Skip to main content

Amazon, Jeff Bezos lascia il ruolo di CEO dopo 26 anni

Amazon CEO Jeff Bezos
(Image credit: Shutterstock)

Jeff Bezos ha annunciato che lascerà il ruolo di CEO di Amazon nel terzo trimestre di quest'anno, dopo aver guidato per 26 anni il popolarissimo e-commerce fondato nel 1994. Diventerà così il presidente esecutivo del consiglio di amministrazione dell'azienda.

Il successore di Bezos è stato trovato in Andy Jassy, che diventerà il nuovo CEO di Amazon al termine della transizione prevista più avanti quest'anno, secondo un'e-mail inviata ai dipendenti Amazon il 2 febbraio. Jassy è attualmente il responsabile di Amazon Web Services (AWS), la piattaforma di cloud computing dell'azienda e lavora per Amazon fin dal 1997.

"Andy è ben noto all'interno dell'azienda e lavora in Amazon da molto tempo, quasi quanto me", afferma Bezos nell'e-mail. "Sarà un leader eccellente e ha la mia piena fiducia".

Amazon Web Services è la principale fonte di profitto per l'azienda negli ultimi anni, un fatto evidenziato da Amazon stessa, che per la prima volta nella sua storia ha raggiunto i 125,6 miliardi di dollari di ricavi nell'ambito delle più recenti entrate trimestrali, secondo CNBC. Circa il 52% degli introiti operativi di Amazon deriva dalla divisione cloud computing.

A proposito del suo nuovo ruolo di presidente esecutivo, Bezos ha dichiarato: "Intendo concentrare le mie energie e la mia attenzione sui nuovi prodotti e sulle nuove iniziative". Considerati gli interessi di Bezos al di fuori di Amazon, inclusi il Washington Post, Blue Origin e altre realtà, resta da vedere quanta di questa concentrazione resterà dedicata ai progetti interni.

Il cloud computing sempre più al centro

La scelta di Andy Jassy come prossimo CEO di Amazon non deve sorprendere. Il cloud computing sta diventando la più grande fonte di ricavi di Amazon, così come avviene per altre grandi aziende come Microsoft e Oracle.

Cloud computing è un termine ormai comune, tuttavia sono in pochi ad averci a che fare praticamente. Ciò mette in ombra il fatto che praticamente ogni app sul vostro telefono che abbia una minima funzionalità online probabilmente si appoggia a una piattaforma di cloud computing di qualche tipo, come Amazon Web Services, Microsoft Azure, Oracle Cloud Infrastructure e via dicendo.

Considerata la crescita esponenziale negli anni recenti e la scelta di Bezos di lasciare a Jassy il posto di CEO di Amazon, possiamo affermare quasi con certezza che Amazon si affiderà sempre di più alla divisione cloud computing a supporto degli altri reparti e non viceversa.

Continuate a seguire TechRadar, vi aggiorneremo su tutte le novità relative ad Amazon, non appena inizierà l'era post Bezos nel corso dell'anno.

John Loeffler

John (He / Him / His) is TechRadar's Computing Staff Writer and is also a programmer, gamer, activist, and Brooklyn College alum currently living in Brooklyn, NY. Named by the CTA as a CES 2020 Media Trailblazer for his science and technology reporting, John specializes in all areas of computer science, including industry news, hardware reviews, PC gaming, as well as general science writing and the social impact of the tech industry.


You can find him online on Twitter at @thisdotjohn


Currently playing: Back 4 Blood, Metroid Dread, EVE Online