Skip to main content

Amazon Prime aumenta di prezzo da settembre in Italia

Amazon Prime
(Image credit: Amazon)

Da settembre l'abbonamento a Amazon Prime costerà di più. A dirlo è una mail inviata dall'azienda agli iscritti tra la notte di lunedì 25 e la mattinata di martedì 26 luglio. 

Nel messaggio si legge chiaramente che l'abbonamento a Amazon Prime salirà da €3,99 al mese a €4,99 al mese, mentre per l'iscrizione annuale il prezzo passerà da €36 a €49,90. 

Sono previsti aumenti anche per l'abbonamento Prime Student, destinato a passare da €1,90 a €2,49 al mese e da €18 a €24,95 l'anno.

I nuovi prezzi entreranno in vigore dal 15 settembre 2022 per chi ha un abbonamento mensile, mentre per l'annuale vale la data di rinnovo alla scadenza del dodicesimo mese.

Ne vale ancora la pena?

Come spiega Amazon stessa, gli aumenti sono dovuti all'incremento dei costi energetici e non dipendono da scelte aziendali. Ma ora che costa circa 50 euro all'anno, ha ancora senso abbonarsi a Amazon Prime?

A nostro avviso, soprattutto se siete soliti fare acquisti online, la risposta è: decisamente si. Abbonandovi a Prime, oltre alle consegne gratuite e veloci su una serie di prodotti selezionati, potete accedere a una marea di contenuti streaming su Prime Video e Prime Music, entrami inclusi nel prezzo, e approfittare delle offerte esclusive del Prime Day

Come se non bastasse, con l'iscrizione a Amazon Prime è compreso anche un backup illimitato per le foto su Amazon Music, oltre al servizio Amazon Prime Gaming che include una serie di giochi gratuiti e l'abbonamento a Twitch TV.

Considerando che alcuni servizi streaming della concorrenza hanno prezzi maggiori e non includono consegne, musica e giochi gratuiti, a nostro avviso Amazon Prime risulta ancora piuttosto conveniente. 

Marco Silvestri
Marco Silvestri