pixel (da Pixel 3 in poi),  Xioami Mi 11, OnePlus 9 o un Nokia X20, potete già accedere alla beta di Android 12. Vista la probabile data di lancio siamo certi che il nuovo Google Pixel 6, che dovrebbe arrivare tra settembre e ottobre, sarà il primo smartphone equipaggiato con Android 12. 

L'aggiornamento dovrebbe arrivare prima sui nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro, mentre gli altri utenti Android, come di consueto, dovranno attendere le versioni personalizzate dai produttori.

In questo articolo abbiamo raccolto tutte le informazioni disponibili su Android 12, comprese le nuove funzioni presentate durante l'evento Google IO, e continueremo ad aggiornare la pagina per fornirvi le ultime novità sull'attesissimo sistema operativo Google.

Android 12: dritti al punto

  • Che cos'è? Il prossimo grande aggiornamento di Android
  • Quando esce? Probabilmente a settembre
  • Quali sono le novità principali? Nuova UI 
  • Quanto costa? sarà gratuito!

Android 12: data di uscita

Android 12 è stato presentato durante l'evento Google IO 2021 ed è già disponibile in versione beta su diversi dispositivi di vari produttori tra cui Oppo, Nokia, OnePlus, Xiaomi, ZTE, Asus, TCL e iQOO, oltre che su tutti i Pixel.

La versione finale di Android 12 dovrebbe arrivare tra settembre e ottobre, anche se inizialmente sarà disponibile solo sugli smartphone della gamma Pixel.

Il discorso cambia per gli smartphone di altri produttori che, come visto in passato, potrebbero ricevere l'aggiornamento a mesi di distanza dal lancio ufficiale, motivo per cui non sorprenderebbe se alcuni modelli venissero aggiornati nel 2022.

Android 12 compatibilità

Android 12 sarà disponibile per gran parte degli smartphone usciti negli ultimi due anni, anche se in base ai modelli potrebbe volerci più o meno tempo. Di certo tra i primi dispostivi a ricevere l'aggiornamento ci saranno i Pixel, probabilmente da Pixel 3 in poi.

Facendo riferimento alla beta, abbiamo stilato una lista di smartphone compatibili per aiutarvi a capire se e quando il vostro smartphone riceverà l'update.

  • Da Pixel 3 a Pixel 5 (incluse le serie A e XL)
  • Oppo Find X3 Pro
  • Nokia X20
  • OnePlus 9 / 9 Pro
  • Xiaomi Mi 11 / 11 Ultra
  • Xiaomi Mi 11i / 11X Pro
  • ZTE Axon 30 Ultra (solo versioni cinesi)
  • TCL 20 Pro 5G
  • Asus Zenfone 8
  • Realme GT
  • Vivo iQOO 7 Legend
  • Sharp Aquos Sense 5G
  • Tecno Camon 17

Siamo abbastanza certi che tutti i suddetti modelli riceveranno la versione finale di Android 12, e in gran parte nei primi mesi dopo il lancio (con i Pixel che verranno aggiornati il giorno del rilascio dell'OS). Altri smartphone recenti come Samsung Galaxy S21 dovrebbero essere tra i primi ad aggiornarsi, come anche gran parte dei modelli di fascia medio bassa usciti negli scorsi mesi.

Detto questo gli smartphone presenti in lista hanno l'accesso alla beta per gli sviluppatori, una versione molto meno stabile di quella che vedremo con la prima beta pubblica per iPixel, quindi vi consigliamo di pensarci bene prima di scaricare la versione attuale. 

Android 12

(Image credit: Google)

Android 12: nuova UI

Google ha mostrato al pubblico il nuovo Material Design di Android 12 che prende il nome di Material You, e rinnova completamente l'interfaccia utente del sistema operativo. 

La beta attuale introduce i tasti rotondi, nuovi colori, animazioni più fluide e molto altro. 

Google ha parlato anche di "color extraction", riferendosi al fatto che il sistema operativo sarà in grado di adattare le tonalità e le sfumature dei menù in base al colore dominante dello sfondo selezionato. 

Cosi facendo l'interfaccia dovrebbe risultare più uniforme, aspetto che Google ha tenuto a sottolineare. Spesso infatti, su Android 11 capitava di avere colori discordanti o poco attinenti nelle varie sezioni dei menù, problema che dovrebbe scomparire con Android 12.

L'azienda ha inoltre confermato che il nuovo OS sarà disponibile da subito sui nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro.

See more

I temi personalizzabili verranno estesi anche elle web app di Google entro la fine dell'anno.

Anche i widget hanno subito un restylig e ora appaiono molto più arrotondati. Dopo l'introduzione dei nuovi widget introdotti con iOS 14 lo scorso anno, le modifiche apportate da Google ai widget di Android 12 erano necessarie.

Infine Google ha modificato l'aspetto del pannello delle impostazioni rapide, che ora include anche Google Pay e una serie di controlli dedicati alla smart home.

Android 12: privacy e sicurezza

Google, in linea con quanto fatto da Apple, ha deciso di puntare molto sulla privacy e sulla protezione dei dati personali, due aspetti centrali del nuovo Android 12. Non a caso l'azienda ha più volte ribadito i suoi sforzi in questa direzione durante la presentazione del nuovo aggiornamento.

Android Private Compute Core è il nome del motore che si occuperà di garantire la privacy su Android 12, verificando che le app installate sul dispositivo rispettino i criteri di condivisione dei dati selezionati dall'utente.  

La nuova sezione dedicata alla privacy fornisce una panoramica completa delle app che utilizzano la location del telefono, la fotocamera, di quelle che possono accedere ai contatti e molto altro.

Il centro notifiche consente di disattivare rapidamente qualsiasi funzione del telefono utilizzata dalle singole app. Per esempio, se Facebook sta usando il microfono mentre state utilizzando un'altra app, il centro notifiche invierà immediatamente una segnalazione. Per disattivare la registrazione sarà sufficiente cliccare sulla relativa notifica. 

Android 12 introdurrà un sistema di autorizzazioni tramite il quale potrete confermare o negare l'accesso alle funzioni del telefono richiesto dalle singole app.

Sarà possibile scegliere se consentire a un'app di utilizzare una determinata funzione per una volta o sempre, e persino decidere di fornire una location approssimativa ad alcune app come quella delle previsioni del tempo, tanto per dirne una. 

Con le nuove funzioni Live Caption, Now Playing e Smart Reply, l'elaborazione dell'audio e della lingua parlata avvengono all'interno del dispositivo, impedendo che i dati vengano condivisi con altre app.

Tra le novità troviamo anche una funzione che consente di rendere private le app, en una volta selezionata potrete accedervi solo con l'impronta digitale. 

Arriva anche la possibilità di sbloccare i dispositivi Chromebook via smartphone, un po' come si può fare con Apple Watch e Mac.

Durante l'utilizzo della fotocamera è possibile accedere a una nuova interfaccia che suggerisce quale funzione delle fotocamera utilizzare in base alla situazione, funzione molto simile a quella presente sulla fotocamera dei dispositivi Apple compatibili con iOS 14.

Android 12

(Image credit: Google)

Android 12 consente di attivare l'assistente Google tenendo premuto il tasto accensione e se possedete un TV Android potrete persino utilizzare il vostro smartphone come telecomando.

C'è anche una funzione dedicata alle smart car che prende il nome di Car Key, e come potete dedurre dal nome consente di aprire, chiudere l'auto e avviare il motore tramite il vostro smartphone.

Grazie alla tecnologia UWB (ultra-wideband) technology, potete tranquillamente dirigervi verso la vostra smart car e questa si aprirà senza che dobbiate tirare fuori il telefono.  

Sarà anche possibile condividere l'accesso al veicolo con altri utenti senza dover dare loro la chiave del veicolo.  

Google ha anche deciso di dare maggiore spazio agli store di terze parti per consentire una maggiore integrazione delle app.

Android 12

(Image credit: Google)

Tra le novità che riguardano la fotocamera arriva il formato AVIF, che promette una compressione simile a quella dei file JPEG ma mantiene un livello qualitativo superiore, come mostrato dal team Android durante la sessione dedicata agli sviluppatori. Nell'immagine qui sopra potete notare chiaramente la differenza nel dettaglio delle nuvole.

Android 12 dovrebbe anche rendere i vostri smartphone più veloci e reattivi. Google ha dichiarato che a beneficiarne saranno innanzitutto le CPU, che dovrebbero ridurre l'utilizzo delle risorse dedicate al sistema del 22% e di conseguenza ottenere dei vantaggi in termini di consumo energetico.