Skip to main content

Samsung Q60R QLED

Uno degli schermi di punta di Samsung senza prestazioni al top

Samsung Q60R QLED TV
(Image: © Samsung)

Il nostro verdetto

Il Samsung Q60R ha alcuni degli attributi dei top di gamma Samsung, ma resta fuori dal podio

Pro

  • Pannello QLED più conveniente
  • Buone prestazioni HD / SDR
  • Piattaforma intelligente veloce e reattiva
  • Ottimo per i giocatori

Contro

  • Pannello illuminato dal bordo
  • Manca il OneConnect Box
  • Luminosità limitata
  • Suono carente

Negli ultimi anni i televisori QLED di Samsung sono diventati sinonimo di schermi luminosi, colorati e, certamente, piuttosto costosi. Ecco perché c'è sempre stato un modello base, che si tratti del Samsung Q6FN dell'anno scorso, del Samsung Q6F dell'anno precedente o, quest'anno, del nuovissimo Samsung Q60R QLED TV. 

C'è sempre stato un modo per ottenere un TV QLED a un prezzo inferiore, nel bene e nel male. Il problema qui è che nonostante abbia un pannello QLED, il TV di livello più basso nella gamma QLED di Samsung manca delle migliori funzionalità della tecnologia QLED: non utilizza OneConnect Box per i cavi e, peggio ancora, non utilizza la tecnologia LED Full-array per l’illuminazione, i LED infatti sono situati nel bordo dello schermo. 

Questo televisore non ha gli stessi pannelli luminosi e ricchi di colori che vediamo altrove nella gamma QLED, capaci di far brillare davvero i contenuti HDR.

Detto questo, mentre questo TV può avere alcune delle caratteristiche della gamma QLED di Samsung, il Q60R non non impiega tecnologie di ultima generazione. Ciò non lo rende un cattivo televisore in generale - in effetti, è ottimo per guardare contenuti HD/SDR - semplicemente non è all'altezza delle prestazioni degli altri televisori QLED.

Se cercate un TV QLED nel prossimo futuro, il Black Friday sarà un ottimo momento per trovare un affare fantastico. Assicuratevi di aggiungere ai preferiti la nostra pagina delle migliori offerte TV del Black Friday per gli ultimi sconti tra il Black Friday e il Cyber Monday

Prezzo e disponibilità 

I Samsung Q60/Q60R sono i televisori QLED di livello base del 2019. Sono disponibili per l’acquisto da aprile in sei dimensioni dello schermo: 43, 49, 55, 65, 75 e 82 pollici. La differenza principale tra i modelli è il prezzo (ovviamente) e il fatto che le dimensioni dello schermo più grandi (75 e 82 pollici) sfruttano la tecnologia Samsung Wide Angle che aiuta le immagini a mantenere la saturazione del colore quando vengono visualizzate lateralmente.

In Italia i prezzi partono da 530 euro nella fascia bassa per il QN43Q60RAFXZA da 43 pollici e si estendono fino ai 2.300 euro per il modello da 75 pollici. Abbiamo testato il QN65Q60RAFXZA da 65 pollici che arriva a 1.400 euro - che riteniamo offra un buon equilibrio tra prezzo e prestazioni. Detto questo, il QN55Q60RAFXZA da 55 pollici è anche un buon acquisto a 910 euro

Design

Sebbene sia il QLED di livello più basso in termini di prestazioni, il Q60R è simile agli altri televisori in termini di design. La cornice sottile è ridotta al minimo e le gambe a forma di U si adattano perfettamente allo schermo. Meglio ancora, il televisore è sottile se visto di lato e ciò significa che starà benissimo sulla vostra parete. 

Sfortunatamente, sia la mascherina che le gambe sono realizzate in plastica e possono facilmente spezzarsi o scheggiarsi - solo un motivo in più per considerare il montaggio a parete.

Lo spessore contenuto del TV è dovuto ai LED posti nella cornice invece di impiegare il sistema d'illuminazione Full-array. Il rovescio della medaglia è che il TV non può diventare luminoso come i modelli che utilizzano un pannello Full-array a luce diretta e un ottimo contrasto.

Parleremo di questi problemi più avanti nella sezione dedicata alle prestazioni, se non altro però il televisore è relativamente sottile.

Sul retro troverete tutte le porte di connessione; quattro porte HDMI (tutte HDMI 2.0 e HDMI 4 con ARC), due porte USB e una porta di uscita audio digitale. Le porte USB possono essere utilizzate per alimentare una chiavetta per lo streaming se non si desidera utilizzare la piattaforma intelligente integrata di Samsung, oppure possono essere utilizzate come porte per una chiavetta USB con supporti aggiuntivi. Insomma, sono molto utili.

Parlando di funzioni che sarebbe bello avere, il Samsung Q60R non ha il OneConnect Box, che sarebbe perfetto per nascondere i cavi. Il modo in cui questo TV è configurato obbliga a far passare i cavi direttamente nella parte posteriore dello schermo, e se non state attenti questo può creare un po’ di confusione. 

La mancanza del OneConnect Box non è così grave, ma se non potete farne a meno dovrete scegliere un modello di fascia alta.

Design in breve: nonostante sia costruito per la maggior parte in plastica, il Samsung Q60R è un televisore di bell'aspetto che è relativamente sottile grazie al pannello a LED.

(Image credit: Samsung)

Smart TV (Tizen)

Ciò che il Samsung Q60R condivide con i suoi fratelli QLED, tuttavia, è la piattaforma intelligente Tizen. È veloce e reattiva, semplicemente una delle migliori piattaforme intelligenti sul mercato insieme a WebOS e Roku TV di LG.

Come il sistema operativo Tizen dell'anno scorso, aspettatevi molte delle stesse app qui: Netflix e Amazon Prime Video sono in testa e occupano i primi posti nella barra dei contenuti e sul telecomando stesso.

All'estrema sinistra della barra dei contenuti di casa troverete la Guida universale che funge da area di raccomandazione per i nuovi contenuti e l'app TV + di Samsung che combina feed di contenuti online con canali OTA se hai un'antenna.

Le ultime aggiunte alla versione 2019 del software includono la modalità Ambient su ogni set della lineup di quest'anno (in precedenza era limitata ai televisori di livello superiore), oltre a Apple Airplay 2 e Apple TV che consentono di trasmettere film in streaming dall’account iTunes e dai dispositivi Apple. 

Detto questo, l'assistente virtuale del televisore è ancora Bixby, che sarà in grado di aiutarti a controllare i dispositivi intelligenti collegati insieme dal tuo account Samsung SmartThings.

Mentre la maggior parte delle nuove funzionalità sono eccezionali, in particolare l'integrazione di Apple TV e la modalità Ambient che aiuta il TV a mimetizzarsi con il muro quando è in modalità standby, abbiamo avuto problemi a far riconoscere a Bixby alcuni nomi di film e Netflix occasionalmente ha riscontrato un errore che ci ha richiesto di riavviare l'app. Questi erano problemi minori, in definitiva, e non toglievano troppo all'esperienza complessiva.

Smart TV in breve: la piattaforma intelligente Tizen veloce e reattiva continua a aprire nuove strade, offrendo l'integrazione di Apple TV direttamente nelle smart TV di Samsung.

Prestazioni HD/SDR 

Se state acquistando questo televisore per guardare contenuti HD/SDR (via cavo, via etere e contenuti non in 4K dai servizi di streaming), non rimarrete delusi dalle prestazioni del Samsung Q60R. 

Questo perché, come forse già saprete, i contenuti HD/SDR non hanno bisogno di una luminosità di alto livello per produrre immagini sbalorditive. Tutto ciò di cui ha bisogno è un buon sistema di upscaling per le immagini, il Q60R possiede.

Il Samsung Q60R monta il processore Qunatum 4K della società che utilizza algoritmi per l’intelligenza artificiale per compilare i dettagli durante l'upscaling da HD a 4K. L'immagine risulta non solo più chiara, ma anche più accurata nel colore, anche nella modalità Immagine dinamica.

Il processore può acquisire qualsiasi immagine, che si tratti di un video YouTube a 720p o di una trasmissione via etere, e renderla abbastanza bella. Preferiamo ancora il processo di upscaling di Sony rispetto a quello di Samsung, ma sono sempre più difficili da distinguere.

In HD / SDR, troverete quattro impostazioni dell'immagine: Dinamica, Standard, Naturale e Film: le due centrali sembrano relativamente simili con un leggero cambiamento di luminosità, mentre l’ultima aggiunge una leggera tonalità seppia all'intera immagine. 

Questa è in realtà una delle poche volte in cui consigliamo di utilizzare l'impostazione Dinamica, in quanto produce la massima luminosità a scapito di alcune immagini saturate. Non è l'ideale se volete ottenere le impostazioni dell'immagine più vicine alla realtà, ma se vi trovate in una stanza luminosa è unica opzione disponibile.

Durante il nostro test abbiamo guardato una serie di film e programmi TV HD/SDR tra cui Baby Driver e le prime due stagioni di Dirk Gently - Agenzia di investigazione olistica. Il primo si è rivelato un ottimo banco di prova per la gestione delle scene in movimento, in quanto vi sono molte scene di inseguimento nel film, mentre il secondo è stato una buona prova per testare i colori.

In termini di gestione del movimento, Samsung ha fatto molta strada - e probabilmente ora ha un vantaggio su LG nella categoria. La maggior parte delle scene d'azione di Baby Driver sembravano super fluide, mentre le scene di dialogo non avevano mai quell'effetto soap-opera. Sfortunatamente, i colori della seconda stagione di Dirk Gently - Agenzia di investigazione olistica erano un po' saturi e non hanno fatto nulla per aiutare la cinematografia altrimenti eccezionale della serie TV. 

Abbiamo notato un po' di motion blur durante la riproduzione di Days Gone su PS4 Pro, ma, di nuovo, non era molto evidente.

Prestazioni HD/SDR in breve: con un ottimo motore di upscaling e luminosità sufficiente, il Q60R è uno schermo HD/SDR buono ma non incredibile.

Prestazioni in 4K/HDR 

Il punto in cui siamo rimasti un po' delusi è stato con le prestazioni 4K/HDR, che in realtà sono praticamente inesistenti rispetto ai TV QLED di fascia alta di Samsung. 

Tutto ciò si riduce al fatto che questo non è un modello retroilluminato direttamente a LED- non può brillare come i suoi fratelli QLED, ciò significa che non avrete lo stesso livello di contrasto e che offre una gamma più piccola di colori visualizzabili nonostante il supporto dei formati HDR10 e HDR10+.

I film e le serie TV 4K/HDR non brillano esattamente come farebbero sui top di gamma, soprattutto in una stanza luminosa. Confrontato con il Vizio P-Series Quantum dello scorso anno o il Sony X950G di pochi mesi fa, il Q60R sembra decisamente non all’altezza.

È chiaro che Samsung Q60R non abbia una luminosità eccelsa, e non è al top nemmeno coi livelli di nero: in diverse occasioni abbiamo notato un abbassamento del livello di nero e la rimozione di dettagli in aree di estrema oscurità mentre guardavamo contenuti in 4K HDR. Succede di tanto in tanto e, sebbene non sia grave, è qualcosa che non vedreste così frequentemente su un altro TV con prezzi simili.

A questo punto probabilmente abbiamo dipinto il Q60R come un TV 4K poco brillante.Questo è certamente vero quando si confronta ad altri schermi o si passa da Dinamica a una delle impostazioni delle immagini più banali, ma in realtà ha alcuni meriti: abbiamo parlato della gestione del movimento sorprendentemente buona e dell’accuratezza del colore nella sezione precedente, oltre all'impostazione dinamica che aggiunge un po' di colore all'immagine. 

Andava anche bene quando guardavamo contenuti sportivi 4K/HDR come Last Chance U su Netflix, una serie che non utilizza davvero tutti i colori che il televisore è in grado di produrre.

L'altro lato positivo qui è che il Q60R ha uno schermo abbastanza buono per i giocatori grazie al suo basso ritardo di input e alla modalità di gioco automatica che riconosce quando una console e collegata. 

Questa è anche il primo TV al mondo supportato da FreeSync, che lo rende un compagno perfetto per qualsiasi sistema AMD.

Prestazioni 4K/HDR in breve: Anche se non ha i colori più brillanti e i neri più profondi, il Q60R è una buona scelta per i giocatori che preferiscono la reattività rispetto alla qualità visiva o per gli appassionati di documentari che non hanno bisogno di effetti visivi a livello cinematografico.

Comparto audio

Come le prestazioni visive, le prestazioni audio del Q60R non sono il massimo. Tra i lati positivi, la nuova funzione Intelligent Audio controllata dall'intelligenza artificiale aiuta a elevare i medi e ad aggiungere chiarezza ai dialoghi, ma non si avvicina nemmeno a ciò che chiamiamo suono cinematografico.

Il più delle volte il suono è mediocre in termini di ricchezza e bilanciamento tonale. Non è il televisore ideale per l’ascolto della musica, né il più adatto per far prendere vita alla colonna sonora di un film, ma è buono per i dialoghi.

La buona notizia per le persone che desiderano quel tocco in più in termini di audio è che il TV ha Bluetooth integrato, uscita audio ottica e HDMI ARC, tutti modi per far arrivare l'audio a qualsiasi tipo di altoparlante sul mercato.

Per una configurazione surround, il miglior partner per il Samsung Q60R è una soundbar Samsung: non solo combacerà con l'estetica del TV, ma si tratta anche di alcuni dei diffusori compatti dal suono migliore nel 2019.

Audio in breve: il suono è un po 'confuso, ma nel complesso puoi aspettarti dialoghi chiari grazie alla nuova funzione Intelligent Audio. 

The Sony X950G is a good alternative to the Samsung Q60R.

The Sony X950G is a good alternative to the Samsung Q60R. (Image credit: Sony)

Altri televisori da tenere in considerazione 

Ci sono pochissimi TV al mondo che hanno la vasta gamma del Samsung Q60R, che permette di scegliere tra una variante da 43 pollici super economica e una versione comprensibilmente costosa da 82 pollici.

Poiché non esiste un’altra serie più versatile, concentriamoci invece sugli schermi che potreste acquistare allo stesso prezzo nell’intervallo tra 55 e 65 pollici.

Manca di molti dei trucchi più interessanti di Samsung come AI Sound e Quantum Processor 4K, ma la serie TCL 6 è ancora uno dei nostri TV HDR 4K di fascia media preferiti. Può essere acquistato per circa 270 euro in meno rispetto al Samsung Q60R e offre una qualità delle immagini migliore oltre al supporto per Dolby Vision.

Un'altra buona scelta sarebbe la serie X950G di Sony, che ha una serie di caratteristiche comparabili e offre immagini più luminose e incisive. È leggermente più costoso del Q60R, ma vale la pena darci un’occhiata prima di acquistare il TV QLED di livello base di Samsung.

Conclusioni

Ci è piaciuto che Samsung abbia scelto la stessa piattaforma intelligente Tizen e offra a questo modello budget molte delle stesse modalità della serie Q90R (come il processore Quantum 4K, Intelligent Audio e Freesync), ma l'assenza di un pannello Full-array allontana, visivamente, questo modello dai top di gamma.

Preso da solo, il Q60R è un raffinato TV 4K. Non offre un valore a 360° né le migliori prestazioni della sua categoria, ma è più che sufficiente per i contenuti HD/SDR.