Skip to main content

Death Stranding, Kojima cerca di spiegare cosa sono quei bambini durante il Gamescom 2019

(Image credit: Kojima Productions)

Speravamo che Hideo Kojima sarebbe apparso alla Gamescom di quest'anno: durante l'Opening Night Live è stato mostrato un nuovo filmato di Death Stranding, ma sfortunatamente Kojima non si è presentato all’evento.

L'autore del gioco ha cercato di spiegarci qualcosa in più di Death Stranding, in particolare il bambino che Norman Reedus porta con sé. Ha risposto ad alcune delle domande, ma ne ha fatte sorgere molte altre.

Non temete, abbiamo comunque tentato di dare un senso a quello che abbiamo visto. 

Cosa sono questi bambini?

C'è da dire che ora abbiamo un'idea migliore di cosa siano i Bridge Babies di Death Stranding grazie a un paio di nuovi trailer.

Sembra che i Bridge Babies (o BBs) siano bambini nati "dall'altra parte" (cioè nati morti). Tuttavia rimangono attaccati alle loro madri tramite una sorta di cordone ombelicale soprannaturale, il che significa che esistono in una sorta di piano speculare al mondo reale - etereo, ma ancora "connesso" alle loro madri.

Questi bambini sembrano quindi essere usati per consentire alle persone nel mondo reale, come il personaggio di Norman Reedus, Sam, di vedere i BT (creature soprannaturali e oscure). Sam attacca a questi bambini un dispositivo che si comporta come l'utero di una madre, in modo che i BB pensino di esserci ancora dentro.

Sembra che Sam abbia bisogno di mantenere il suo BB calmo e felice dato che sono "imprevedibili". Supponiamo anche che Sam morirà se muore il BB. Quindi essenzialmente è un fattorino e una madre surrogata. 

Cos'altro abbiamo scoperto? 

Dopo i due trailer sui BB, Kojima ha svelato un filmato con il gameplay di Death Stranding che è iniziato con Sam che urinava per svuotare il suo "serbatoio". La pipì ha fatto crescere un fungo. Possiamo supporre che esista una meccanica survival e che il personaggio debba bere, mangiare e fare pipì. O almeno così sembra.

Successivamente il trailer ha mostrato Sam mentre interagiva con un personaggio modellato sul fondatore dei Game Awards, Geoff Keighley. Sam consegna un pacchetto, dopo di che è stata svelata una parte della mappa. In seguito è caduto da una scogliera a faccia in giù, proprio sul bambino contenuto nel suo utero artificiale, che è rimasto illeso. Non sappiamo bene come sia possibile.

Il bambino a questo punto ha iniziato a piangere e Sam ha dovuto dondolarlo per calmarlo.

I nuovi trailer non hanno fatto molta luce su Death Stranding, ma sembra che i bambini siano tecnicamente morti e creino un collegamento con un altro mondo, permettendo a Sam (e a chiunque sia attaccato ai BB) di vedere le figure oscure chiamate BT. O almeno questo è quello che suggeriscono questi nuovi trailer. Non rimane che attendere l'uscita del gioco per saperne di più.