Skip to main content

Recensione AMD Radeon RX 5600 XT

Un campanello d’allarme per Nvidia...

AMD Radeon RX 5600 XT
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

AMD Radeon RX 5600 XT rappresenta esattamente ciò che ci si aspetta da una scheda video progettata per il Full HD: framerate elevato, prezzo abbordabile e molte funzionalità a livello software. L’unico intoppo sulla via verso la perfezione consiste nella mancanza del ray tracing.

Pro

  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Prezzo vantaggioso
  • Consumo energetico ridotto

Contro

  • Ray tracing assente
  • Soltanto 6 GB di memoria
  • Rilascio confusionario del nuovo BIOS

Nota dell’editore: siamo a conoscenza di un recente aggiornamento BIOS che ha contribuito a innalzare le prestazioni di RX 5600 XT. Precisiamo che tutti i nostri test sono stati effettuati sul modello originale della scheda, quindi non possiamo pronunciarci in merito a versioni più recenti. I test basati su una versione aggiornata di RX 5600 XT sono tuttora in fase di svolgimento e aggiorneremo questa recensione con i relativi nuovi risultati. Dunque, qualora abbiate intenzione di mettere le mani sulla nuova RX 5600 XT, vi consigliamo di pazientare ancora un paio di giorni, in attesa di una revisione di quest’articolo. Detto ciò, non ci resta che lasciarvi alla lettura della recensione originale.

La nuova AMD RX 5600 XT irrompe come un fulmine a ciel sereno nel mercato delle schede video. Al momento, la rivale Nvidia schiera cinque GPU nel segmento dedicato ai 1080p e ciò potrebbe confondere l’utente medio; dunque, la scelta di AMD di lanciare un unico modello destinato al settore del Full HD coincide con la volontà di venire incontro alla fetta di pubblico perennemente indecisa su quale scheda video scegliere.

Le prestazioni sono abbastanza elevate, a tal punto che ci sentiamo di consigliare RX 5600 XT a coloro che sono interessati al 1080p e vogliono spingere tale risoluzione al limite. La scheda di casa AMD è quasi ai livelli di Nvidia GeForce RTX 2060, una GPU che si pone a cavallo tra 1080p e 1440p, nonostante un prezzo inferiore rispetto alla rivale. 

Quindi, mentre Nvidia ha completamente saturato il proprio mercato con quattro schede grafiche destinate alla medesima risoluzione, AMD ha fatto lo stesso limitandosi a due GPU, tra l’altro più economiche rispetto alla “controparte verde”. Non si può non ricordare che Nvidia RTX 2060 offre il supporto a tecnologie come ray tracing e DLSS (deep learning supersampling), ma, in termini di prestazioni nude e crude, la scelta di una scheda video Radeon potrebbe avere senso nel 2020. 

AMD Radeon RX 5600 XT

(Image credit: Future)

Prezzo e disponibilità

AMD Radeon RX 5600 XT è attualmente disponibile a un prezzo che si aggira intorno ai €300, con oscillazioni dovute ai diversi modelli custom che variano a seconda del produttore. La scheda fornita alla nostra redazione consiste nel modello Pulse di casa Sapphire, che è contraddistinto da un leggero overclock di fabbrica, un doppio BIOS e un prezzo di circa €320.

Originariamente, AMD aveva annunciato che Radeon RX 5600 XT avrebbe avuto prestazioni simili a Nvidia GeForce GTX 1660 Ti, scheda caratterizzata dallo stesso prezzo di lancio di €300, sebbene questo abbia subito un ribasso negli ultimi tempi, attestandosi intorno ai €250. Sorprendentemente, però, fin dai primi test è emerso che RX 5600 XT avrebbe battagliato con GeForce RTX 2060, GPU appartenente a una fascia di prezzo superiore.

Dopo l’uscita di una variante Super a luglio, la versione base di RTX 2060 ha subito un calo di prezzo (attestandosi inizialmente intorno ai €350) che è tuttora in atto. Attualmente, è possibile mettere le mani su una scheda EVGA RTX 2060 non overcloccata a fronte di una spesa di €310. La scheda Nvidia non riesce a eclissare la rivale di casa AMD e si può affermare che le due GPU siano allo stesso livello prestazionale: l’ago della bilancia è rappresentato dalla tecnologia ray tracing.

A scanso di equivoci, la redazione di Techradar si schiera a favore del ray tracing, ma ci risulta difficile consigliare l’acquisto di una scheda dotata di una funzionalità che l’utente medio potrebbe non utilizzare mai, a scapito di un’altra di pari livello e disponibile a un prezzo inferiore. Quindi, se non siete realmente interessati a titoli che supportano la tecnologia ray tracing, AMD Radeon RX 5600 XT potrebbe essere la soluzione perfetta per voi. 

AMD Radeon RX 5600 XT

(Image credit: Future)

Funzionalità e software

AMD Radeon RX 5600 XT si colloca esattamente a metà strada tra Radeon RX 5500 XT e RX 5700, di cui mantiene la medesima architettura rDNA a 7 nanometri.

AMD RX 5600 XT è molto più solida rispetto alla precedente RX 5500 XT: quest’ultima è dotata di 1408 Stream Processors stipati in 32 compute units, mentre RX 5600 XT può vantarne ben 2304 (stessa quantità che contraddistingue AMD Radeon RX 5700). 

Questi dati dovrebbero immediatamente darvi l’idea di quali prestazioni sia in grado di offrire RX 5600 XT, ma non è tutto oro ciò che luccica: diversamente dalla RX 5700, la quantità di VRAM disponibile e il bus di memoria sono rispettivamente di 6 GB e 192 bit. Ciò significa che la RX 5600 XT non può esprimersi al meglio in risoluzione 1440p, sebbene l’esperienza di gioco offerta possa risultare comunque accettabile.

Nel 2020, 6 GB di memoria GDDR6 sono più che sufficienti per giocare in Full HD, ma tra qualche anno, qualora il 1080p dovesse diventare obsoleto, sarebbe difficile chiedere a questa scheda un aumento del tasso di risoluzione.

Tuttavia, la decisione di proporre una memoria da soli 6 GB rappresenta una scelta alquanto strana da parte di AMD. La VRAM disponibile va a pareggiare quella disponibile su GeForce GTX 1660 Ti, ma ci troviamo spiazzati quando pensiamo agli 8 GB di Radeon RX 5500 XT; supponiamo che tale decisione sia frutto della volontà del produttore di abbassare i costi, ma non possiamo che trovarla deludente.

Inoltre, nel 2020 ci aspettiamo che ogni scheda video in uscita sia dotata di ray tracing. Sappiamo che AMD è al lavoro in tal senso: dopotutto, il Team Red fornirà supporto alle console di nuova generazione. Tuttavia, Nvidia continua a mantenere il monopolio di una tecnologia presente su un numero sempre crescente di titoli e AMD potrebbe rischiare di non restare al passo con i tempi e perdere importanti fette di mercato.

(Image credit: Infogram; Future)

Dunque, tutti gli utenti che sono curiosi di provare il ray tracing non potranno fare altro che optare per una scheda Nvidia della serie RTX. Le prestazioni offerte da RTX 2060 e Radeon RX 5600 XT sono pressoché identiche, quindi starà all’utente scegliere se preferire la prestazione nuda e cruda o spendere qualche euro in più per sposare la causa del ray tracing di Nvidia. In fin dei conti, si tratta di una questione di priorità.

Tuttavia, non bisogna dare AMD per spacciata. Negli ultimi mesi, l’azienda statunitense ha lavorato a molti miglioramenti riguardanti le funzionalità e il comparto software Radeon, che potrebbero convincere diversi utenti a schierarsi tra le file del Team Red.

Una delle funzioni più interessanti è rappresentata da Radeon Boost: in presenza di giochi competitivi come Overwatch o Counter Strike, l’utente può godere della massima stabilità di framerate possibile. Non c’è ray tracing o DLSS che tenga; quando la telecamera subisce rapidi spostamenti, Radeon Boost riduce in modo intelligente la risoluzione delle aree di sfondo della scena, in modo da garantire un framerate elevato in ogni istante. 

Abbiamo potuto provare questa funzione in Overwatch senza notare alcuna discontinuità nei livelli di framerate. La risoluzione resta invariata su oggetti come l’arma impugnata, gli altri personaggi e l’interfaccia utente, mentre subisce delle riduzioni nelle aree a cui il giocatore presta meno attenzione.

Grazie alla funzionalità Radeon Anti-Lag, che riduce sensibilmente il gap temporale di sincronizzazione delle immagini tra GPU e CPU, AMD Radeon rappresenta la scelta giusta per coloro che vogliono cimentarsi in titoli esport senza fastidiosi cali di fps. Dal canto suo, Nvidia può vantare schede video più potenti (e più costose), ma il connubio hardware-software realizzato da AMD potrebbe mischiare le carte in tavola.

Ci siamo: la guerra "Nvidia vs AMD" è iniziata. Gli utenti che non hanno la necessità di risparmiare e sono affascinati dal mondo del ray tracing, si schiereranno al fianco del Team Green, mentre i giocatori che hanno soltanto bisogno di framerate sempre elevati per godere al meglio dei propri esport preferiti, andranno a rinfoltire le file del Team Red che, per la prima volta dopo diversi anni, conquista un’importante fascia di mercato dedicata al gaming.

Immagine 1 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 5 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 6 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 7 di 8

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 8 di 8

(Image credit: Infogram; Future)

Prestazioni

Test System Specs

CPU: AMD Ryzen 9 3900X (12 core, fino a 4.6 GHz)
Dissipatore CPU : NZXT Kraken X62
RAM: 32 GB HyperX Predator RGB @ 3000 MHz
Scheda madre: X570 Aorus Master
SSD: Samsung 860 QVO 1 TB
Alimentatore: Phanteks Revolt X 1200
Case: Praxis Wetbench

Prima di parlare delle prestazioni offerte da Radeon RX 5600 XT, vi faremo fare un tuffo nel passato. Vi ricordate della GPU Nvidia GeForce GTX 1060 da 6 GB? Fin dal momento dell'annuncio di AMD RX 5600 XT al CES 2020, non abbiamo potuto fare a meno di pensare alla scheda grafica di casa Nvidia.

Si tratta di una scheda che permette a chiunque di giocare a qualsiasi titolo in circolazione con framerate elevati in risoluzione 1080p. Crediamo che tale GPU possa passare alla storia come uno dei migliori componenti hardware di tutti i tempi e crediamo che RX 5600 XT possa ricalcare tali gesta.

AMD è convinta di ciò, sebbene in un primo momento tale idea non ha fatto altro che suscitare la nostra ilarità. Abbiamo pensato che i dipendenti dell’azienda statunitense non avessero tutte le rotelle al proprio posto di fronte alla loro convinzione di poter elevare RX 5600 XT nell’Olimpo del miglior hardware di sempre. Beh, dopo i primi benchmark, abbiamo dovuto ricrederci.

Immagine 1 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 4

(Image credit: Infogram; Future)

AMD Radeon RX 5600 XT ha destato ottime impressioni già a partire dai test effettuati con 3DMark 11. In Firestrike Ultra, RX 5600 XT, oltre a superare del 30% la rivale Nvidia GTX 1660 Ti (che ricordiamo avere lo stesso prezzo), batte RTX 2060 del 13%.

Tuttavia, Nvidia GeForce RTX 2060 ha ottenuto punteggi migliori dell’8% e del 12% rispettivamente in Time Spy e Time Spy Extreme, ma il fatto che RX 5600 XT si attesti a questi livelli è abbastanza sorprendente.

Immagine 1 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 5 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 6 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 7 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 8 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 9 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 10 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 11 di 12

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 12 di 12

(Image credit: Infogram; Future)

Per quanto riguarda l’esperienza di gioco, in Metro Exodus a dettagli Ultra, AMD Radeon RX 5600 XT supera del 5% RTX 2060 e del 20% GeForce GTX 1660 Ti. In Middle Earth: Shadow of War, RTX 2060 batte la rivale AMD del 12%. È interessante notare come GTX 1660 Ti si posizioni alle spalle di RX 5600 XT in ogni singolo test.

Potremmo disquisire ore sul fatto che Nvidia GeForce GTX 1660 Ti sia da considerare una scheda ormai obsoleta e pensare che l’azienda stia ancora commercializzando tale prodotto non sembra avere molto senso. AMD Radeon RX 5600 XT mostra al pubblico che tipo di prestazioni è lecito attendersi da una scheda di questa fascia di prezzo e non possiamo che fare un plauso al Team Red per il lavoro svolto.

AMD Radeon RX 5600 XT

(Image credit: Future)

Giudizio finale

Se di recente vi siete affacciati sul mercato delle schede video, sappiate che noi di Techradar vi siamo vicini. Lo scenario è davvero confusionario al momento: Nvidia propone quattro schede praticamente di pari livello, mentre le vecchie schede Polaris di AMD non fanno altro che alimentare l’indecisione dei consumatori. 

Tuttavia, AMD Radeon RX 5600 XT potrebbe mischiare le carte in tavola e rappresentare un’ottima soluzione per chi desidera giocare in Full HD ed è alla ricerca di prestazioni allo stato puro.

Non ci sentiamo di consigliare RX 5600 XT a coloro che vogliono approcciarsi alla tecnologia ray tracing di Nvidia. Esprimiamo il nostro disappunto sul fatto che AMD non si sia ancora mossa concretamente in questo senso e, considerate le prestazioni e il prezzo quasi alla pari tra RTX 2060 e RX 5600 XT, siamo dell’idea che basti davvero poco all’azienda statunitense per effettuare il definitivo salto di qualità.