Skip to main content

Apple non riparerà più gli iPhone rubati

iPhone 13 Pro
iPhone 13 Pro (Image credit: TechRadar)

Una nuova nuova nota interna di Apple ottenuta in esclusiva da MacRumors, svela le intenzioni da parte dell'azienda di implementare un nuovo sistema che avviserà gli Apple Store e i servizi di terze parti autorizzati dall'azienda del furto o lo smarrimento di un iPhone, rifiutando di conseguenza le riparazioni.

Il sistema dovrebbe funzionare attraverso un collegamento al registro GSMA, un database globale dove vengono segnalati i dispositivi smarriti. Gli store e i negozi di riparazione autorizzati verranno quindi notificati attraversi i sistemi MobileGenius o GSX, se nel registro verrà elencato un iPhone.

Il registro indicherà se il dispositivo è stato smarrito, rubato oppure oggetto di frode. Gli status, a cui verrà anche associato l'IMEI dello smartphone, saranno facilmente verificabili da chiunque abbia accesso al registro.

Il nuovo sistema non è ancora stato ufficialmente confermato da Apple. Non è tuttavia la prima volta che l'azienda implementa politiche simili al fine di scoraggiare i furti dei suoi prodotti: le riparazioni vengono già rifiutate se non viene disattivata la funzione "Trova il mio iPhone".

Il nuovo sistema Apple, assieme ai metodi già implementati come Face ID e Trova il mio iPhone, può efficacemente ridurre i casi di furto, anche se per usufruirne sarà necessario inscrivere il proprio dispositivo al registro GSMA.

I tre metodi rappresentano ad ogni modo un ottimo deterrente per quanto riguarda i furti, rendendo ulteriormente sconveniente rubare un iPhone.

Gabriele Giumento

Redattore TechRadar

With contributions from