Skip to main content

WhatsApp, nuova funzione per le chiamate vocali

WhatsApp
(Image credit: Shutterstock)

Finalmente arriva su WhatsApp una funzione molto attesa per i dispositivi Android: la chiamata in attesa.

Come annunciato da MSPowerUser, la nuova funzione consente di ricevere una notifica quando siete già impegnati in una chiamata e qualcun altro cerca di contattarvi. 

Grazie a questa nuova funzione per le chiamate in attesa, sarà possibile anche accettare un’eventuale chiamata da parte di un altro interlocutore.

Le chiamate in attesa saranno utilizzabili a partire dalla versione 2.19.352 dell’app e la funzione sarà attiva in automatico. Per verificare la versione in uso, è sufficiente toccare a lungo l’icona dell’app e scorrere verso il basso. In ogni caso, l’implementazione dell’aggiornamento a livello globale potrebbe richiedere qualche giorno. 

 Le altre novità 

Un’altra funzione molto attesa dagli utenti inclusa nell’aggiornamento è la possibilità di impedire agli sconosciuti di aggiungervi ai gruppi. Di questa opzione si era già parlato in aprile, ma è stata resa disponibile per gli utenti Android solo con l’ultimo aggiornamento.

Selezionando Impostazioni > Account > Privacy > Gruppi, dovrebbero essere visibili tre opzioni per stabilire chi può aggiungervi ai gruppi. Selezionando “Nessuno”, non sarete aggiunti ai gruppi a meno che non accettiate un invito tramite messaggio privato. “I miei contatti” consente solo alle persone nell’elenco dei contatti di aggiungervi ai gruppi, mentre “Tutti” si spiega da solo: chiunque potrà aggiungervi, sconosciuti inclusi.

La funzione è pensata per rendere difficile la vita agli spammer che aggiungono persone ai gruppi per bombardarle con pubblicità indesiderate o informazioni fuorvianti.

Inoltre, WhatsApp ha dichiarato di aver risolto un problema che accelerava il consumo della batteria in modo anomalo su alcuni dispositivi Android. Naturalmente, anche la dark mode in arrivo contribuirà a ridurre i consumi energetici dell’app. A brevissimo dovremmo sapere la data di arrivo, continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.