Skip to main content

Google, la vostra scheda personale potrà essere vista da chi cerca il vostro nome

Google
(Image credit: Shutterstock)

Nei risultati di ricerca Google, quando si digita il nome di un personaggio famoso, viene visualizzata nella parte alta della pagina una scheda informativa contenente vari dati come età, occupazione, ultimi film (nel caso di attori), il sito web personale e altre informazioni messe in evidenza.

Sembra che Google voglia ora permettere a tutti di avere un simile biglietto da visita digitale all’interno del suo motore di ricerca. Le schede saranno personalizzabili, permettendo a chiunque di decidere cosa mostrare quando viene cercato il proprio nome.

Nonostante non ci sia stato ancora alcun annuncio ufficiale (dovremo aspettare il Google I/O 2020?), Android Police è riuscita ad ottenere delle informazioni a riguardo tramite delle pagine di assistenza di Google Search che al momento non sono più raggiungibili. Le schede informative differiscono dalle schede delle celebrità in quanto saranno personalizzabili e verranno considerate un rimpiazzo dei profili personali Google+.

Google non ha ancora permesso di accedere a questa funzione in tutte le parti del mondo. Una delle pagine di supporto riportava: “Questa funzione è disponibile solo per alcuni utenti in India che hanno impostato la lingua di ricerca in inglese. Questa funzione non è ancora disponibile su desktop”.

Chi ha accesso alla funzione può semplicemente effettuare il login con il proprio account su google.com, cercare “Edit my search card” e poi selezionare “Edit”. Questo è possibile momentaneamente solo da smartphone.

Profili pubblici personalizzati

Le schede personali non saranno solo personalizzabili, ma anche opzionali. A differenza di quanto accade con le celebrità, Google non creerà tali schede in automatico per tutti gli utenti. Inoltre l’azienda afferma che sarà possibile eliminare le schede in qualsiasi momento in caso non le si desiderino più.

Sembra che le informazioni immesse vengano revisionate in quanto Google spiega che certe lingue e contenuti non sono permessi. È importante anche sottolineare che Google "non garantisce che la vostra scheda apparirà su Google Search". L'azienda aggiunge: "Più informazioni fornite nella vostra scheda, più è probabile che compaia nei risultati di Google Search".

Non è chiaro quando questa funzione verrà resa disponibile nel resto del mondo e nemmeno se la funzione rimarrà accessibile solo su mobile o se giungerà su desktop ad un certo punto. Speriamo che Google abbia presto novità a riguardo.

Via Android Police