Skip to main content

DJI OM 4 vs DJI Osmo Mobile 3: quale scegliere?

DJI OM 4 vs 3
(Image credit: Future)

DJI OM 4 sta per Osmo Mobile 4, la nuova versione del nostro gimbal per smartphone preferito. Storicamente, la linea Osmo Mobile è stata caratterizzata da aggiornamenti mirati a migliorare l’esperienza d’uso e la comodità; la versione 2020, per fortuna, continua la tradizione ponendo l’accento su questi aspetti.

A un primo sguardo il nuovo OM4 potrebbe sembrare un Osmo Mobile 3 "scolorito", visto che le forme del nuovo e del vecchio modello sono praticamente identiche e i due gimbal differiscono solo per la tonalità di grigio, più chiara su Osmo Mobile 4. Guardando più attentamente però, si può notare un aspetto che differenzia i due modelli, ovvero l’aggancio.

DJI ha deciso di sostituire il classico aggancio a artiglio presente su tutti i gimbal per smartphone visti finora fornendo due prese differenti, una magnetica e una adesiva, di cui parleremo in dettaglio nei prossimi paragrafi. DJI ha anche apportato delle migliorie al motore del nuovo Osmo Mobile 4 che, in controtendenza rispetto al passato, cresce anche di prezzo.

Vale la pena acquistare DJI Osmo Mobile 4? Dovreste aggiornare il vostro gimbal all'ultima versione o approfittare del calo di prezzo di DJI Osmo Mobile 3? In questo articolo risponderemo a queste e altre domande per aiutarvi a scegliere la soluzione ideale per le vostre esigenze.

  • Siete dei videomaker in cerca di una nuova fotocamera? Abbiamo testato per voi la nuova Sony A7S III

DJI OM 4 vs 3

(Image credit: Future)

1. Aggancio 

Osmo Mobile 4 ha due differenti opzioni per agganciare il vostro smartphone al braccio motorizzato e la prima consiste in una presa magnetica. Sottile, solida e poco più sporgente del comparto fotografico di Samsung Galaxy Note 20 Ultra, la presa magnetica vi da la possibilità di agganciare il vostro telefono al gimbal in un momento risparmiando le operazioni di fissaggio che possono richiedere diversi minuti per ottenere una presa stabile e bilanciata.

L'aggancio magnetico dispone di un meccanismo a molla identico a quello di Osmo Mobile 3 e anche il sistema di fissaggio è lo stesso. La differenza sostanziale sta nello spessore che caratterizza la presa, che su OM 4 è decisamente più sottile e sul retro presenta un potente magnete che consente di fissare lo smartphone senza sforzo. 

DJI OM 4 gimbal

(Image credit: Future)

Abbiamo testato Osmo Mobile 3 e 4 con telefoni di grosse dimensioni dotati di schermi fino a 6.9 pollici senza riscontrare alcun problema. La presa magnetica ci ha dato un'ottima sensazione di stabilità, anche se alcune custodie potrebbero far scivolare il telefono impedendo al magnete di funzionare correttamente. Tuttavia durante attività sportive come skateboard e snowboard, ad esempio, la presa fissa di Osmo Mobile 3 da maggiore sicurezza, soprattutto in caso di impatto.

La seconda opzione consiste in un morsetto magnetico adesivo. Potrebbe sembrare qualcosa di estremamente instabile, e DJI lo sa bene. Per questo il manuale di istruzioni sconsiglia di scegliere questa soluzione ai possessori di smartphone con protezione posteriore in vetro, come ad esempio gli iPhone. Detto questo, se avete un telefono con il retro in plastica o un case protettivo, il morsetto magnetico è il modo più comodo e compatto di agganciare e sganciare il telefono da un gimbal che abbiamo mai visto.

DJI OM 4 vs 3

(Image credit: Future)

2. Motore aggiornato 

Tra le novità principali di Osmo Mobile 4 c’è senza dubbio il motore potenziato per supportare smartphone di dimensioni maggiori, che consente inoltre una maggiore libertà di movimento rispetto a Osmo Mobile 3. 

Questo porta ad un aumento del raggio di rotazione sugli assi X e Y pari al 10%, che si rivela molto utile quando si controlla il gimbal con il joystick in modalità inseguimento (follow mod) e si sta riprendendo un soggetto in movimento.

L’aggiornamento del motore non garantisce solo un movimento migliorato, ma scalda meno, in particolare quando si utilizzano smartphone che pesano più di 200g. Testando i due gimbal con riprese da fermo della durata di 30 minuti abbiamo notato che la temperatura di Osmo Mobile 3 è aumentata sensibilmente mentre Osmo Mobile 4 non si è scaldato affatto.

Se vi state chiedendo se questi aspetti influiscono sulla stabilizzazione vi rispondiamo subito dicendovi che, virtualmente, dovrebbe essere identica su entrambi i dispositivi. Ad oggi, non ci sono gimbal migliori di Osmo Mobile in termini di stabilizzazione a parità di formato.

DJI OM 4 gimbal

(Image credit: Future)

3. Zoom Dinamico

Se vi sentite dei piccoli Alfred Hitchcock dell’era moderna, la modalità Zoom Dinamico di Osmo Mobile 4, disponibile tramite l’app DJI MIMO, può aiutarvi a calarvi nei panni del regista in versione “mobile”.  

Zoomate in avanti o indietro una volta agganciato il soggetto, e la combinazione di zoom digitale e stabilizzazione intelligente manterrà il punto focale fisso deformando lo sfondo. Vi sembra un concetto astratto? Provate a cercare “Dolly Zoom” su google!

Abbiamo effettuato vari test con questa funzione, alcuni più soddisfacenti di altri.  A volte la presenza dello zoom digitale si nota eccessivamente rendendo i video scattosi, utilizzabili solo per una condivisione sui social. Altri video effettuati con la tecnica “Dolly Zoom” hanno dato risultati decisamente migliori, anche se in questo caso conta molto l’esperienza del filmer.

Va sottolineato che la modalità Dynamic Zoom si affida completamente al software, e la versione aggiornata di DJI MIMO per iOS e Android consente di attivarla anche su Osmo Mobile 3.

DJI OM 4 vs 3

(Image credit: Future)

4. Colore e design

Ci sono alcune piccole differenze tra Osmo Mobile 3 e 4. La prima, e più evidente, è il colore. La scorsa edizione è caratterizzata da due tonalità di grigio scuro, mentre Osmo Mobile 4 è un mix di bianco spento e grigio chiaro.

Entrambi i gimbal dispongono di porte USB-C sulla parte destra, di una porta USB-A per caricare il telefono o un accessorio, mentre i tasti funzione e ripresa si trovano sul retro insieme al joystick. Il comando per lo zoom è posto sulla parte sinistra. Il joystick di Osmo Mobile 4 è ricoperto da uno strato di gomma morbida texturizzata che lo rende più ruvido. Non ci sono altre differenze notevoli, eccetto la sopracitata presa magnetica, naturalmente.

DJI OM 4 gimbal

(Image credit: Future)

5. Prezzo

Osmo Mobile 4 costituisce un'eccezione rispetto alla politica utilizzata finora da DJI, che ha mantenuto il prezzo fisso per le precedenti versioni dei suoi gimbal per smartphone.

Osmo Mobile 3 nella versione standard ha un prezzo di €109, mentre scegliendo la versione combo accessoriata con il treppiede Osmo Grip Tripod il prezzo sale a €129.

Se volete acquistare Osmo Mobile 4 il prezzo per la versione standard è di €149 e comprende una borsa per il trasporto, un anello magnetico, un aggancio magnetico per smartphone, una presa da polso e un treppiede.

Tra questi l’accessorio che abbiamo apprezzato maggiormente è senza dubbio il treppiede che, insieme al nuovo motore potenziato, consente di godersi al meglio film e serie TV in movimento.

Per i nostri test abbiamo utilizzato un Samsung Galaxy Note 20 Ultra per circa 4 ore, e la differenza di temperatura rispetto a Osmo Mobile 3 è risultata netta. In definitiva Osmo Mobile 4 si presta ottimamente anche come supporto per smartphone multimediali e, data la differenza di prezzo ne consigliamo l’acquisto rispetto a Osmo Mobile 3, sempre che non troviate un’offerta talmente conveniente da farvi rinunciare all’aggancio magnetico e al motore potenziato.