Skip to main content

Recensione Moto G7 Play

Amico del vostro portafogli

Image Credit: TechRadar

Il nostro verdetto

Tascabile, economico, veloce nell'uso quotidiano, il Moto G7 Play può essere un telefono economico che a dispetto del nome non è adatto ai videogames, ma che porta tutti i tratti distintivi di un dispositivo a quattro stelle. Offre una durata della batteria eccezionale, dà accesso a tonnellate di app e offre un rapporto qualità-prezzo che può far dimenticare la maggior parte delle sue carenze.

Pro

  • Ottima durata della batteria
  • Android 9
  • Cassa frontale

Contro

  • Nessuna custodia inclusa
  • Lag occasionale nei giochi
  • No NFC

La serie G di Motorola nel corso degli anni è diventata la serie economica per eccellenza e il 2019 non  ha fatto eccezione. Il Moto G7 Play, annunciato insieme a G7 Power, G7 e G7 Plus, è inoltre il più conveniente dei quattro.

La sua concorrenza diretta  è rappresentata dal Nokia 3.1 Plus, un telefono abbastanza similare, e dai più economici Nokia 3.1 e Honor 8A.

Ciò che distingue G7 Play è la potenza: è l'unico telefono nella sua fascia di prezzo ad avere il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 632, presente anche nel resto della linea G7. Dispone inoltre di uno spazio di archiviazione da 32 GB e supporta le schede micro SD fino a 512 GB.

Quindi, sebbene sia sicuramente uno smartphone economico, raccoglie l'eredità della linea Moto G e le specifiche che la distinguono, e questo ci ha ben predisposti verso questo G7 Play.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar
  • Dai un'occhiata alle nostre recensioni sugli altri telefoni della linea: Moto G7 | G7 Power | G7 Plus

Moto G7 Play prezzo e data di uscita

  • Attualmente disponibile in Italia intorno a €130, all’uscita il prezzo era di €189

Moto G7 Play caratteristiche principali

  • Schermo LCD da 5,7 pollici
  • Processore Snapdragon 632 e 2 GB di RAM
  • Batteria da 3.000 mAh

Con il suo schermo da 5,7 pollici, Moto G7 Play è il più piccolo della famiglia G7 ma ha comunque dimensioni sufficienti per offrire un'esperienza confortevole di visualizzazione, scrittura e scorrimento.

Quando si osservano le specifiche del G7 Play, la sua RAM da 2 GB fa pensare che questa quantità, non troppo generosa, potrebbe riflettersi in prestazioni mediocri o addirittura scadenti nel gioco e nel multitasking. La maggior parte della concorrenza offre ben 3 GB di RAM ma nello stesso tempo non possiede una piattaforma hardware altrettanto aggiornata.

Il nuovissimo chipset Snapdragon 632 è in grado di offrire prestazioni rispettabili e supporta una memoria espandibile fino a 512 GB, che va ad integrare lo spazio di archiviazione nativo da 32 GB.

Image credit: TechRadar

Image credit: TechRadar

Con Android 9 a bordo, il telefono è pronto all’utilizzo come da aspettative, ed è più che benvenuta la combinazione tra un’interfaccia utente di serie e le poche e divertenti azioni Moto, ad esempio il “karate chop” per accendere la torcia.

G7 Play è sottile con i suoi 8,1 mm di spessore, si adatta perfettamente alla mano e lo schermo HD+ ha un rapporto di 19: 9, quindi più allungato modelli tradizionali. 

Per quanto riguarda la batteria,  i 3000 mAh a disposizione promettono una discreta longevità.

Avviando la fotocamera che utilizza il sensore da 13 MP integrato, bisogna fare i complimenti a Motorola che fornisce così tante modalità di scatto su un telefono economico. Dalla modalità completamente manuale, al selettore di colori spot, G7 Play è un telefono che fin da subito risulta credibile.

Moto G7 Play Design

  • Sottile e robusto
  • Grosso notch
  • Dorso in plastica zigrinata

Il Moto G7 Play ha un bell'aspetto, è ben ponderato e sottile ma il suo design sicuramente non è all’avanguardia. A differenza del resto della gamma, nella confezione non è presente una custodia protettiva in plastica morbida, il che è accettabile visto il prezzo contenuto. La parte posteriore in plastica ruvida sfoggia un motivo a cerchi concentrici ed è resistente ai graffi, molto più della finitura lucida di modelli del calibro di G7 Power e Huawei P Smart 2019, ad esempio.

Con 8,1 mm di spessore e 168 g di peso, il G7 Play è relativamente leggero, snello e comodo da tenere tra le mani ma le sue cornici goffe e il feeling economico che restituisce al tatto, gli impediscono di apparire come un telefono di una certa qualità.

La solida cornice in plastica  è comodamente curva così come il pannello posteriore dello stesso materiale. Facile da impugnare, difficile da far scivolare, è sicuramente uno smartphone costruito badando alla praticità. Abbiamo citato la finitura ruvida sul retro: questa è interrotta solo dallo scanner di impronte digitali (facile da raggiungere) e dall’ampio e rotondo bordo della fotocamera che sporge leggermente.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Per quanto riguarda la parte anteriore, lo schermo da 5,7 pollici del Moto G7 Play ha un bordo laterale sostanzioso e uno inferiore ancora più grosso che porta il logo Motorola. 

In alto, si trova quella che potrebbe essere la tacca più robusta che ci è capitata di vedere fino ad oggi: ospita l'altoparlante, la luce a LED anteriore e la fotocamera selfie.

Questo è il primo Moto G della serie Play ad includere una porta USB-C, che si trova nella parte inferiore, un bel passo nella giusta direzione quando si tratta di modernizzare. Lo slot  dual-SIM si trova sul lato sinistro, mentre i pulsanti del volume e di accensione si trovano su quello destro. Per quanto riguarda  l’uscita jack per le cuffie, è presente e si trova nella parte superiore. Il telefono può accettare contemporaneamente due schede nano SIM e una micro SD. 

Moto G7 Play è disponibile in tre colori: nero, blu e oro, tutti con la stessa finitura in plastica ruvida. Alla fine, nonostante il design non sia dei più ispirati, riesce a svolgere bene il compito.

Moto G7 Play schermo

  • Schermo LCD 19: 9 con notch
  • 5,7 pollici con un rapporto schermo-corpo del 77%
  • Risoluzione HD+, 294 ppi

Il display HD+ di G7 Play misura 5,7 pollici ed è piuttosto luminoso. Il suo schermo lungo offre un rapporto 19:9 e sfoggia una tacca simile a quelle degli iPhone, ma a differenza di altri smartphone widescreen come Honor 10 Lite, il Play non è così edge-to-edge come lo si vorrebbe.

Con una risoluzione di 720x1512 pixel, il suo schermo è esattamente quello che si immagina di poter ricevere a questo prezzo. Simile a quello del Nokia 3.1 Plus e dell’Honor 8A è inoltre nitido quanto basta per un utilizzo senza problemi. 

Immagine 1 di 2

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar
Immagine 2 di 2

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Lo schermo è abbastanza luminoso anche per un telefono economico, la visione inclinata è buona ed è facile vedere lo schermo in tutte le condizioni tranne quelle più soleggiate.

La tacca del G7 Play non riusciamo proprio a capirla,  anche se ci sono altri modelli ad averla, su questo particolare tipo di design è davvero difficile da accettare.

È fin troppo ampia: probabilmente perché ospita un flash, un altoparlante frontale e una fotocamera. Su entrambi i lati c'è solo un minuscolo spazio per fornire poche informazioni. 

Come si può notare dall'immagine qui sotto, tutte le notifiche diverse dagli avvisi di Gmail vengono visualizzate come un punto “sintetico”.

C'è comunque una soluzione : attivando la modalità sviluppatore, è possibile selezionare "Nascondi" dal sottomenu "Ritaglio". Questo rende la tacca completamente invisibile e crea un bordo artificiale, ma è un hack che non tutti vorranno mettere in pratica. Onestamente, avremmo preferito che G7 Play fosse rimasto con lo stile di G6 Play e Pixel 3, libero dal notch.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Oltre a questo, la tecnologia LCD riproduce piacevolmente i colori, ci sono un sacco di impostazioni di calibrazione in modo da poter cambiare i livelli di saturazione e i relativi profili ed è possibile inoltre attivare un filtro per la luce blu, utile per proteggere il sonno dalla luce fredda dello schermo a LED.