Skip to main content

Alienware Area-51m Recensione

Un portatile da gioco fuori dal mondo

Alienware Area-51m
BENCHMARKS

Ecco come Alienware Area-51m si è classificato nella nostra suite di benchmark di riferimento:

3DMark Sky Diver: 55.248; Fire Strike: 22.741; Time Spy: 10.502

CPU Cinebench: 1.920 cb; 

Grafica: 157 fps

Geekbench 4 Single-Core: 5.918; 

Multi-Core: 32.939

PCMark 8 Home: 5.637

PCMark 8 Durata della batteria: 2 ore 3 minuti

Durata della batteria (Film di prova TechRadar): 2 ore 26 minuti

Total War: Warhammer 2: 170 fps (1080p, Basso) 87 fps (1080p Ultra)

Shadow of the Tomb Raider: 156 fps (1080p, Basso), 123 fps (1080p, Ultra)

Senza sorprendere nessuno, l'Alienware Area-51m si è rivelato essere un vero spettacolo. Questo portatile è dotato di un processore Core i9-9900K di classe desktop e di grafica RTX 2080, oltre ai 32 GB di RAM e di due SSD da 512 GB in RAID 0. Niente riesce a rallentarlo. Anche giocando a Battlefield V alle massime impostazioni, con 12 schede Chrome in esecuzione in background, l'Alienware Area-51m non fa una piega.

I benchmark lo dimostrano, infatti in Cinebench, l'Area-51m segna un punteggio galattico di 1.929 punti. Questo punteggio è quasi il doppio rispetto ai 1.020 punti segnati dal Core i9 di ottava generazione presente sul MSI GT75 Titan, ma è superiore ai valori ottenuti dalla CPU I9-9900K, quando l’abbiamo testata da sola.

I benchmark grafici sono altrettanto pazzeschi: l'Area-51m ha raggiunto 10.502 punti in Time Spy, grazie all’overclock automatico. Anche i benchmark di gioco ci lasciano senza fiato. Con tutte le impostazioni al massimo, questo computer è stato in grado di ottenere una media di 123 fps in Shadow of the Tomb Raider e 87 fps in Total War: Warhammer 2. 

I benchmark sono una cosa, ma le prestazioni del mondo reale sono tutt’altro, e nonostante tutto l’Area-51m domina nei primi e soddisfa anche durante le sessioni di gioco. Siamo stati in grado di mantenere i 144 fps costanti in Battlefield V con tutto tranne che i riflessi i in Ray Tracing al massimo. In the Witcher 3? Alle massime impostazioni incluso Nvidia Hairworks, non scende mai sotto il framerate di 110-115 fps. 

E, poiché si tratta di un notebook dotato di RTX, non saremmo più in grado di guardarci ancora allo specchio al mattino, se non spremessimo a più non posso le succose funzionalità offerte dall’RTX di Nvidia. Sia Battlefield V che Shadow of the Tomb Raider sono totalmente giocabili con funzionalità ray tracing impostate al massimo. SI ottengono regolarmente oltre 100 fps in Battlefield V con tutto al massimo, il che significa che con queste impostazioni estreme è assolutamente possibile giocare ad un framerate elevato, almeno a 1080p. Shadow of the Tomb Raider non va altrettanto bene, portando la media a circa 65 fps, ma con la RTX 2080 non c’è da preoccuparsi e si può continuare a giocare senza problemi. 

Il tasto dolente di questo notebook, rimangono le temperature. La presenza di componenti da PC desktop inserite in uno chassis da notebook, per quanto ampio e ben areato, non permette all’hardware di mantenere temperature basse e le ventole pertanto lavorano regolarmente per tenere sotto controllo il calore che altrimenti risulterebbe dannoso.

Non sappiamo pertanto se a lungo termine l'hardware possa soffrire di qualche problema di surriscaldamento, tuttavia è possibile risolvere questo problema, diminuendo la frequenza del processore, ma non è una soluzione che ci sentiamo troppo di consigliare. Inoltre, anche se la CPU ed altri componenti sono sostituibili facilmente, la scheda madre rimane un punto debole se le temperature che abbiamo riscontrato durante il test rimangono frequentemente su quei livelli per lunghi periodi.

Alienware Area-51m logo e illuminazione RGB

  Alienware Area-51m logo e illuminazione RGB

Durata della batteria

Nessuno si aspetterebbe che l'Alienware Area-51m abbia un durata della batteria particolarmente alta, ma in realtà è riuscito a superare le nostre aspettative. Nel test della batteria PCMark 8, l' Area-51m dura 2 ore e 3 minuti. Non sembra molto, ma rispetto al rivale MSI GT75 Titan, che dura solo un'ora e 39 minuti nello stesso test, e contando che l’hardware di Alienware è più potente, pensiamo che non sia assolutamente un brutto risultato. Nel nostro test di riproduzione del film, nel quale viene riprodotto un video con risoluzione 1080p in loop fino allo spegnimento del notebook, l'Area-51m è durato 2 ore e 26 minuti. Non è un tempo sufficiente per poter fare un lungo viaggio lontano dalle prese a muro, ma è abbastanza per guardare un film intero. Per questa ragione, ci possiamo ritenere abbastanza soddisfatti.

Software e funzionalità

L'Alienware Area-51m ha due caratteristiche fondamentali degne di nota: Tobii Eye Tracking e Alienware Control Center. Il primo utilizza la barra nella parte inferiore del display per tenere traccia dei movimenti degli occhi e della testa nel gioco. Questa è una caratteristica di nicchia, ma l'abbiamo testata sia in Assassin's Creed Odyssey che in Shadow of the Tomb Raider. Sebbene non ci piaccia affatto utilizzarla, funziona esattamente come viene pubblicizzata. Possiamo muovere l’inquadratura con i nostri occhi, va bene, ma il movimento tende a far venire un po' di nausea.

Il Centro di controllo Alienware è un po' più pratico. Questo programma consente di personalizzare tutto ciò che riguarda il computer, incluso l'overclocking. Ora, è chiaro che le temperature sono già un problema con questo portatile, quindi difficilmente a qualcuno verrà voglia di mettere mano alle frequenze di funzionamento per incrementarle ulteriormente. Tuttavia troviamo piuttosto utile la possibilità di impostare una curva della ventola personalizzata, in modo che nel caso si stia effettuando una elaborazione di leggera, è possibile rendere il computer più silenzioso. Non risolve il problema, ma perlomeno da una mano a tenerne sotto controllo il rumore. 

Questo software consente anche di controllare alla perfezione l'illuminazione RGB. 

Nel nostro caso, anche se tutto era installato perfettamente, il software non ha riconosciuto la tastiera e abbiamo dovuto armeggiare per circa un'ora per farla apparire. 

In questo caso, probabilmente, si è trattato di un problema specifico della nostra macchina, ma dobbiamo comunque segnalarlo. 

Va inoltre notato che questo notebook, come già accennato, è completamente aggiornabile. 

È sufficiente aprire la parte inferiore dello chassis ed ottenere un rapido accesso alla RAM, ai drive (da 1 a 3 a seconda delle configurazioni) e alla scheda Wi-Fi. 

Tuttavia, per aggiornare la GPU e la CPU, è necessario estrarre la scheda madre, il che potrebbe risultare più complicato 

Infatti la CPU è dotata di socket, il che rende abbastanza facile eseguire l'aggiornamento una volta smontata la scheda principale, ma il chip grafico utilizza un fattore di forma proprietario, quindi sarà necessario acquistarlo direttamente da Dell. 

Poiché questi aggiornamenti più complicati richiedono comunque conoscenze avanzate, potrebbe essere meglio spedire il computer al produttore per futuri aggiornamenti di CPU e GPU, ma rimane il fatto che tutti i componenti chiave dell’Area-51m sono completamente aggiornabili.

L'Alienware Area-51m è stupendo, anche dall'alto.

L'Alienware Area-51m è stupendo, anche dall'alto.

Verdetto finale

L'Alienware Area-51m è un PC portatile fantastico. Questo notebook sarà in grado di far girare praticamente tutti i giochi con le impostazioni massime, per gli anni a venire.

Inoltre, la possibilità di aggiornarlo in futuro significa che non dovrà essere completamente sostituito ma si potranno cambiare i componenti che hanno risentito di più dell’obsolescenza.

Per non parlare del fatto che l'Area-51m porta con sé un pacchetto tecnologico davvero interessante e completo

Questo notebook è costoso, non è affatto portatile e tende a scaldarsi parecchio, ma l'enorme potenza offerta giustifica ampiamente il costo. Ci sono centinaia di computer portatili da gioco sul mercato in questo momento, ma ad oggi, nulla che si avvicini per completezza all'Alienware Area-51m.

Controlla le offerte, sempre aggiornate, per il Black Friday 2019
...e anche quelle per il Cyber Monday 2019 

Image credit: TechRadar