Skip to main content

Recensione Samsung Q900TS QLED 8K TV

Un TV 8K con caratteristiche premium

Samsung Q900TS QLED 8K TV review
(Image: © Samsung)

Il nostro verdetto

Samsung Q900TS è un’eccellente TV 8K e offre prestazioni simili a quelle del Q950T. Tuttavia, per un TV 8K con un pannello meno ampio di 65 pollici o più economico, occorre cercare altrove.

Pro

  • Incredibile upscaling in 8K
  • Ottimo software
  • Cornice pressoché invisibile

Contro

  • Un leggero rumore di fondo con contenuti HD
  • Contrasto aggressivo
  • Manca il supporto a Dolby Vision

Samsung Q900TS è un TV 8K premium; è privo della One Connect Box fornita con il Q950T e costa più del Q800T (o del Q700T). Per farla breve, è il modello 8K di fascia alta che offre prestazioni al top a un prezzo inferiore a quello del top di gamma.

La cornice dello schermo è pressoché invisibile, il che cattura l’occhio sia quando il TV è acceso che spento. Sono disponibili quattro porte HDMI, tuttavia solo una di queste è HDMI 2.1, uno standard necessario per sfruttare al meglio le nuove console: PS5 e Xbox Series X.

L'audio è impressionante grazie al nuovo sistema audio OTS+ che esalta gli effetti speciali, i dialoghi e le colonne sonore dei film. Sì, il comparto audio non ha la stessa potenza di una soundbar, ma si riscatta grazie alla spazialità del suono e al livello di dettaglio.

Samsung sta puntando molto sui TV 8K, sebbene non siano ancora disponibili contenuti nativi a tale risoluzione.

La buona notizia è che Samsung Q900TS esegue un upscaling eccezionale sia delle fonti 4K che HD. 

Come abbiamo riportato in molte recensioni di TV Samsung, l'azienda ha implementato un sistema di local dimming piuttosto aggressivo per evitare aloni e blooming intorno ai contorni più luminosi delle immagini. Funziona bene, ma talvolta le immagini HDR non sono esplosive come vorremmo.

Samsung Q900TS condivide molte delle specifiche del Q950T, tuttavia, se volete spendere meno di 4.385 euro, dovrete cercare altrove.

Disponibilità e prezzo

Samsung Q900TS è disponibile in due formati: quello da 65 pollici costa 4.385 euro, mentre il modello da 75 pollici viene venduto a 5.850 euro (Samsung store). 

A confronto, il top di gamma, il Q950TS è disponibile anche nella variante da 85 pollici che ha un cartellino di ben 12.000 euro.

(Image credit: TechRadar)

Design

  • Rapporto schermo/corpo del 99%
  • Una porta HDMI 2.1
  • Telecomando in metallo

Il design del Q900TS è strabiliante: vanta un rapporto schermo/corpo del 99%(!), come il Q950T. Lo stile è elegante e minimale ed è un piacere da guardare anche quando il TV è spento. 

Non è il QLED più sottile in circolazione, per via della retroilluminazione full array (FALD), tuttavia è “piatto”, non ci sono sgradevoli convessità sul lato posteriore.

Il bordo superiore e i lati sono di colore argento / grigio e sono forati per consentire al suono di fuoriuscire dal sistema audio a 4.2.2 canali. 

L’installazione è relativamente semplice: il supporto centrale si collega al pannello tramite otto piccole viti. Occorrono due persone per sollevare un pannello da 65 pollici senza causare danni. Si fatica un po’ di più rispetto all'assemblaggio del Q60T (senza viti), ma non è la fine del mondo.

Sul lato posteriore, ci sono quattro ingressi HDMI di cui uno HDMI 2.1 (che consente trasmissioni video 8K / 60Hz e 4K / 120Hz). È un peccato che ce ne sia solo uno, soprattutto per coloro che intendono acquistare sia Xbox Series X che PlayStation 5. Va anche detto che, console a parte, non ci sono periferiche in grado di sfruttare appieno tale ingresso. Quest’ultimo supporta anche lo standard eARC che consente di trasferire dati audio avanzati a una soundbar esterna.

Ci sono anche due porte USB, invece delle tre del Q950T, oltre a ingressi RF, Ethernet e ottici. Nella confezione, sono inclusi due telecomandi: uno in plastica, con un tastierino numerico completo e pulsanti gommati, e uno in metallo con puntatore laser. Quest'ultimo è più elegante e presenta un pratico meccanismo di aggancio per l'inserimento delle batterie; è una vera gioia da usare.

Purtroppo, manca la One Connect Box, la differenza principale tra Q900TS e Q950T.

(Image credit: TechRadar)

Software

  • Elegante interfaccia Tizen
  • Manca il supporto a Dolby Vision
  • Numerose app di streaming preinstallate

Samsung Q900TS viene fornito con il sistema operativo Tizen. Proprio come la piattaforma webOS di LG, presenta una linea orizzontale dalla quale è possibile avviare le app di streaming, modificare il preset delle immagini, selezionare l’ingresso video o attivare il servizio gratuito Samsung TV Plus.

Tutte le principali app di streaming sono già preinstallate: Netflix, Amazon Prime Video, Rakuten TV, Apple TV Plus, BBC iPlayer, ITV Hub, All 4, My5, YouTube ecc. Quest’anno, l’azienda ha inserito anche Samsung Health, che offre un sacco di contenuti per fitness e benessere.

Disney Plus è supportato, ma non è preinstallato, quindi occorre scaricarlo e aggiungerlo alla schermata iniziale. 

(Image credit: TechRadar)

Prestazioni

  • Immagini nitide in 8K e upscaling impressionante
  • Local dimming aggressivo
  • Supporto HDR10+, ma niente Dolby Vision

Samsung Q900TS offre immagini 8K straordinarie, indipendentemente dalla qualità della sorgente. Sì, i contenuti nativi in 4K sono upscalati meglio e hanno un aspetto migliore, ma anche i contenuti HD e SDR vengono gestiti bene.

Durante la visione della serie TV vincitrice di un Emmy Schitt’s Creek, girata in HD, siamo rimasti sbalorditi dai dettagli delle immagini: le rughe sulla fronte, i peli del sopracciglio, le cuciture di un paralume, tutti questi particolari erano nitidi.

Samsung ha riservato i processori migliori per i televisori di fascia alta e la differenza si vede. L'upscaling tradizionale esalta le linee degli oggetti, ma l’elaborazione tramite IA sfrutta un immenso archivio di immagini ad alta e bassa risoluzione per una post-elaborazione ottimale.

Raramente abbiamo riscontrato artefatti nei contenuti a bassa risoluzione; l'elaborazione delle immagini di Samsung si concentra principalmente sugli oggetti in primo piano, come i volti. Pertanto, alcune scene presentano del rumore di sottofondo, specialmente quelle in movimento. Anche la visualizzazione di ampi panorami (e il relativo spostamento della telecamera) può provocare un leggero tremolio, ma tende a scomparire subito.

Questi problemi sono difficili da notare, ma se Samsung intende aumentare il market share dei TV 8K, dovrà colmare queste piccole lacune.

Durante la visione del documentario The Social Dilemma su Netflix, girato in 4K, non abbiamo notato alcun artefatto e l’esperienza visiva è stata fantastica. Un improvviso zoom sul volto dell’interlocutore, ne mostrava tutti i dettagli, dalle lentiggini alle linee dell’iride, un risultato notevole.

Anche i vantaggi della tecnologia Wide Viewing Angle di Samsung, introdotta sui QLED premium del 2019, sono chiari: a 45 gradi fuori asse, i colori intensi e il contrasto reggono molto bene.

Samsung Q900TS vanta una luminosità massima di 3.000 nit, quindi si sposa bene per ambienti ben illuminati o diurni; ciò consente anche di esaltare i contenuto SDR (gamma dinamica standard).

(Image credit: TechRadar)

 

Abbiamo testato la riproduzione di contenuti HDR con il remake di Utopia su Amazon Prime Video. Il TV è stato in grado di mostrare colori vibranti, che fossero magliette rosse, tinte verdi o nastri blu (uno spettacolo molto colorato). Q900TS ha uno schermo particolarmente luminoso e questo lo rende eccellente per i suddetti contenuti. Alcuni dettagli nelle zone d’ombra vengono meno, ad esempio nella riproduzione di pantaloni scuri e persino della barba, ma è un problema minore. Tuttavia, il Samsung Q900TS, come Q950T e Q800T, sfoggia un contrasto leggermente aggressivo, presumibilmente per limitare episodi di blooming o aloni intorno agli oggetti luminosi. Ciò può ridurre l'impatto di alcuni soggetti nei video HDR, ma nel complesso, rimane un'esperienza straordinaria (raramente abbiamo assistito alla diminuzione improvvisa della luminosità dell'intero schermo).

Come sempre, è possibile scegliere tra una serie di preset per le immagini, oltre a una nuova opzione che potreste non aver mai usato prima. Le modalità immagine sono: Standard (impostazione predefinita), Dinamico (contrasto aumentato), Naturale (a metà tra le due precedenti) e Film (saturazione ridotta). È probabile che il preset film sia la scelta migliore per la maggior parte dei contenuti televisivi e cinematografici, mentre Standard e Naturale possono rivelarsi una scelta migliore per i reality e i documentari. Vale la pena testarli per farsi un’idea: così come odiamo i colori saturi del prest Dinamico, ci sono utenti che lo apprezzano.

La modalità Regista/Filmmaker è l'ultima novità del 2020 ed è progettata per eludere le consuete tecniche di elaborazione delle immagini e visualizzare i contenuti TV o i film come immaginati dai registi. Visivamente, abbiamo constatato che era simile alla modalità Film, ma peggiora la qualità delle scene in movimento, probabilmente a causa della rimozione delle tecnologie di attenuazione del movimento, per cui non lo consigliamo.

C'è anche una modalità intelligente, che analizza le caratteristiche del contenuto visualizzato e imposta i parametri di immagine e audio per esaltarlo; è una buona scelta per chi non vuole scervellarsi nel menu impostazioni.

Il TV supporta i contenuti HDR10, HDR10+ e HLG, ma non Dolby Vision, come tutti i televisori QLED dell’azienda. 

(Image credit: TechRadar)

Comparto audio

  • Brillante sistema audio OTS+
  • 4.2.2 canali audio
  • Manca il supporto a Dolby Atmos, ma l’ingresso HDMI 2.1 permette di sfruttare una soundbar compatibile

Il comparto audio del Q900TS ci ha colpito grazie all'implementazione della tecnologia OTS+ (Object Tracking Sound) di Samsung.

Il sopracitato è un sistema audio a 4.2.2 canali, con driver separati posizionati attorno allo schermo, che produce un suono multidirezionale. Manca il supporto a Dolby Atmos, ma è possibile godersi tale formato audio collegando un sistema audio compatibile attraverso l'ingresso HDMI 2.1.

Il modo migliore per descrivere l'audio prodotto da Q900TS è "spaziale". OTS+ emette il suono in tutte le direzioni, per un soundstage incredibilmente ampio e un’esperienza premium.

Chiaramente, gli altoparlanti del TV non hanno la stessa potenza di una periferica dedicata. Come detto, però, è possibile collegare una soundbar o un ricevitore AV, sebbene non ne valga la pena con Q900TS.

Le voci vengono riprodotte in modo sorprendente esaltando il timbro peculiare di una persona. I dialoghi non si perdono mai sotto una colonna sonora ed è possibile distinguere una quantità enorme di informazioni distinte contemporaneamente.

Durante la visione di The Old Guard su Netflix, le catene di Charlize Theron riescono a tintinnare delicatamente e a sbattere con forza allo stesso tempo, dando anche al più piccolo dei momenti una vasta gamma di dettagli acustici. Nello speciale standup Bo Burnham: Make Happy, la caotica sovrapposizione del monologo di Burnham, le risate del pubblico e una colonna sonora techno sono gestite con cura, assicurando che nulla vada perso.

Nel complesso, il suono qui è chiaro e controllato, anche ad alto volume. Tuttavia, alcuni potrebbero scoprire che il sistema audio OTS+ non è dinamico come alcuni ricevitori AV. Gli altoparlanti integrati del Panasonic HZ2000 sono più potenti e la mancanza di altoparlanti frontali fa sì che il Q900TS può non abbia un impatto immediato. Ma non si può negare la qualità complessiva e la spazialità del suono.

Vale la pena acquistare Samsung Q900TS 8K QLED TV?

(Image credit: Samsung)

Compratelo se...

Volete un audio integrato eccezionale

Gli altoparlanti integrati della Q900TS sono discreti ma potenti, con un soundstage incredibilmente ampio e un'enorme quantità di dettagli audio. Non supportano Dolby Atmos (serve una periferica compatibile), ma probabilmente non ne avrete bisogno.

Volete godervi le immagini 8K

Questo è un TV 8K. Desideri una nitida risoluzione 8K, anche con l'upscaling da sorgenti HD e 4K? Il Q900TS fa il suo dovere.

Volete un TV con un design elegante

Questo televisore QLED sfoggia un rapporto schermo/corpo del 99%: la cornice è quasi impercettibile. Un design elegante e una leggera inclinazione di tre gradi completano il tutto.

Non compratelo se...

Volete la One Connect Box

Samsung Q900TS non viene fornito con la soluzione di cablaggio One Connect Box di Samsung; occorre acquistare il Q950T per questo.

Amate l’audio Dolby Atmos

Samsung Q900TS non supporta lo standard Dolby Atmos direttamente, per cui occorre collegare un sistema audio esterno per ottenere i vantaggi di Atmos.