Skip to main content

AMD conferma Zen 3 e RDNA2 entro la fine del 2020

(Image credit: marketwatch)

AMD ha rilasciato un post per la dichiarazione rendicontale del primo quadrimestre, dichiarando che probabilmente riuscirà a introdurre sul mercato la microarchitettura CPU Zen 3, insieme all’architettura grafica RDNA2, entro la fine dell’anno in corso. Non ci sono state altre dichiarazioni in merito. Nel cantiere di laboratori dell’azienda di Sunnyvale ci sono i processori di fascia server EPYC nome in codice “Milano” basati proprio su Zen 3, quelli di fascia desktop “Vermeer” Ryzen e APU mobile nome in codice “Cezanne” Ryzen, anch’essi basati su Zen 3. Ciò che non si conosce esattamente, per il momento, è su quali linee di prodotti verrà proposta la nuova architettura. I chip "Zen 3" (CCD) a quanto pare vedranno sostituita l’attuale disposizione dei core (CCX) e potrebbero essere costruiti tramite un rinnovato processo a 7 nm, TSMC N7P o N7+.

I prodotti basati su RDNA2 ad oggi confermati consistono, per il momento, nei SoC personalizzati che verranno inseriti nelle console next-gen Microsoft Xbox Series X e Sony PlayStation 5, anche loro verso il debutto per la fine del 2020. Il tweet di AMD, tuttavia, specifica con precisione "GPUs", riferendosi con grande probabilità ai processori grafici dedicati. AMD ha intenzione di creare due linee separate di IP utilizzando RDNA per processori grafici e CDNA per gli acceleratori di calcolo “headless” ossia senza uscite monitor, possiamo infine affermare con buona certezza i che nel tweet AMD si riferisca al lancio delle gamme Radeon RX o Radeon Pro. L'annuncio di Microsoft del logo DirectX 12 Ultimate indica inoltre che la presentazione delle GPU discrete Radeon RX basate su RDNA2 non è lontana, poiché l'attuale architettura RDNA non soddisfa i requisiti del logo.