Skip to main content

Recensione Samsung RU8000

Samsung RU8000, non sempre serve un pannello QLED per sorprendere

Samsung RU8000 (UE55RU8000, UN55RU8000)
(Image: © Samsung)

Il nostro verdetto

La serie Samsung RU8000 offre un ottimo rapporto qualità/prezzo grazie al sistema operativo ricco di funzioni e dall'interfaccia intuitiva, compreso il controllo vocale con Bixby. Rinunciare alla tecnologia QLED costa a RU8000 una luminosità inferiore e colori meno vividi, tuttavia la qualità generale non ne risente quanto ci aspettavamo.

Pro

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Buona qualità dell'immagine
  • Ottimo software
  • Supporto HDR10+

Contro

  • Qualità costruttiva
  • Angoli di visione limitati
  • Problemi occasionali di livello del nero
  • Nessun supporto Dolby Vision

La tecnologia Quantum Dot "QLED" di Samsung offre un'esperienza premium ma a un prezzo non indifferente, quindi è bello sapere  che il colosso di Seul produce TV entry-level con una buona qualità dell'immagine e un ottimo software  anche nei prodotti di fascia bassa, come RU8000. 

Questi modelli sfruttano filtri  colore meno brillanti, hanno sistemi di retroilluminazione meno efficienti e, di conseguenza, sono molto più convenienti. Ma la domanda è: questo TV è in grado di offrire un rapporto qualità/prezzo che ne giustifichi l'esistenza? Sì. 

Prezzo e disponibilità

Samsung RU8000 è un TV entry-level del 2019 ed è disponibile in Europa in quattro formati: 49 pollici, 55 pollici, 65 pollici e 75 pollici. 

(Image credit: Samsung)

Design

RU8000 non è particolarmente glamour per gli standard di Samsung: la  cornice dello schermo è sottile ma fragile e durante l'unboxing scoprirete che i due supporti a L in plastica lucida sono alquanto dozzinali. La buona notizia è che, sebbene non sia così sottile sul retro come alcuni dei TV LCD di oggi o, soprattutto, dei televisori OLED, non è certamente pesante. 

La cornice non è particolarmente resistente ma è piuttosto sottile, per cui non distrae dalla visione dei contenuti. Un punto di forza di questo TV è rappresentato dai quattro ingressi HDMI, tutti in grado di gestire 4K e HDR. Ci sono anche un paio di porte USB per funzioni multimediali, oltre al supporto Wi-Fi e Bluetooth integrato. Purtroppo su RU8000 non è disponibile alcun jack per cuffie. 

In breve: è un televisore  leggero ma fragile, la qualità costruttiva lascia a desiderare e i supporti in plastica sono "dozzinali", tuttavia, è discretamente rifinito e vanta ben quattro ingressi HDMI. 

(Image credit: Samsung)

Software (Tizen Eden 2.0)

Samsung RU8000 vanta la stessa piattaforma Eden 2.0, basata su Tizen, sfoggiata dai modelli QLED 2019 del marchio sudcoreano. Questa offre una schermata iniziale semplice e salvaspazio, con una fila ordinata di icone di collegamento nella parte inferiore dello schermo. 

A volte viene visualizzata un’ulteriore barra, sopra a quella principale, con i ai contenuti dell'app, se quest’ultima supporta tale funzione. Potete modificare la posizione delle icone lungo la fila in base alle vostre preferenze mentre Bixby, il controllo vocale di Samsung, consente di inserire  termini di ricerca e comandi operativi semplicemente parlando al telecomando. 

Potete anche usare Amazon Alexa, ma solo se avete un dispositivo compatibile esterno. La piattaforma intelligente di Samsung supporta un lungo elenco di app:  Netflix, YouTube, Amazon Prime Video e Apple TV, che fornisce l'accesso al servizio Apple TV+ nonché alla libreria di film e programmi TV iTunes del colosso di Cupertino. 

Tutti i contenuti delle app video vengono riprodotti in 4K e HDR, ove disponibile, la riproduzione HDR copre i formati HDR10, HDR10+ e HLG, ma non  Dolby Vision. Samsung RU8000 è equipaggiata con un processore Quad Core ben inferiore ai chip dei televisori premium, ma durante i nostri test si è rivelato adeguato. 

In breve: l'ultima piattaforma intelligente di Samsung mette a portata di mano grandi quantità di contenuti occupando il minor spazio possibile sullo schermo, un'interfaccia semplice e "intelligente". 

(Image credit: Samsung)

Prestazioni HDR/SDR

Samsung RU8000 gestisce al meglio i contenuti HD e SDR, ossia la maggior parte dei programmi TV. Il suo "Processore UHD" fa un buon lavoro nel convertire contenuti 1080p in 4K. Le fonti in HD vengono upscalate adeguatamente e le immagini sono  nitide e dettagliate, senza rumore. 

Raramente un segnale HD di bassa qualità risulterà sgranato con le impostazioni predefinite della modalità standard (che consigliamo alla maggior parte degli utenti), ma si può risolvere il problema diminuendo la nitidezza dalle impostazioni.. Consigliamo questa "correzione" piuttosto che utilizzare la riduzione del rumore, poiché abbassa ulteriormente la nitidezza delle immagini. 

L'upscaling di RU8000 è meno utile con contenuti SD e HD di scarsa qualità come le trasmissioni digitali più compresse, che tendono ad essere meno nitide e talvolta mostrano un leggero cambiamento di colore, ma sono ancora idonee alla visione. 

Un discreto contrasto e colori abbastanza luminosi rendono RU8000 eccellente con  sorgenti SDR (gamma dinamica standard), a questo prezzo. Le scene scure su contenuti Blu-ray ci hanno convinto, i neri risultano profondi anche accanto a zone particolarmente luminose. Le scene luminose dei contenuti SDR sembrano ugualmente avvincenti; colori ricchi e pieni si combinano con un ottimo controllo della luminosità per offrire una gamma impressionante di tonalità e sfumature. 

Nei contenuti SDR, la tonalità della pelle è elaborata adeguatamente, abbastanza per evitare l'aspetto "plastico" che a volte si riscontra in televisori  di questa fascia, e non c’ accenno di banding. Occasionalmente le aree molto scure dell'immagine possono perdere un po' di dettaglio, ma è decisamente meglio rispetto allo scarso contrasto di cui soffrono molti modelli entry-level. 

La qualità del pannello di Samsung UE55RU8000 va a supportare la bassa potenza del processore di imaging, migliorando la gestione dei contenuti HD. Vale anche la pena notare, infine, che l'upscaling e la gestione del colore di questo TV sono così buone che anche le sequenze in movimento risultano gradevoli.

In breve: Samsung RU8000 gestisce le immagini HD e SDR in modo piuttosto brillante, a questa cifra. 

(Image credit: Samsung)

Prestazioni in 4K/HDR

La nitidezza, che ha caratterizzato le immagini HD upscalate, è persino più evidente nei contenuti in 4K. In effetti, la differenza tra HD e 4K è insolitamente pronunciata per un modello così conveniente. L'estrema chiarezza e nitidezza delle immagini 4K di RU8000 la si riscontra anche nelle scene movimento, la compensazione del movimento è davvero valida per un pannello LCD, raramente incontrerete interferenze o blur. 

Noi di Techradar vi consigliamo di personalizzare l'impostazione di movimento e della sfocatura su valori di circa tre o quattro. (L'impostazione di movimento automatica predefinita di Samsung provoca alcuni effetti collaterali indesiderati come ghosting e doppio rendering di piccoli oggetti). 

RU8000 se la cava bene anche con i contenuti in HDR, sebbene mostri i propri limiti in questo caso: abbiamo rilevato una luminosità di picco di circa 360 nits (basato sulla riproduzione di una finestra HDR bianca che copre il 10% dell'area dello schermo). A confronto, Q60R, il modello QLED più economico, raggiunge quasi 600 nit. 

Discorso simile anche per i colori, sebbene RU8000 abbia un ampio supporto cromatico (Samsung dichiara oltre un miliardo di sfumature) grazie al cosiddetto sistema Dynamic Crystal Color, non può produrre gli stessi volumi di colore dei suoi fratelli QLED. 

I test effettuati però non gli rendono giustizia; ad esempio, le immagini HDR più luminose sembrano talmente brillanti da smentire i 360 nits di picco che abbiamo rilevato. Anche i colori sono ricchi e in genere convincenti, anche se non possono beneficiare degli stessi livelli di luminosità di Q60R. 

A dirla tutta, i colori di RU8000 sembrano spesso più convincenti di quelli di Q60R; la luminosità minore di 55RU8000 in realtà sembra adattarsi meglio alla sua portata cromatica, in modo da evitare in genere l'aspetto leggermente sbiadito che presentano alcuni toni su Q60R. 

La bassa luminosità per assurdo migliora il contrasto delle fonti HDR, al punto che fatichiamo a trovare un altro modello, nella fascia di prezzo di RU8000, in grado di fornire neri altrettanto profondi nei contenuti HDR.

Purtroppo i limiti di questo set emergono nelle immagini HDR più complesse come i paesaggi urbani notturni, ma questo è praticamente inevitabile con qualsiasi TV che, come RU8000, utilizza l'illuminazione a LED edge senza local dimming. 

Detto questo, pochi altri televisori offrono livelli di nero così validi nelle scene più scure, a questo prezzo. Le cattive notizie? Il notevole contrasto e le prestazioni cromatiche di RU8000 vengono meno a certe angolazioni. Se questo fosse un problema per voi, potreste optare per un televisore con tecnologia IPS, RU8000 infatti ha un pannello VA. Tuttavia, ricordate che i pannelli IPS non possono competere con quelli VA in termini di contrasto.

In breve: le immagini 4K native su RU8000 sono molto nitide e dettagliate. La visualizzazione di contenuti HDR è limitata dalla scarsa luminosità e da una gamma cromatica inferiore rispetto a quella dei TV QLED, ma a questo prezzo è decisamente soddisfacente. 

Audio

RU8000 è nella media sul fronte audio. Il suono è piuttosto pulito e dettagliato anche nelle scene d'azione ad alto volume e la diffusione è più ampia di quella che si sente normalmente su TV entry-level. Le voci tendono a essere convincenti e pulite, ed è un sollievo scoprire che, sebbene la struttura conti su materiali e assemblaggio di fascia bassa, , non vibra. 

Per contro i bassi non sono molto presenti, e il suono è piuttosto piatto, senza picchi per i momenti topici né un tono bisbigliato per le scene più silenziose; sembra esserci un forte effetto di compressione.

In breve: il comparto audio di RU8000 è senza infamia e senza lode. 

Conclusioni

Osservando le specifiche si potrebbe presumere che RU8000 non possa giustificare la sua posizione tra la serie Samsung RU7470, che vanta un'incredibile rapporto qualità/prezzo, e i televisori QLED che sono più luminosi e colorati, ma non è così. 

Nel complesso, rappresenta una valida gamma, anche se parte del suo fascino è da attribuire alla qualità non eccelsa di Samsung Q60R