Recensione AMD Ryzen 9 3900X

Ryzen 9 3900X, Il sorpasso di AMD

Ryzen 9 3900X
Best in Class
Ryzen 9 3900X

Il nostro verdetto

AMD Ryzen 9 3900X al momento è il migliore processore mainstream sul mercato. Le prestazioni in multithread sono davvero straordinarie e non temono confronti e, anche grazie all’inclusione del PCIe 4.0, siamo di fronte a un prodotto eccezionale. Per trovare di meglio, bisogna spostarsi sul segmento HEDT.

Pro

  • Prestazioni straordinarie
  • PCIe 4.0
  • Allo stesso prezzo, garantisce prestazioni superiori a Intel

Contro

  • Il dissipatore incluso potrebbe non essere sufficiente
  • Sulle prestazioni single core c’è ancora margine di miglioramento

Il Ryzen 9 3900X entra a pieno merito nella lista dei migliori processori, cioè quelli che garantiscono prestazioni elevate a un prezzo congruo. 

Questo processore è il primo nella categoria mainstream ad avere 12 core e 24 thread e, a livello di prezzo, quantomeno nel mercato statunitense, AMD sfida apertamente Intel. Il prezzo infatti è uguale a quello di Intel Core i9-9900K, che però ha solo 8 core e 16 thread. 

Un altro punto messo a segno da parte della “squadra rossa” nell’eterna partita contro i rivali di Intel. Però, va detto che il numero di core non è tutto quando parliamo di un processore mainstream, visto che le prestazioni in single core hanno il loro peso, soprattutto se si intende usare il processore per giocare ai migliori giochi per PC.  

Per cui, la domanda da porsi è: con questo Ryzen 9 3900X, AMD è riuscita effettivamente a scalzare Intel e superare il Core i9 9900K? Dipende. Infatti, questo processore AMD non raggiunge le stesse prestazioni in single core del rivale Intel, ma visto che sempre più videogiochi sono sviluppati adottando una filosofia multithread, questo svantaggio diventa sempre più relativo.

(Image credit: Future)

Prezzo e disponibilità

L'AMD Ryzen 3900X di listino costa €569, e al momento è piuttosto difficile trovarlo a un prezzo più basso. Anzi è vero il contrario: su Amazon potete trovarlo al prezzo indicato, almeno ogni tanto, ma la maggior parte degli altri negozi o non ce l'hanno disponibile oppure ce l'hanno a prezzi molto più alti. 

Il consiglio, se volete un AMD Ryzen 3900X, è quindi di monitorare con attenzione i prezzi, e attendere il momento giusto. A meno che non siate disposti a pagarlo anche il doppio del suo prezzo. 

Il concorrente più diretto è l'Intel Core i9-9900K, che costa un po' meno ma ha anche meno core e meno prestazioni multi-thread (ma è migliore in single-thread). In linea di principio sarebbe preferibile l'AMD Ryzen 3900X, ma la scarsità di CPU AMD però fa alzare i prezzi, come potete vedere anche dalla comparazione qui sotto. Se il prezzo del Ryzen 3900X è troppo alto, quindi, il Core i9-9900K diventa molto più attraente. 

Nelle prossime settimane però il problema della disponibilità dovrebbe risolversi, e i prezzi reali dell'AMD Ryzen 3900X diventeranno senz'altro più interessanti.  Più avanti però trovare i prezzi e i link agli altri processori Ryzen di terza generazione, che hanno prezzi molto più bassi. 

Da notare che se vi interessa giocare non vi serve un Ryzen 3900X né un Core i9-9900K. Andrà benissimo un AMD Ryzen 5 3600, processore che si trova intorno ai 300 euro. 

Immagine 1 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Infogram)
Immagine 2 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 3 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 4 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 5 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 6 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 7 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)
Immagine 8 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Infogram)
Immagine 9 di 9

Image Credit: Infogram

Image Credit: Infogram
(Image credit: Future)

Caratteristiche e chipset

I processori Ryzen di terza generazione e l’architettura Zen 2 sono rilevanti perché portano per la prima volta il processo produttivo a 7 nanometri nei processori di fascia mainstream. Però, le novità vanno ben al di là di un semplice processo produttivo più piccolo. Cerchiamo di approfondire un po’ di più. 

Il miglioramento più significativo, e anche quello più semplice da comprendere, è l’enorme passo avanti fatto a livello di IPC, vale a dire istruzioni per ciclo di clock. AMD afferma che, nei processori Ryzen di terza generazione, è riuscita a raggiungere un incremento di questo parametro pari al 15%. Questo miglioramento spiega l’enorme differenza nelle prestazioni single core rispetto al precedente AMD Ryzen 7 2700X

Questo incremento nelle istruzioni per ciclo di clock, assieme alla frequenza boost di 4,6 GHz si traduce in un balzo avanti nelle prestazioni a singolo core, da tempo il vero tallone di Achille per AMD. Adesso, quindi, la distanza tra AMD e Intel, in questo ambito, si è davvero ridotta.

Un altro vantaggio derivante dall’adozione di un’architettura a 7 nm è la possibilità di aumentare la dimensione della cache. AMD adesso chiama le proprie memorie cache L3 e L2 “GameChache”, ma a livello funzionale si tratta della stessa cosa. Tuttavia, siccome i core della CPU a 7 nanometri sono contenuti all’interno dei loro chiplet, AMD è riuscita a inserire molta più capacità, raggiungendo il ragguardevole risultato di 64 MB di memoria cache L3 e 6 MB di L2, per un totale complessivo di 70 MB di GameCache. Si tratta di un traguardo importante, visto che garantisce prestazioni assai più elevate, soprattutto quando è necessario un frame rate alto in giochi a 1080p, e questo vantaggio prestazionale tornerà utile soprattutto in vecchi titoli in voga nel settore degli esport come Counter Strike: Global Offensive. 

Un’altra miglioria che porta in dote AMD Ryzen, o meglio il chipset X570, è la tanto attesa inclusione del PCIe 4.0. Al momento, le uniche schede grafiche che usano PCIe 4.0 sono AMD Radeon RX 5700 XT and AMD Radeon RX 5700, ma la GPU è di minore importanza rispetto alle novità che questo nuovo standard apporterà ai migliori SSD.  

Abbiamo potuto testare un SSD Aorus PCIe 4.0 e la velocità che abbiamo raggiunto è semplicemente sbalorditiva. Siamo riusciti ad ottenere velocità in lettura sequenziale pari a 4.996 MB/s, un aumento del 29 per cento rispetto all’SSD più veloce sul mercato, il Samsung 970 Pro. Di tutte le caratteristiche e novità contenute nei processori Ryzen di terza generazione, quelle relative al nuovo chipset X570 potrebbero essere le più significative. Questo potrebbe spiegare anche come mai, in questo periodo, ci sono in commercio così tante schede madri AMD di fascia alta. 

In ultimo, aver adottato un processo produttivo a 7 nm, consente una migliore efficienza energetica. Grazie all’architettura Zen 2, i processori Ryzen di terza generazione come il Ryzen 9 3900X dovrebbero avere un’efficienza superiore del 58% rispetto ai prodotti Intel con prestazioni simili. Tra gli appassionati il parametro dell’efficienza energetica solitamente non è quello che entusiasma di più, ma ricordatevi che in fin dei conti stiamo parlando di risparmi in bolletta, il che non è affatto male, no? 

Immagine 1 di 4

(Image credit: Infogram)
Immagine 2 di 4

(Image credit: Infogram)
Immagine 3 di 4

(Image credit: Infogram)
Immagine 4 di 4

(Image credit: Infogram)
Configurazione di prova

CPU: 3.8 Ghz AMD Ryzen 9 3900X (12 core, cache 70 MB , fino a 4.6 GHz)
GPU: Nvidia GeForce GTX 1080 Ti
RAM: DDR4 16 GB G.Skill Royale (3.400 MHz)
Scheda madre: ASRock Taichi X570
Alimentatore: Corsair RM850x
Archiviazione: 2TB Gigabyte Aorus M.2 SSD (NVMe PCIe 4.0 x4)
Case: Corsair Crystal Series 570X RGB
Sistema operativo: Windows 10

Prestazioni

Come era prevedibile, visto che parliamo di un mostro con 12 core, 24 thread e frequenza boost di 4,6 GHz, questo processore a livello di prestazioni non delude affatto. Come detto all’inizio, l’AMD Ryzen 9 3900X è senz’altro il processore più veloce in commercio, se escludiamo il settore HEDT, e sarà così fin quando non arriverà il Ryzen 9 3950X a settembre 2019.  

AMD Ryzen 9 3900X dà il meglio di sé soprattutto con il multithread. Per esempio su Geekbench e su Cinebench R15 il processore da 12 core ha ottenuto, rispettivamente, il notevole punteggio di 44.160 e 3.097. Per fare un confronto, Intel Core i9-9900K ha ottenuto un risultato di 33.173 e di 1873: come potete vedere, la differenza è lampante. Ad un prezzo simile, il Ryzen 9 3900X offre prestazioni superiori del 25-40% rispetto all’Intel Core i9-9900K nei compiti multithread.

Sfortunatamente, questo non vale per le prestazioni single core, nonostante vada detto che AMD è riuscita ad accorciare davvero di molto il divario con Intel, arrivando a raggiungere un livello di prestazioni comparabile. Nei nostri test single core su GeekBench e Cinebench, Ryzen 9 3900X ha ottenuto rispettivamente 5.569 e 203 punti. Si tratta senz’altro di un miglioramento notevole rispetto al precedente Ryzen 7 2700X, ma le prestazioni sono inferiori rispetto alla controparte Intel. Infatti il 9900K ha realizzato un punteggio di 6333 e 211. Si tratta comunque di una differenza più contenuta in termini percentuali rispetto a quella vista nelle prestazioni multi thread, visto che parliamo di un divario che va dal 4 al 13 per cento. 

Quando si parla di videogiochi, c’è una regola d’oro valida da un po’ di tempo, ovvero che valgono le prestazioni in single core. Però va detto che in tanti giochi recenti, probabilmente anche grazie alla crescente diffusione dei processori AMD Ryzen, le prestazioni multi core stanno diventando sempre più importanti. Per esempio, in Total War: Warhammer II abbiamo avuto un frame rate più elevato a 1080p con il 3900X rispetto all’Intel Core i9-9900K, utilizzando la stessa GPU, una  Nvidia GeForce GTX 1080 Ti GPU. La differenza non è trascurabile, parliamo divergenze fino al 17%.

I punti deboli, però, sono il consumo energetico e le prestazioni a livello di temperatura. Vogliamo essere chiari: abbiamo fatto i test usando il dissipatore Wraith Spire incluso nella confezione, abbiamo scelto di non usare una soluzione con raffreddamento a liquido AIO (all in one). Ad ogni modo, abbiamo visto le temperature arrivare a un picco di 83 gradi celsius e i consumi hanno raggiunto ben 145W. Quindi, se da un lato il dissipatore incluso nella confezione va bene in casi di emergenza, dall’altro vi consigliamo di scegliere un dissipatore aftermarket, anche se probabilmente chi acquista un processore di questo tipo ha già intenzione di non affidarsi al dissipatore incluso.

(Image credit: Future)

Giudizio finale

L’AMD Ryzen 9 3900X è un processore davvero mostruoso e non sorprende visti l’elevato numero di core  e il prezzo. Se state cercando il miglior processore mainstream in commercio al momento, questo è il prodotto che stavate cercando. Se siete dei videogiocatori o se svolgete compiti di editing video o lavori 3D ad alto livello, il Ryzen 9 3900X fa al caso vostro.   

Comunque, dovete tenere a mente che ci sono ambiti in cui Intel Core i9-9900K risulta ancora superiore. Vecchi giochi che fanno affidamento sul single thread, come World of Warcraft, avranno prestazioni superiori su un processore Intel, nonostante il divario si stia assottigliando sempre di più. 

Un altro grande vantaggio è il supporto al PCIe di quarta generazione. Questa novità, infatti, dovrebbe contribuire ad avere un PC nel complesso più veloce, grazie a SSD più rapidi e, al momento, si tratta di caratteristiche offerte solo dai Ryzen 3000 e dal chipset X570. Negli ultimi due anni, AMD ha cercato di farla da padrone nel settore delle CPU desktop e possiamo che il rivale di Intel è riuscito nel proprio intento grazie a questo Ryzen 9 3900X.