Skip to main content

Intel Alder Lake-S: picchi di consumo elevati, sarà necessario cambiare PSU?

PSU
(Image credit: Shutterstock)

Stando a recenti indiscrezioni i processori Intel Alder Lake-S potrebbero avere consumi superiori ai precedenti Rocket Lake-S.

Non ci sono certezze a riguardo, ma come segnalato da Tom’s Hardware, FCPOWERUP, una rivista cinese specializzata in ambito hardware conosciuta per aver diffuso leak attendibili in passato, ha pubblicato un post su Weibo nel quale afferma di essere a conoscenza dei requisiti minimi per le CPU Intel di dodicesima generazione.

L'informazione, che a prima vista sembra estrapolata dalle specifiche inviate da Intel ai produttori di alimentatori, indica dei TDP base da 125W, 65W e 35W per le CPU Alder Lake, la stessa dei precedenti Rocket Lake-S e dei Comet Lake di decima gen.

I consumi delle CPU Alder Lake risultano però superiori in termini di picco massimo. Se questi dati fossero corretti, i processori Alder Lake potrebbero incrementare i picchi di consumo del 28% nella fascia 65W,  del 24% per i chip da 35W e del 15% nei top di gamma da 125W.

Ci teniamo a sottolineare che questi incrementi riguardano unicamente il picco massimo dei consumi (PL4), che si raggiunge solo per brevi periodi di tempo (pochi millisecondi) e non ha niente a che fare con il consumo medio. 

Ma che effetto potrebbero avere questi picchi di consumo per l'utilizzatore medio che vuole passare a una CPU Alder Lake? FCPOWERUP ipotizza che per ottenere un sistema stabile sarà necessario incrementare la capacità delle PSU dai 50W ai 100W rispetto a quanto richiesto per gli attuali Rocket Lake (o per i precedenti Comet Lake), valore che dovrebbe variare a seconda della CPU scelta (come sempre, i processori più potenti hanno bisogno di più wattaggio).


Analisi: è tempo di pensare a un nuovo alimentatore?

Prima che iniziate a disperarvi riguardo alla possibile necessità di aggiornare il vostro alimentatore, ci sono alcune cose che è giusto mettere in chiaro. I suddetti picchi di consumi che potrebbero incrementare la richiesta energetica dai 50W ai 100W rispetto ai Rocket Lake sono ipotetici, e derivano da dati non ufficiali.

Non sappiamo se sarà davvero cosi, e non ci sentiamo di confermare tale ipotesi finché Intel non divulgherà dati attendibili sui suoi processori di dodicesima generazione. 

Al contempo siamo convinti che Intel si guarderà bene dal lanciare sul mercato delle CPU che potrebbero obbligare gli utenti ad aggiornare la loro PSU (pur tenendo presente che chi vorrà passare alle CPU Alder Lake avrà anche bisogno di una nuova scheda madre con l'ultimo socket Intel). 

A complicare le cose c'è un dato che viene messo in evidenza da Tom’s relativo ai possibili problemi che potrebbero verificarsi con gli alimentatori con output limitato a 20A. Nel caso i suddetti dati venissero confermati, questi non sarebbero in grado di supportare adeguatamente le richieste energetiche delle CPU Alder Lake.

Del resto i rumor sul presunto aumento dei consumi in ambito CPU non sono limitati agli ormai prossimi Alder Lake, ma riguardano anche i nuovi Ryzen AMD attesi nel 2022. Al contempo anche le GPU Nvidia RTX 4000 e le concorrenti AMD RDNA 3 dovrebbero (ipoteticamente) avere consumi più elevati rispetto alle attuali generazioni.

La somma di tutte queste ipotesi, se non altro, suscita qualche preoccupazione tra coloro che intendono assemblare un nuovo PC, ai quali raccomandiamo di scegliere una PSU più potente (che del resto non è mai una cattiva idea). 

Questo perché, anche se l'aumento di consumi riguardasse le sole GPU, piuttosto che i processori, avere un alimentatore più potente garantirebbe una maggiore stabilità e offrirebbe al contempo maggiori possibilità di aggiornamento nel tempo.