Skip to main content

Come pulire e disinfettare lo smartphone

Pulire smartphone
(Image credit: androidpit)

Lo smartphone è probabilmente l’oggetto che usiamo e maneggiamo più di ogni altra cosa durante la quotidianità. Lo appoggiamo su tavoli, sedie, lo mettiamo nella tasca dei pantaloni … quindi merita di essere pulito e disinfettato almeno una volta alla settimana. 

Pulire e disinfettare uno smartphone potrebbe sembrare difficile, ma se sapete dove mettere le mani e con i giusti prodotti diventa quasi una passeggiata. Come riporta AndroidCentral, per pulire uno smartphone è sufficiente attenersi a questi pochi e semplici metodi. 

Per prima cosa bisogna evitare di utilizzare prodotti come la candeggina, aceto o alcool, in quanto andrebbero a spazzare via il trattamento oleofobico presente sul vetro dello smartphone, che aiuta a combattere le odiose impronte che si accumulano sia sul display che nella parte posteriore. Questi prodotti chimici andrebbero usati solo ai lati dello smartphone, facendo attenzione a non andare oltre.

Anche le classiche bombolette ad aria compressa potrebbero causare danni. Una bomboletta, anche se non particolarmente potente, può danneggiare facilmente i microfoni e altri componenti, se si esagera con la pressione. 

Ma quindi qual è il modo giusto per pulire uno smartphone? La risposta è semplice: basta utilizzare una salvietta, che rimuove facilmente impronte digitali, grasso e sporco dallo smartphone. Se rimanessero degli aloni sul display, sarà sufficiente passare un panno in microfibra per eliminarli dallo schermo.

Esiste anche un altro metodo ancora più semplice per pulire lo smartphone: usare la luce UV. Le luci ultraviolette possono infatti uccidere i batteri e disinfettare lo smartphone in pochi minuti. Il funzionamento è alla portata di tutti, in quanto è sufficiente inserire lo smartphone all’interno del dispositivo e aspettare che le luci UV si spengano. 

Quale dei due metodi preferite? Immaginiamo il secondo, anche se è leggermente più costoso.