Skip to main content

Dissipatore ad aria da 6K euro, ecco l'hardware di lusso che aspettavate

(Image credit: Etsy)

Se sapete come assemblare un PC, allora sapete anche che il dissipatore è un elemento chiave. Molti utenti sono disposti a spendere un po' più della media per avere un sistema a liquido, che garantisca temperature ottimali e allo stesso tempo la massima silenziosità - e magari qualche lucina colorata. 

Ma se in genere i dissipatori a liquido sono la scelta migliore, c'è un piccolo gioiello ad aria che potrebbe farvi cambiare idea. Ne parla FanlessTech e lo trovate su Etsy - uno shop dedicato all'artigianato. E costa oltre 6.000 euro, nella sua versione top di gamma.

Proprio così, un dissipatore ad aria che da solo costa più della maggior parte dei PC. Incredibile ma vero. 

Che cos'ha di speciale? Non è facile capirlo, ma si nota immediatamente che non ci sono ventole, un dettaglio che da solo è perlomeno insolito. Si possono scegliere quattro diversi materiali per la piastra di dissipazione, quella che si posa sulla CPU, e sono questi che fanno la differenza nel prezzo. 

Ma la cosa davvero strana è il resto. Invece del solito radiatore, delle alette in metallo che scambiano calore con l'ambiente circostante, ci sono quattro vasi pieni di sferette metalliche.

Secondo il produttore questa idea garantisce una superficie di scambio molto più ampia del solito, e quindi una più rapida eliminazione del calore. Non si vedono heatpipe però, che dovrebbero servire per portare il calore dalla CPU alle sfere di metallo. Nella descrizione c'è anche la parola "organico", ma non è chiaro che cosa significhi. 

La descrizione poi non parla di compatibilità, ma a quanto pare il creatore lo realizza su ordinazione. Quindi, forse, l'acquirente dirà qual è il suo socket, e riceverà poi un dissipatore compatibile. Stando alla descrizione, ci vogliono 10-12 settimane per produrne uno, più i tempi e i costi di spedizione dall'Australia. 

Saremmo davvero curiosi di provare un dissipatore simile, ma forse non saremmo disposti a spendere una cifra del genere solo per levarci la curiosità. Sembra una meraviglia infatti, e non è detto che sia uno di quei casi in cui si paga e poi ci si pente. 

Fonte: Tom's Hardware