Skip to main content

Recensione Lenovo Yoga 920

Lenovo Yoga 920, un altro eccezionale laptop 2-in-1

Lenovo Yoga 920

Il nostro verdetto

Lenovo ha prodotto un altro splendido laptop 2-in-1 che può trasformarsi in un dispositivo simile a un tablet. È un prodotto premium con un prezzo adeguato a questa fascia e l’impressione è che questo potente dispositivo valga i soldi spesi per acquistarlo.

Pro

  • Bel design
  • Sottile
  • Buona potenza
  • Audio di ottima qualità

Contro

  • Manca di potenza grafica
  • In versione tablet la tastiera è fastidiosa
  • Le ventole possono essere rumorose
  • Il porta-stilo sembra di scarsa qualità

In questo momento ci sono davvero tanti fantastici laptop touchscreen in giro ma Lenovo ha raggiunto i primi posti della classifica con il suo Yoga 920, il tanto atteso seguito del 910.

Le ultime notizie sui laptop Lenovo

L'evoluzione degli Yoga saranno i prossimi dispositivi pieghevoli di Lenovo.

Con ThinkPad X1 Fold Lenovo vuole sfidare direttamente Microsoft e il suo Surface Neo.

Lenovo Yoga 920 eredita la cerniera a 360 gradi del suo predecessore ma migliora il design riuscendo a inserire una porta Thunderbolt 3, una webcam posizionata in modo ragionevole e una durata della batteria prolungata.

Negli ultimi anni abbiamo visto alcuni dei migliori laptop 2-in-1 in assoluto come l’eccezionale Surface Book 2. Il Lenovo Yoga 920 si distingue dalla massa e dal suo successore, il Lenovo Yoga C930? In breve sì, ma continuate a leggere e vi dimostreremo che ancora nel 2020 il Lenovo Yoga 920 è un laptop da battere.

Lenovo Yoga 920

Specifiche Tecniche

Queste sono le specifiche tecniche del modello inviato a TechRadar per scrivere questa recensione:

Processore: 1.8 GHz Intel Core i7-855OU (quad-core, 4 MB cache, fino a 4 GHz)
GPU: Intel UHD Graphics 620
RAM: 16 GB DDR4
Schermo: 13.9" FHD (1920x1080)
Memoria: 512 GB PCIe SSD
Porte: 1 x USB 3.0, 2 x USB-C (Thunderbolt 3), jack per cuffie
Connettività: 802.11ac (2.4 & 5GHz); Bluetooth 4.1
Camera: 720p
Peso: 1.37 kg
Dimensioni: 323 x 223,5 x 13,95 mm

 Prezzo e disponibilità 

Come con altri dispositivi 2-in-1, il Lenovo Yoga 920 è disponibile in diverse configurazioni, anche se fortunatamente la casa madre non ha esagerato offrendo una gamma di opzioni piuttosto chiara e lineare.

Inoltre, poiché il Lenovo Yoga 920 è stato sostituito dal Lenovo Yoga C930, dovremmo iniziare a vedere un calo dei prezzi, specialmente sui modelli ricondizionati. Questa è una buona notizia, dato che lo Yoga 920 è invecchiato particolarmente bene nell'ultimo anno.

In italia troviamo disponibile un modello con le seguenti componenti: Intel core i5, 256 GB SSD, 8 o 16 GB di memoria RAM, lettore di impronte e schermo da 13,9” touchscreen con un prezzo che si aggira attorno ai  €1.000-1.100.

Il Lenovo Yoga 920 non è sicuramente il laptop più conveniente, il prezzo è paragonabile a quello di altri 2-in-1 simili di fascia alta ma è un po' più economico del Surface Book 2 (13,5 pollici).

Valutando le alternative, se si prende in considerazione un Surface Book 2, bisogna preventivare una spesa di circa €1.342 solo per iniziare. Il prodotto di casa Microsoft ha un processore Intel Core i5 di settima generazione, 8 GB di RAM, un SSD da 256 GB e una GPU integrata. Tuttavia, i prezzi si attestano a circa €2.685 per la versione di fascia alta che vanta un processore Intel Core i7 di ottava generazione, 16 GB di RAM, un SSD da 1 TB e una GPU GTX 1050.

Totrnando allo Yoga 920, il nuovo 2-in-1 è disponibile in un'ampia varietà di configurazioni (per non parlare dei prezzi) ma nessuna di queste opzioni presenta un processore grafico dedicato. Anche questo nuovo modello infatti utilizza una soluzione grafica integrata, che dovrebbe essere in grado di gestire la maggior parte delle necessità professionali e personali  come il fotoritocco. Tuttavia, non aspettatevi di andare troppo lontano con giochi pesanti o montaggio video.

Lenovo Yoga 920

Design

Quando si spende una cifra premium, ci si aspetta che anche il dispositivo abbia un aspetto (oltre a prestazioni) premium e Lenovo pare proprio abbia fatto un ottimo lavoro con Yoga 920. Ha un aspetto sottile ma robusto con un peso di 1,37 kg e misura solo 323x223,5x13,95 mm.

Ciò significa che il Lenovo Yoga 920 ha un buon peso, senza risultare troppo pesante. Ha pure una bella finitura metallica che contribuisce alla “sensazione premium”, anche se dopo poche ore di utilizzo la stessa diventa un campo di battaglia per le impronte digitali. Per questo motivo vi consigliamo di tenere a portata di mano un panno in microfibra, utile a mantenerlo pulito.

Lenovo Yoga 920

È un piccolo prezzo da pagare, a ben bensarci, per un 2-in-1 così bello. Anche la cerniera sul retro dello Yoga 920 è accattivante anche se siamo ancora indecisi se considerarla alla moda o un po’ troppo kitsch. 

In ogni caso non abbiamo dubbi sulla forza e sulla qualità che sono essenziali per un laptop convertibile. D’altronde in questo tipo di modelli la cerniera viene molto sollecitata quando si cambia orientamento allo schermo e di certo non ci si può permettere che sia il suo punto debole.

Lenovo Yoga 920

La cerniera del Lenovo Yoga 920, simile al Surface Book 2, è abbastanza solida da permettere di inclinare lo schermo senza fletterne il corpo, mantenendo il display in posizione. Tuttavia, a differenza del 2-in-1 di Microsoft, il design della cerniera di Yoga 920 non sporge altrettanto e, ovviamente, consente di capovolgere lo schermo di 180 gradi.

I convertibili 2-in-1 senza tastiera rimovibile fanno fatica a offrire un'esperienza in stile tablet rispetto ai modelli in cui le due parti si possono separare, poiché rimangono pur sempre dispositivi leggermente ingombranti con un dorso spesso come una tastiera (cosa che in effetti è).

Lenovo Yoga 920

Lenovo è riuscita a risolvere almeno uno di questi problemi grazie al design: anche con lo schermo capovolto al contrario, il laptop è ancora sottile, seppure non come i tablet standard. Il dorso della tastiera ovviamente rimane e, sebbene non sia così piacevole (rispetto al retro liscio e piatto di un normale tablet), il Lenovo Yoga 920 è almeno abbastanza ”intelligente” da disattivare i tasti, in modo che non interferiscano quando è in questa modalità.

Questo è il motivo per cui è facile raccomandare Yoga 920 come un laptop che può solo occasionalmente trasformarsi in un tablet piuttosto che viceversa. Se siete a caccia di qualcosa che utilizzerete principalmente come dispositivo mobile ma volete che di tanto in tanto si trasformi in un laptop per scrivere, vi consigliamo di guardare a modelli come Surface Book 2 o, magari, un tablet fornito di tastiera Bluetooth fisica.

La cornice dello schermo del Lenovo Yoga 920 è incredibilmente sottile e la webcam ora è tornata nella parte superiore, com’è giusto che sia. Su Yoga 910 era infatti situata nella cornice inferiore, il che aveva portato ad alcune inquadrature che di solito non rendevano proprio “giustizia” . Basti dire che neanche i possessori erano troppo contenti di quel posizionamento. 

Con la telecamera che ritorna nella parte superiore dello schermo, i video sembrano molto più naturali quando si utilizza il software VoIP e, per fortuna, riposizionare la webcam lì non ha richiesto una cornice superiore più spessa.

A causa delle dimensioni del laptop, non sorprende il fatto di avere un numero limitato di porte disponibili. Sul lato sinistro c'è un jack audio e due porte USB-C (una delle quali viene anche utilizzata come porta di ricarica), e sulla destra una porta USB-A 3.0 di dimensioni standard. Ovviamente, non sono numerose, ma è una dotazione più generosa, ad esempio, del MacBook con la sua singola porta USB-C.

Ad essere onesti, non abbiamo trovato il numero di porte del Lenovo Yoga 920 restrittivo ed è comunque un compromesso ragionevole per un design elegante. Se avete un certo numero di dispositivi USB che desiderate collegare, avrete bisogno di un hub USB ma Yoga 920 ha anche in alternativa il supporto Bluetooth integrato. Il fatto che sia ancora dotato di una porta USB classica significa è possibile usare una vasta gamma di dispositivi compatibili e memory stick.

Lenovo Yoga 920

Pro e contro dello stilo

Uno dei maggiori svantaggi di Surface Book 2 è che, nonostante il suo prezzo elevato, la penna non è inclusa e pertanto è necessario un acquisto aggiuntivo oltre al già considerevole esborso iniziale.

Fortunatamente, Lenovo contrasta questa tendenza e include l’Active Pen come parte del pacchetto del Lenovo Yoga 920. Questo stilo a batteria ha una bella estetica e il display risponde bene dato che possiede oltre 4 mila livelli di sensibilità alla pressione. Tutti i tipi di stampanti sono supportati dalle applicazioni artistiche che abbiamo testato e il laptop tiene il passo anche con gli scarabocchi, pure quelli più frenetici.

Tuttavia, bisogna tenere premuto uno dei due pulsanti sullo stilo per utilizzare la modalità di cancellazione, a differenza della Surface Pen in cui si può usare l'altra estremità come gomma da cancellare. Nel complesso, tuttavia, siamo soddisfatti della Lenovo Active Pen e apprezziamo il fatto che sia inclusa nella dotazione standard.

Purtroppo, però, non ci sono solo buone notizie. Lenovo deve ancora trovare un modo per alloggiare in maniera pratica lo stilo in un design così sottile. La soluzione adottata da Microsoft con la penna e i dispositivi Surface è stata quella di collegare magneticamente lo stilo al dispositivo: è una bella funzionalità, utile, anche se non totalmente sicura, che contribuisce a dare un tocco di classe a quel dispositivo.

Lenovo Yoga 920

Con lo Yoga 920, Lenovo ha deciso di utilizzare un supporto in plastica che si adatta alla porta USB di dimensioni standard ma sembra un po' di scarsa qualità e appiccicoso. 

Inoltre, usarlo significa perdere l'accesso a una porta USB a favore del supporto per la penna. È un peccato, dato che molti altri elementi del design dello Yoga 920 sono eccellenti, mentre questa appare come una svista grossolana.