Recensione Apple MacBook Pro 16 pollici (M3 Max)

Il MacBook più potente mai realizzato da Apple

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office
(Image: © Future)

Verdetto

Il MacBook Pro 16 pollici (M3) è l'ultima e più potente versione del portatile prosumer di Apple per eccellenza. Si tratta di un laptop estremamente potente che consente di scegliere tra i nuovi chip M3 Pro o M3 Max e supporta una memoria unificata fino a 128 GB, caratteristiche che lo rendono ideale per i carichi di lavoro più pesanti, in particolare quelli ad alta intensità grafica. Grazie alla GPU potenziata e alla modalità Game di macOS Sonoma, è anche il primo MacBook che permette di giocare a titoli AAA recentissimi con dettagli al massimo. Il prezzo lo rende ben al di fuori dalla portata di molti utenti, ma per chi può permetterselo e ha bisogno di prestazioni al top è decisamente un'opzione da tenere in considerazione.

Pro

  • +

    Prestazioni incredibili

  • +

    Il primo MacBook con prestazioni gaming eccellenti

  • +

    La tonalità Space Black è fantastica

Contro

  • -

    Prezzo altissimo

  • -

    Uscito a 9 mesi dall'ultima versione

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Recensione di due minuti

La presentazione del nuovo MacBook Pro da 16 pollici (M3) avvenuta lo scorso ottobre è stata una sorpresa per tutti e un azzardo da parte di Apple. Ci aspettavamo che prima o poi sarebbe uscito un MacBook Pro 16 pollici (2023) con chip M3, ma in pochi (forse nessuno) pensavano che sarebbe successo a soli 10 mesi di distanza.

È una mossa rischiosa per diversi motivi. Innanzitutto, rischia di infastidire chi ha acquistato l'ultimo MacBook Pro da 16 pollici, in particolare il modello M2 Max che costava una cifra considerevole e si pensava sarebbe rimasto al top della gamma MacBook almeno per un anno. Sebbene cercare di avere sempre l'ultimo modello uscito sia un passatempo ridicolo e costoso, e sebbene la presentazione dell'M3 Pro e dell'M3 Max non renda improvvisamente superflue le versioni M2, siamo certi che molti utenti Apple che anno investito sul MacBook Pro 16" uscito a gennaio scorso non l'abbiano presa benissimo.

Questa mossa rischia inoltre di far apparire l'intera generazione M2 come un "fallimento". Sebbene il salto dall'M1 all'M2 non sia stato enorme, le migliore ci sono state e finché non sono usciti i nuovi M3 Pro e M3 Max era impossibile trovare un portatile Apple più potente del penultimo Pro da 16".

Il bello è che si può acquistare un MacBook Pro 16" M3 allo stesso prezzo di partenza della generazione precedente; è una buona notizia per chi ha rimandato l'acquisto del MacBook Pro da 16 pollici M2 Pro o M2 Max, anche se potrebbe essere visto come un ulteriore insulto per chi ha acquistato quei portatili, soprattutto se lo ha fatto solo poche settimane fa.

Come per i modelli della gamma M2, è possibile scegliere una varietà di configurazioni, tra cui chip M3 Pro o M3 Max, e fino a 128 GB di memoria unificata - e vorrete assicurarvi di conoscere le opzioni prima dell'acquisto, poiché non è possibile aggiornare i portatili in seguito. Naturalmente, maggiori sono le specifiche che si scelgono, maggiore sarà il prezzo.

Inoltre, a differenza del nuovo MacBook Pro da 14 pollici, non esiste un'opzione più economica con il chip M3 di base, quindi l'acquisto di un MacBook Pro da 16 pollici ha senso solo se scegliete una configurazione di fascia alta.

Del resto il nuovo MacBook Pro 16" M3 ha alcuni vantaggi evidenti. Ripropone lo stesso splendido display da 16,2 pollici del modello precedente con una risoluzione di 3456 x 2234 e tecnologia Liquid Retina XDR, che offre 1.600 nit di luminosità di picco per un'incredibile vivacità e contrasto dinamico. La tecnologia ProMotion consente inoltre di ottenere una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, che rende il sistema operativo macOS e tutte le applicazioni (o i siti web) veloci, fluidi e reattivi.

Una vasta gamma di porte, tra cui numerose USB-C, una HDMI e un lettore di schede di memoria, offre ai professionisti un'ampia flessibilità nell'utilizzo dell'Apple MacBook Pro 16" (M3) quando sono lontani dall'ufficio.

Dal punto di vista delle prestazioni, si tratta di una workstation impeccabile. Durante i nostri test non c'è stato un compito che il nuovo MacBook Pro da 16 pollici non sia stato in grado di svolgere, anche durante l'editing di filmati in 4K con più file video in 4K e 8K. Si è dimostrato eccellente anche nell'esecuzione di alcuni dei giochi AAA più recenti. Proprio così: con il nuovo MacBook Pro da 16 pollici (e il modello da 14 pollici), Apple potrebbe aver appena presentato il primo MacBook da gaming, o perlomeno che si presta a tale scopo. 

La gamma di MacBook "Pro" non è più tutto lavoro e niente divertimento.

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3): Prezzo e disponibilità

  • Disponibile dal 7 novembre
  • A partire da 3.099€
  • Stesso prezzo di partenza del modello precedente

Il MacBook Pro da 16 pollici (M3) è stato annunciato durante l'evento Apple Scary Fast del 30 ottobre e verrà rilasciato il 7 novembre 2023. Sono quindi passati poco più di nove mesi dall'uscita dell'ultimo modello lanciato il 24 gennaio 2023.

Il lancio potrebbe aver stabilito un record (e non in positivo) per la brevità della durata di vita di un nuovo dispositivo, dato che i MacBook Pro da 16 pollici con chip M2 Pro e M2 Max sono stati dismessi non appena Apple ha annunciato le nuove versioni M3 Pro e M3 Max. 

Ci si potrebbe anche chiedere se questo nuovo MacBook Pro da 16 pollici diventerà obsoleto in soli nove mesi. Sembra improbabile, ma avremmo detto lo stesso a gennaio di quest'anno: c'era un divario di 14 mesi tra i MacBook Pro e M1 Max da 16 pollici e le versioni M2). Avere l'ultimo modello di MacBook è da sempre un hobby difficile e costoso, ma sostituire un nuovo modello in soli nove mesi è un po' sfacciato da parte di Apple.

Perlomeno il prezzo è rimasto invariato e parte da 3.099€ per la variante meno potente del MacBook Pro 16" M3 equipaggiato con un chip M3 Pro da 12 core, una GPU da 18 core, 18 GB di memoria unificata e un SSD da 512 GB.

Ciò significa che, rispetto al modello entry dello scorso anno, con l'M3 Pro si ottiene più potenza di calcolo e una maggiore quantità di memoria (18 GB rispetto ai 16 GB del modello M2 Pro), senza alcun costo aggiuntivo. Questo è un vantaggio per coloro che fino a qualche settimana fa stavano valutando la versione M2 Pro.

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

L'altra buona notizia è che con l'arrivo dei modelli M3 i prezzi dei MacBook Pro 16 pollici con processori M2 sono destinati a scendere.

Il MacBook Pro da 16 pollici è certamente una workstation di qualità superiore ma dati i prezzi esorbitanti che raggiungono facilmente i 5.000€ per le varianti con processore M3 Max, rimane un modello destinato a un uso professionale e ha senso solo per chi può ottenere reali benefici dalla potenza extra che offre.

A differenza del MacBook Pro 14 pollici (M3), il modello da 16 pollici non è disponibile in una versione più economica con il chip M3 di base.

  • Prezzo: 3/5

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3): Specifiche

Swipe to scroll horizontally
Le specifiche dell'unità da noi recensita:
MacBook Pro M3 Pro 512GBMacBook Pro M3 Pro 36GB di memoria unificataMacBook Pro M3 Max 1TBMacBook Pro M3 Max 48GB di memoria unificata
Prezzo:3.099€3.599€4.349€4.949€
CPU:Apple M3 Pro (12-core)Apple M3 Pro (12-core)Apple M3 Max (14-core)Apple M3 Max (16-core)
GPU:GPU integrata da 18 coreGPU integrata da 18 coreGPU integrata da 30 coreGPU integrata da 40 core
RAM:18GB di memoria unificata36GB di memoria unificata36GB di memoria unificata48GB u di memoria unificata
Display;Display Liquid Retina XDR da 16 pollici, 3456 x 2234 (mini-LED, 1.000 nits di luminosità sostenuta, ampia gamma di colori P3, tecnologia ProMotion)Display Liquid Retina XDR da 16 pollici, 3456 x 2234 (mini-LED, 1.000 nits di luminosità sostenuta, ampia gamma di colori P3, tecnologia ProMotion)Display Liquid Retina XDR da 16 pollici, 3456 x 2234 (mini-LED, 1.000 nits di luminosità sostenuta, ampia gamma di colori P3, tecnologia ProMotion)Display Liquid Retina XDR da 16 pollici, 3456 x 2234 (mini-LED, 1.000 nits di luminosità sostenuta, ampia gamma di colori P3, tecnologia ProMotion)
Archiviazione:512GB SSD512GB SSD1TB1TB
Porte:3x Thunderbolt 4 (USB-C), HDMI, slot per schede SDXC, jack per cuffie da 3,5 mm, MagSafe 33x Thunderbolt 4 (USB-C), HDMI, slot per schede SDXC, jack per cuffie da 3,5 mm, MagSafe 33x Thunderbolt 4 (USB-C), HDMI, slot per schede SDXC, jack per cuffie da 3,5 mm, MagSafe 33x Thunderbolt 4 (USB-C), HDMI, slot per schede SDXC, jack per cuffie da 3,5 mm, MagSafe 3
Connettività:Wi-Fi 6e (802.11ax), Bluetooth 5.3Wi-Fi 6e (802.11ax), Bluetooth 5.3Wi-Fi 6e (802.11ax), Bluetooth 5.3Wi-Fi 6e (802.11ax), Bluetooth 5.3
Webcam:1080p FaceTime HD1080p FaceTime HD 1080p FaceTime HD 1080p FaceTime HD
Peso:2.2kg2.2kg2.2kg2.2kg
Dimensioni:356 x 248 x 17mm356 x 248 x 17mm356 x 248 x 17mm356 x 248 x 17mm

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3): Design

  • Stesso design del modello precedente
  • Nuova opzione di colore Space Black
  • Il miglior schermo che si possa avere su un portatile

Per quanto riguarda il design del MacBook Pro da 16 pollici (M3) è lo stesso del modello precedente: l'unico cambiamento è una nuova opzione di colore, chiamata Space Black, che Apple sostiene essere realizzata con una "chimica rivoluzionaria" che riduce la ritenzione delle impronte digitali creando un sigillo di anodizzazione.

L'unità in prova inviataci da Apple è di questo colore e lo abbiamo trovato fantastico. La finitura Space Black ha una tinta metallica che gli conferisce una profondità che spesso manca ad altri portatili di tonalità simile. Questa tinta dona una aspetto serio e professionale ideale per una workstation mobile come il MacBook Pro da 16 pollici. La tecnologia tanto decantata da Apple per eliminare le impronte digitali funziona benissimo: dopo averlo maneggiato per giorni, il MacBook Pro da 16 pollici (M3) non ha mai tradito le aspettative rimanendo sempre pulito.

C'è solo una piccola svista nel design: mentre il cavo di ricarica intrecciato è disponibile in nero per abbinarsi al colore del MacBook Pro con cui è stato fornito (come per gli iMac da 24 pollici), il blocco di alimentazione che si inserisce nella presa a muro è di colore bianco, il che sembra un po' incongruo con il MacBook Pro nella colorazione Black Space.

A parte questo, il design è identico al modello rilasciato all'inizio del 2023, che a sua volta era essenzialmente identico al modello del 2021. Del resto Apple ha proposto un design studiato alla perfezione già con il primo MacBook Pro da 16 pollici di due anni fa: la tastiera è comoda e reattiva (scacciando la cattiva reputazione di cui soffrivano le tastiere dei vecchi MacBook Pro), il pulsante Touch ID consente di effettuare l'accesso e il pagamento in modo sicuro in modo rapido e c'è un'eccellente gamma di porte (slot per schede di memoria SDXC, tre porte Thunderbolt / USB 4, una porta HDMI di dimensioni standard e un jack per le cuffie.

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Con il MacBook Pro 16" (M3) è possibile lasciare a casa gli adattatori e collegare tutto direttamente al portatile, il che lo rende un dispositivo molto più comodo per chi viaggia molto. Grazie alla qualità dello schermo (di cui parleremo tra poco), al sistema audio a sei altoparlanti, ai microfoni da studio e alla webcam FaceTime HD 1080p, il MacBook Pro 16 pollici (M3) consente di lavorare agevolmente senza dover necessariamente collegare schermi, microfoni o altoparlanti esterni, il che garantisce un elevato grado di flessibilità e portabilità ai creativi che lavorano nel cinema, nell'animazione, nella musica e nella fotografia.

Le cornici sottili intorno allo schermo sono piacevoli e moderne (basta fare un confronto con il vecchio MacBook Pro da 13 pollici per capire che differenza può fare una cornice sottile intorno al display), e sì, la "tacca" intorno alla webcam rimane, immergendosi nella barra dei menu nella parte superiore del desktop. La polemica su questo aspetto è stata esagerata nel 2021, quando ha fatto il suo debutto con il nuovo modello da 16 pollici, ma per molti non è mai stato un problema reale. macOS Sonoma, come le versioni precedenti di macOS, si adatta bene, spostando le voci di menu su entrambi i lati della tacca, e con l'ampio schermo da 16 pollici non si nota affatto, perché si ottiene uno spazio di lavoro ampio e non oscurato.

Lo schermo da 16,2 pollici rimane il miglior display che si possa avere su un portatile, con una risoluzione nitida di 3456 x 2234 e la tecnologia Liquid Retina XDR, che offre 1.600 nit di luminosità di picco per colori e gamma dinamica incredibilmente vividi, soprattutto con i filmati HDR. I mini-LED e il local dimming contribuiscono a rendere le scene scure assolutamente superbe, mentre l'ampia gamma cromatica P3 e il supporto per un miliardo di colori consentono di ottenere toni accurati, essenziali soprattutto per gli editor video e i fotografi.

Forse la funzione più interessante dello schermo del MacBook Pro da 16 pollici (che si trova anche nel modello da 14 pollici) è la tecnologia ProMotion, che supporta una frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz e può regolare automaticamente gli fps per adattarla ai contenuti sullo schermo. Ciò può essere particolarmente evidente quando si scorrono siti web o documenti. Il testo, le immagini e persino i filmati in movimento scorrono in modo fluido e rimangono visibili indipendentemente dalla velocità di scorrimento verso l'alto e verso il basso. Anche i programmi televisivi e i film ne beneficiano, così come i giochi per computer. Apple ha voluto sottolineare le capacità dei modelli della linea M3 quando si tratta di giocare a titoli impegnativi dal punto di vista grafico, e ProMotion è un punto di forza in quest'ambito (gli schermi ad alta frequenza di aggiornamento sono sempre più comuni nei portatili da gioco di fascia alta).

ProMotion contribuisce inoltre a prolungare la durata della batteria del MacBook Pro riducendo la frequenza di aggiornamento quando rileva contenuti statici.

Infine, è presente una porta MagSafe 3 per collegare (e scollegare) facilmente l'alimentatore. È un'ottima soluzione, soprattutto se si dimentica che il MacBook Pro 16" (M3) è collegato e lo si tira via, perché il caricabatterie si scollega in modo sicuro senza danneggiare alcuna porta. Inoltre, consente di non perdere una delle porte USB-C Thunderbolt 4 quando è necessario ricaricarlo, anche se è possibile utilizzare una di queste porte per ricaricare la batteria se si dimentica il cavo MagSafe 3.

Il MacBook Pro da 16 pollici (M3) non presenta novità dal punto di vista del design, ma questo non è necessariamente un male, anzi. Perché stravolgere un design così bello e riuscito?

  • Design: 5/5

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3): Prestazioni

  • Prestazioni eccellenti
  • Grande salto di qualità rispetto a M1 Pro e M1 Max
  • Consente di giocare a titoli AAA recenti

Apple ha fatto grandi dichiarazioni sui chip M3 Pro e M3 Max durante l'evento di lancio di ottobre ed eravamo curiosi di verificarle. Per il nostro test abbiamo usato un MacBook Pro da 16 pollici con processore M3 Max di fascia alta (con CPU a 16 core e GPU a 40 core) e 48 GB di memoria unificata, ovvero il MacBook Pro da 16 pollici preconfigurato più costoso che si possa acquistare.

Esistono modelli meno potenti ed è anche possibile configurare il MacBook Pro 16 pollici con più memoria e storage SSD, e vi consigliamo di pensare attentamente alla configurazione più adatta alle vostre esigenze in fase d'acquisto. Il modello che abbiamo provato è eccessivo per molte persone, a meno che non abbiate intenzione di eseguire carichi di lavoro molto intensivi quando si tratta di rendering grafico e video, ma trattandosi di un dispositivo Apple, è notoriamente impossibile aggiornarlo da soli, il che significa che le specifiche scelte all'acquisto rimarranno invariate "per sempre".

Se scegliete un modello di MacBook Pro da 16 pollici con specifiche inferiori (M3), non otterrete la stessa esperienza che abbiamo ottenuto con il modello di fascia più alta, ma anche con le specifiche inferiori questa rimane una workstation potentissima.

Secondo Apple, l'M3 Max all'interno del MacBook Pro da 16 pollici offre prestazioni della CPU superiori del 45% rispetto all'M2 Max e prestazioni grafiche superiori del 20%. Non è affatto poco considerando che il modello precedente ha soli nove mesi. Tuttavia, non è sufficiente a giustificare la sostituzione di un modello M2 Max con l'M3 Max, anche se si ottiene un buon prezzo di permuta.

Benchmark

Ecco come si è comportato il MacBook Pro 16 pollici (M3 Max) nella nostra suite di test di benchmark:

Cinebench R24 CPU: Single-Core: 140; Multi-Core: 13,122
Geekbench 6 Single-Core: 3,219; Multi-Core: 21,345
Blender: Monster: 207.7; Junkshop: 125.5; Classroom: 87.8
Autonomia: 24 ore e 35 minuti

Se invece lo paragoniamo al "vecchio" M1 Max, il divario si fa più marcato. Apple dichiara una velocità della CPU superiore dell'80% e prestazioni grafiche superiori del 40%. Tuttavia, è chiaro che quando Apple parla di aumento delle prestazioni, vuole rivolgersi ai possessori di sistemi Intel (siano essi vecchi MacBook o PC Windows 11), e in questo caso i guadagni in termini di prestazioni sono molto più consistenti: Apple dichiara che il MacBook Pro M3 Max da 16 pollici è fino a 5,3 volte più veloce del più veloce MacBook Pro basato su Intel. 

Si tratta di un vanto impressionante, ma si tenga presente che l'ultimo MacBook Pro dotato di un chip Intel risale al 2020; probabilmente Apple si riferisce al modello 2019 di MacBook Pro da 16 pollici, che nella sua configurazione di punta era dotato di un Intel Core i9-9980HK di 9a generazione.

Nei nostri test di benchmark indipendenti, abbiamo riscontrato un buon salto di qualità tra il MacBook Pro 16 pollici M3 Max e M1 Max, con un aumento del 35% in Geekbench 6 nelle prestazioni della CPU single core e un enorme aumento del 69% nelle prestazioni multi-core.

Cinebench R24 ha registrato un salto simile, con un aumento del 25% nelle prestazioni single-core e del 98,9% in quelle multi-core. Questo corrisponde al fatto che l'M3 ha più core che funzionano meglio, quindi le prestazioni multi-core aumentano di conseguenza.

Anche le prestazioni della GPU sono aumentate notevolmente secondo il test Cinebench, con un balzo del 188% per l'M3 Max. Si tratta di risultati davvero impressionanti.

Ma cosa significano per l'uso reale? Nel nostro test di codifica Handbrake, in cui prendiamo un video 4K e lo ricodifichiamo a 1080p, l'M1 Max ha completato l'operazione a 61 fps (fotogrammi al secondo), mentre l'M3 Max lo ha fatto a 107 fps, con un aumento del 76,6%, e con gli fps più alti, l'operazione è stata completata molto più rapidamente.

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Nell'uso quotidiano del MacBook Pro 16" (M3) siamo rimasti particolarmente colpiti dalla velocità di macOS Sonoma, che permette di avere un gran numero di applicazioni aperte e in esecuzione contemporaneamente. Le prestazioni del MacBook Pro 16" con M3 Max rendono il lavoro sul portatile veloce e fluido e, ancora una volta, si ha l'impressione che si tratti di un'esperienza progettata per accelerare i flussi di lavoro, soprattutto per i creativi. 

L'apertura e l'editing di video 4K in Premier Pro sono stati incredibilmente veloci, e come l'aggiunta di effetti e l'uso di strumenti abilitati all'AI. Per gli editor video professionisti una maggiore velocità nel flusso di lavoro significa che i progetti possono essere completati più velocemente, il che potrebbe consentire di accettare più lavoro. Sotto questo punto di vista, il MacBook Pro 16" M3 sembra un saggio investimento.

Uno degli sviluppi più interessanti della famiglia di chip M3 è l'attenzione di Apple per le prestazioni di gioco.

Con giochi come Shadow of the Tomb Raider abbiamo ottenuto 108 fps alle impostazioni più alte con una risoluzione di 1200p (il doppio di quanto ottenuto con l'M1 Max), mentre con Total War: Warhammer III abbiamo raggiunto i 58,2 fps.

In seguito abbiamo provato Baldurs Gate 3, un RPG a turni molto popolare con una versione realizzata per la linea M3 di Apple. Il gioco è apparso fantastico, anche con molte impostazioni grafiche su 'ultra'. Il display ProMotion ha fatto un buon lavoro e, anche se non capita spesso di raggiungere 120 fps su un gioco come Baldurs Gate 3, la possibilità di ottenere frame rate più elevati rende l'esperienza molto più fluida. Ci sono stati alcuni momenti in cui sono apparsi strani glitch grafici, come strane linee nelle ombre, ma sono stati solo temporanei e potrebbero essere dovuti al supporto dei driver per i nuovi chip M3.

Il MacBook Pro da 16 pollici (M3 ha il potenziale per rivaleggiare con molti dei migliori portatili da gioco attuali, è un dato di fatto. È sorprendente che le ventole, pur entrando in funzione, non siano mai diventate rumorose come quelle della maggior parte dei portatili gaming, anche se la parte dello chassis appena sopra la tastiera è diventata sensibilmente calda al tatto durante le sessioni più lunghe.

  • Prestazioni: 5/5

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3): Batteria

  • Oltre 24 ore di autonomia nel test benchmark
  • Il gioco lo prosciuga velocemente

Da quando Apple è passata ai chip proprietari, la durata della batteria di tutti i MacBook è cresciuta notevolmente, soprattutto per i modelli da 16 pollici dotati di batterie fisicamente più grandi e di tutte le caratteristiche di efficienza della linea M3.

Apple sostiene che il nuovo MacBook Pro da 16 pollici "offre la più lunga durata della batteria mai avuta in un Mac" essendo equipaggiato con una batteria ai polimeri di litio da 100 wattora che offre fino a 22 ore di riproduzione video e 15 ore di navigazione web.

Nel nostro benchmark in cui abbiamo fatto girare un video a 1080p in loop finché il MacBook Pro non si è spento, la batteria è durata poco più di 24 ore: un dato impressionante. È improbabile che utilizziate il MacBook Pro 16" solo per guardare un file video locale, ma questo dimostra quanta strada abbiano fatto i laptop: il fatto che un portatile così potente, con uno schermo relativamente grande e luminoso, possa raggiungere questo tipo di risultati era impensabile fino a pochi anni fa.

MacBook Pro 16-inch with screen open in an office

(Image credit: Future)

Quando si utilizza l'Apple MacBook Pro 16" (M3) per attività più intensive, la batteria si esaurisce più rapidamente, ma durante la nostra prova non abbiamo mai avuto la necessità di ricaricarlo a metà giornata. Le prestazioni sono rimaste costanti anche quando il MacBook Pro 16" (M3) non era collegato al caricabatterie, il che è decisamente positivo, dato che alcuni portatili riducono visibilmente le prestazioni quando sono alimentati a batteria per incrementare l'autonomia.

Del resto quando si gioca con la batteria, questa si esaurisce ancora più rapidamente e, se si gioca a un gioco ad alta intensità grafica, l'autonomia è di circa tre o quattro ore. Questo dato può sembrare sconvolgente a fronte di quanto detto finora ma anche i migliori portatili da gioco hanno un'autonomia simile pur essendo concepiti a tale scopo.

Con l'adattatore di alimentazione USB-C da 140 W incluso nell'esemplare in prova, il MacBook Pro da 16 pollici (M3) ha impiegato meno di un'ora per passare dallo zero al 100%.

  • Batteria: 5/5

Apple MacBook Pro 16 pollici (M3 Max): Dovreste comprarlo?

Swipe to scroll horizontally
Scheda punteggio Apple MacBook Pro 16 pollici (M3 Max)
AttributiNoteValutazione
PrezzoCosta davvero tanto, anche a fronte di una qualità complessiva eccellente3 / 5
DesignIl nuovo colore Space Black è fantastico. Display e selezione porte sono al top della categoria5 / 5
PrestazioniL'M3 Max offre prestazioni incredibili, anche nel gaming5 / 5
AutonomiaLa durata della batteria è impressionante a condizione che non si parli di gaming5/5

Acquistatelo se...

Volete il MacBook più potente che possiate acquistare

Non importa se scegliete il modello M3 Pro o M3 Max, avrete un portatile incredibilmente potente, in grado di svolgere praticamente qualsiasi compito.

Siete professionisti che lavorano in ambito creativo e viaggiano spesso

La potenza, lo splendido schermo, gli eccellenti altoparlanti e la grande selezione di porte rendono questo MacBook il portatile perfetto per il professionista in movimento.

Avete sempre voluto un MacBook da gaming

Per la prima volta il MacBook Pro è anche un ottimo portatile da gaming.

Non acquistatelo se...

Avete un MacBook Pro da 16 pollici M2 Pro o M2 Max

Se avete acquistato il MacBook Pro da 16 pollici all'inizio del 2023, potreste essere un po' dispiaciuti per l'uscita di un nuovo modello, ma non preoccupatevi: anche a fronte degli aggiornamenti fatti da Apple non vale la pena di investire cifre folli per passare al nuovo modello.

Avete un budget limitato

L'Apple MacBook Pro da 16 pollici (M3) non ha subito un aumento di prezzo rispetto all'ultimo modello, ma costa ancora parecchio. 

Siete utenti occasionali

A meno che non siate professionisti che lavorano in ambito grafico è improbabile che abbiate bisogno della potenza grezza offerta dal MacBook Pro 16", soprattutto con il chip M3 Max. Per un uso regolare, il MacBook Air 15 pollici (M2, 2023) rappresenta un'opzione molto più sensata.

Considerate anche

Swipe to scroll horizontally
MacBook Pro 16-pollici512GBDell XPS 17 (2022)LG Gram 16 (2023)
CPU:Apple M3 Pro (12-core)Intel Core i7-12700H (8-core)Intel Core i7-1360P (12-core)
GPU:GPU integrata da 18 coreIntel Iris Plus; Nvidia GeForce RTX 3050Intel Iris Xe
RAM:18GB di memoria unificata32GB di RAM DDR516GB di RAM LPDDR5
Display:Display Liquid Retina XDR da 16 pollici, 3456 x 2234 (mini-LED, 1.000 nits di luminosità sostenuta, ampia gamma di colori P3, tecnologia ProMotion)17 pollici UHD (3.840 x 2.400) touch16 pollici, 2560 x 1600, IPS
Archiviazione512GB512GB512GB
Porte:3x Thunderbolt 4 (USB-C), HDMI, slot per schede SDXC, jack per cuffie da 3,5 mm, MagSafe 34 x Thunderbolt 4, lettore di schede SD, jack audio combinato2 x Thunderbolt 4 (USB-C), 2 x USB-A, HDMI, lettore di schede Micro SD
Connettività:Wi-Fi 6e (802.11ax), Bluetooth 5.3Killer Wi-Fi 6 AX1650, 2 x 2, Bluetooth 5.0Intel Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.1
Webcam:Webcam FaceTime HD da 1080pWebcam IR 720pWebcam IR da 1080p
Peso:2.2kg2.17kg1.19kg
Dimensioni:356 x 248 x 17mm375 x 248 x 20 mm354.5 x 242.1 x 16.8mm

Se la nostra prova del MacBook Pro da 16 pollici (M3 Max) vi ha fatto pensare ad altre opzioni o preferite Windows, ecco altri portatili da tenere in considerazione.

Image

Dell XPS 17

Se siete alla ricerca di un portatile Windows che offra un ampio schermo e molta potenza, il Dell XPS 17 è l'opzione migliore. Ha un design elegante che fa sembrare goffo anche il MacBook Pro 16 pollici (M3 Max), ma non dispone della stessa selezione di porte e della potenza pura della workstation Apple.

Recensione: Dell XPS 17 (2022)

Image

LG Gram 16

Amate l'idea di un computer portatile con un grande schermo, ma non volete portarvi dietro un portatile da più di 2KG come il MacBook Pro 16 pollici (M3 Max)? Allora date un'occhiata all'LG Gram 16, un laptop incredibilmente capace che, nonostante l'ampio schermo, pesa una frazione del MacBook Pro.

Recensione: LG Gram 16 (2022)

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.

Con il supporto di