Skip to main content

Recensione StrongVPN

Semplice, sicura e in grado di sbloccare Netflix

Pagina principale
Immagine: StrongVPN

Il nostro verdetto

StrongVPN non è la migliore VPN, ma esegue tutte le funzioni di base, e la possibilità di connettere contemporaneamente fino a 12 dispositivi potrebbe piacere a molti.

Pro

  • Prestazioni sopra la media
  • Supporta fino a 12 connessioni simultanee
  • Sblocca Netflix e iPlayer
  • Dotata di un servizio DNS

Contro

  • I prezzi del piano annuale sono sopra la media
  • L'app di Windows copre solo le funzioni di base
  • Poche funzioni
  • Nessun periodo di prova

Mentre molte VPN cercano di attirarvi con espedienti e numerosissime funzioni (come: "8000 posizioni!", "3 $ al mese se vi iscrivete per 7 anni!"), StrongVPN offre un servizio più semplice che si concentra sui fondamentali.

Esistono app per Windows, Mac, iOS e Android, e istruzioni per l'installazione di router, Fire TV, Kodi e altro ancora. Offre oltre 650 server in 46 città in 26 Paesi. Potete connettervi tramite i protocolli L2TP, SSTP, OpenVPN, IPSec e IKEv2, c'è l'assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 oltre a una garanzia di rimborso di 30 giorni. Nulla di straordinario, ma non è nemmeno così male, siamo sicuri che possa interessare a molti.

Il servizio offre anche alcune sorprese, tra cui il sistema DNS dell'azienda, il supporto telefonico (dalle 14:00 alle 24:00 ora italiana, dal lunedì al venerdì) e l'insolita capacità di connettere fino a 12 dispositivi contemporaneamente. Probabilmente è più di quanto possa servire alla maggior parte delle persone, ma se avete questa esigenza particolare, allora con StrongVPN sarete coperti.

Il prezzo è ragionevole, sono 10 $ al mese se rinnovate l’abbonamento mensilmente. Scegliendo il piano annuale, il costo scenderà a 5,83 $ al mese (CyberGhost, KeepSolid VPN Unlimited, NordVPN e altri hanno dei piani per meno di 3 $ al mese, anche se in alcuni casi dovrete abbonarvi per due o tre anni per ottenere questi prezzi). Tuttavia, nel complesso, quello che viene offerto è più che sufficiente. 

Sito web

StrongVPN afferma di non mantenere i log dei propri utenti, ma non ha fornito maggiori dettagli a conferma di questa dichiarazione (Immagine: StrongVPN) 

Privacy

La politica sulla privacy di StrongVPN è un documento lungo, più di 1.600 parole, e se vi interessano i dettagli, ci sono altri cinque documenti da leggere.

L'azienda cerca di venire in vostro aiuto riassumendo la sua posizione sulla privacy in questi punti:

  • Siamo un servizio VPN a zero log, il che significa che non tracceremo né memorizzeremo mai i vostri dati mentre sarete connessi al nostro servizio VPN.
  • Le uniche informazioni personali (come un indirizzo e-mail e le informazioni di pagamento) che raccogliamo da voi vengono utilizzate per la configurazione del vostro account.
  • Non vendiamo a terzi i vostri dati personali.
  • Utilizziamo i cookies sul nostro sito per fornire funzioni di base e comprendere l'attività del sito in forma aggregata. Potete disabilitare i cookies sul nostro sito in qualsiasi momento. 

Sfortunatamente non c'è nessuno dei dettagli extra che sono forniti dalle VPN concorrenti. L'azienda registra le connessioni al suo servizio? Quali dettagli sono inclusi e per quanto tempo vengono conservati? Il servizio dà la priorità o penalizza qualsiasi protocollo al di sopra di un altro? Non ne abbiamo idea.

Nel complesso i termini di servizio principali di StrongVPN offrono essenzialmente ciò che vi aspettereste, senza registrare come utilizzate la rete VPN. Ma la mancanza di dettagli ci fa sorgere qualche dubbio sul fatto che ci possano essere alcuni problemi minori. Vale anche la pena notare che il servizio ha sede negli Stati Uniti, quindi non ha la protezione legale e della privacy che si può trovare altrove.

StrongVPN ha davvero bisogno di fare di più per chiarire le sue procedure. I concorrenti (NordVPN, TunnelBear, VyprVPN, e anche altri) ormai fanno controllare pubblicamente i loro sistemi per dimostrare le loro credenziali sulla privacy. Solamente dire "guardate che non facciamo nulla di losco" non basta più.

App

Non essendoci una versione di prova disponibile, è necessario pagare per almeno un mese di servizio StrongVPN per poterlo provare (anche se esiste una garanzia di rimborso di 30 giorni.) Abbiamo deciso di fare un tentativo e ci siamo abbonati. Questo ci ha reso disponibili i tasti per scaricare le varie versioni del client per i diversi sistemi operativi: Windows, Mac, iOS e Android. Il sito Web contiene le istruzioni dettagliate per l'installazione manuale di diversi router, Kodi, Linux, Chrome OS, Amazon Kindle e non solo.

Il nostro client Windows ha scelto correttamente il server più vicino noi e lo ha visualizzato su una mappa del mondo. È un utile promemoria visivo della posizione corrente, ma non offre altre funzioni, quindi ad esempio non sarà possibile eseguire lo zoom e spostarsi attorno per selezionare altri server.

I tempi di connessione sono stati rapidi e siamo stati felici di vedere chiaramente le notifiche che ci dicevano quando eravamo protetti. (Ma se non le sopportate, possono essere disabilitate dalle Impostazioni).

Server

StrongVPN vi consente di scegliere la vostra posizione da un elenco di server (Immagine: StrongVPN)  

Cliccando sul nome della posizione corrente si accede a un elenco delle altre opzioni. Per qualche motivo il client li ha costantemente visualizzati in ordine alfabetico inverso (USA in alto, Australia in basso). Era possibile cambiare il tipo di ordinamento nella parte superiore della finestra, ma il client lo ha ripristinato all'ordine inverso alla riapertura successiva dell'elenco.

Non c'è nessuna delle funzionalità che speravamo di vedere nel menu di selezione della posizione VPN. Nessuna indicazione del carico del server o del ping per aiutare nella scelta, nessun elenco dei preferiti, né una lista delle "connessioni recenti". Facendo clic con il tasto destro sull'icona della barra delle applicazioni del client viene visualizzato il tasto Connetti, ma non è possibile scegliere un nuovo server.

Cambiare server è più scomodo rispetto ad altre VPN, poiché non potrete scegliere una nuova posizione fino a quando non avrete chiuso la connessione in corso.

Impostazioni

È possibile abilitare un kill switch dalle impostazioni di StrongVPN, ma non si può specificare il tipo di connessione OpenVPN (Immagine: StrongVPN)  

La finestra delle Impostazioni contiene alcuni punti positivi. Un kill switch blocca la vostra connessione Internet se la connessione VPN fallisce; è possibile specificare il tipo di connessione OpenVPN (UDP o TCP) e la porta; una funzione Scramble potrebbe aiutarvi a bypassare il blocco VPN; c'è più aiuto diagnostico del solito in un registro di connessione integrato e, su Windows, un'opzione per reinstallare il driver TAP (l'interfaccia di rete virtuale comunemente usata dalle VPN per collegarsi online).

Tuttavia, non ci sono altre funzioni avanzate che ci si potrebbe aspettare altrove, come il DNS leak, le opzioni di configurazione o la possibilità di connettersi automaticamente quando si accede a hotspot wireless non sicuri.

Testando il kill switch, ci siamo accorti di un problema imprevisto. Quando abbiamo chiuso forzatamente la nostra connessione, il client ha bloccato correttamente l'accesso a Internet, aggiornato la sua interfaccia per mostrare che c'era un problema e ha tentato di riconnettersi. Ma poi è rimasto bloccato nella fase di riconnessione. Prima di poter continuare, abbiamo dovuto chiudere e riavviare il client. Questo non è un problema fatale - la nostra privacy è stata sempre protetta - ma potrebbe essere scomodo.

A parte i potenziali problemi durante la fase di riconnessione, StrongVPN ha comunque coperto le basi e svolto bene le sue funzioni principali. Le connessioni IKEv2 erano veloci, la sua configurazione OpenVPN utilizzava una crittografia AES-256-CBC molto sicura e non c'erano DNS leak o WebRTC.

Netflix

Surfshark è stato in grado di sbloccare Netflix durante tutti i nostri test (Immagine: Netflix) 

Netflix

StrongVPN non pubblicizza la possibilità di riuscire a sbloccare siti Web specifici, ma afferma che una delle funzioni offerte dal servizio è quella di permettervi di "liberarvi dalle limitazioni locali del vostro indirizzo IP e godervi un vero World Wide Web".

Accedere a BBC iPlayer non è stato semplice come con StrongVPN, ma siamo comunque riusciti a connetterci ad uno dei tre server del Regno Unito, e questo è abbastanza.

Visualizzare contenuti YouTube limitati per gli Stati Uniti è così facile che quasi ogni VPN al mondo può farlo, ma lo abbiamo provato comunque, per essere sicuri, e StrongVPN ha superato il test.

Netflix è la vera prova per la capacità di sblocco di una VPN, ma StrongVPN è riuscita anche in questo, permettendoci di far partire lo streaming dei contenuti limitati agli Stati Uniti da tutti e cinque i nostri server di test. 

Prestazioni

Testiamo le prestazioni di ogni VPN che esaminiamo con OpenSpeedTest (Immagine: OpenSpeedTest) 

Prestazioni

I nostri test delle prestazioni sono iniziati in modo positivo, con i server più vicini abbiamo raggiunto 60-65 Mbps con la nostra connessione di prova da 75 Mbps. Le velocità statunitensi erano altrettanto impressionanti, con una media di 55-60 Mbps dai server di New York.

La maggior parte delle velocità sulle lunghe distanze è aumentata in modo significativo dalla nostra ultima recensione. La Corea del Sud era un eccellente 50-60 Mbps, mentre l'Australia gestiva 25-35 Mbps e  30 Mbps medi a Singapore.

L'unico problema riscontrato in tutti i nostri test è stata la Polonia, che ha raggiunto un picco di circa 10 Mbps, ma spesso è stata molto, molto più lenta. Questo potrebbe essere stato un problema temporaneo, ma nel complesso StrongVPN si è comportata molto bene.

Nel caso dovessero sorgere dei problemi, il sito di StrongVPN offre alcuni tutorial e guide per la loro risoluzione. Non sono così ben organizzati come speravamo e alcuni sono seriamente obsoleti (l'articolo "Risoluzione dei problemi di velocità" per Windows non era stato aggiornato da ben 10 mesi e riguardava una versione precedente del sistema operativo). Ma ci sono comunque alcune informazioni utili, e la chat live è disponibile se avete bisogno di più aiuto.

Verdetto finale 

StrongVPN non offre molte funzioni, ma gestisce abbastanza bene quelle basilari di una VPN e, se connettere fino a 12 dispositivi contemporaneamente vi può interessare, potrebbe valere la pena di provarla.