Skip to main content

iPhone 12, nuovo hardware face ID per un notch invisibile?

iPhone 11 Pro
iPhone 11 Pro
(Image credit: Techradar)

Pare che Apple stia testando un nuova soluzione tecnologica per Face ID, con sensori più piccoli. Un'idea che permetterebbe di realizzare un iPhone 12 con un notch più piccolo. 

A onor del vero tutti speriamo che il prossimo iPhone sia del tutto privo della famigerata "tacca" nella parte alta dello schermo, ma forse, dopotutto, non sono questi i piani di Apple. 

Secondo il leaker Ben Geskin, infatti, Apple starebbe lavorando a una nuova componentistica per i sensori di FaceID. PhoneArena aggiunge che si tratta di nuove lenti, che permetterebbero di rendere il notch più piccolo, forse abbastanza sottile da stare nella cornice superiore.

I nuovi componenti hardware dovrebbero rendere Face ID più veloce e più sicuro, e rendere la scansione possibile da diverse angolazioni. Compreso quando lo smartphone è posato su un tavolo. 

Il notch più piccolo, o almeno diverso, arriverebbe su iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max. L'idea deriva dal fatto che il nuovo hardware costa di più, e che l'iPhone 12 modello base invece deve costare meno, così come accade con l'attuale iPhone 11. La buona notizia è che l'iPhone 12, pur restando il meno costoso degli iPhone 2020, potrebbe finalmente avere uno schermo OLED. Sarebbe una gran notizia, se confermata. 

Fotocamera posteriore e 5G

Ci sono altre informazioni non ufficiali, secondo cui ritroveremo il blocco quadrato che ospita la tripla fotocamera posteriore. Si potrebbe aggiungere un sensore ToF (Time of Flight) nei modelli Pro, e forse un teleobiettivo sul modello base (iPhone 12). 

Gli smartphone Apple guadagneranno antenne più grandi (oltre 1mm), lungo tutti e quattro i lati, per una migliore connettività 5G. Quest'ultima,  secondo varie fonti sarà presente su tutti gli iPhone 2020. 

Infine, ci si aspetta che gli iPhone 12 Pro abbiano un connettore USB-C (finalmente), ma questi ultimi leak suggeriscono che Apple sta già pensando a eliminare del tutto la porta è affidarsi esclusivamente alla ricarica wireless, e alla rete wireless ultralarga per il trasferimento dati. Un piano che non dovrebbe realizzarsi fino al 2023, secondo quanto riportato da Geskin.