Skip to main content

Ryzen 7 4800H: la CPU per notebook di AMD può battere Intel (sembra)

(Image credit: AMD)

Il Ryzen 7 4800H di AMD sarà la cpu della casa di Sunnyvale per i futuri portatili di fascia alta. Verrà lanciato durante il corso di quest’anno con il resto della serie di processori mobile Ryzen 4000, e negli ultimi giorni sono trapelate alcune indiscrezioni che suggeriscono quanto sarà veloce.

AMD aveva fatto intendere, al suo keynote al CES 2020, che i suoi processori di prossima generazione avrebbero offerto prestazioni paragonabili a quelli desktop. Ciò è risultato molto più evidente dopo che un benchmark condiviso dal leaker @TUM_APISAK ha mostrato come Ryzen 7 4800H abbia tenuto testa sia alle cpu desktop di AMD che a quelle Intel.

Come potete vedere  il Ryzen 7 4800H ha totalizzato ben 8.350 punti nel benchmark 3DMark Time Spy, che misura esclusivamente le prestazioni della CPU. Questo punteggio risulta decisamente inferiore rispetto agli altri punteggi ottenuti dai processori desktop di livello superiore di AMD. Infatti, per confronto, il Ryzen 7 3700X ha totalizzato un incredibile punteggio di 10.180. 

Tuttavia, questo risultato suggerisce che il nuovo arrivato sarà in grado di surclassare i chip desktop Intel di fascia alta come l'Intel Core i7-9700K. Il chip della casa blu riesce a ottenere solo 8.200 punti nel benchmark. Non molto distante dal 4800H, tuttavia rimane indietro. 

Quello che stupisce non è tanto il fatto che il Ryzen 7 4800H abbia battuto il chip di Intel, soprattutto se si considera il margine ristretto, ma il fatto che sia in competizione. Ricordate che si tratta di un processore mobile con maggiori vincoli di potenza termica rispetto a un chip desktop come il Core i7-9700K.

Un anno di svolta

Questa non è la prima volta che assistiamo a leaks di benchmark che mostrano prestazioni notevoli da parte dei nuovi processori mobile Ryzen. In precedenza, infatti, avevamo visto la variante "U", un modello a bassa potenza, del prossimo chip di AMD. 

Naturalmente, dobbiamo prendere queste indiscrezioni con le pinze, dato che il processore non è ancora arrivato sul mercato. Dovremo solo aspettare e vedere di cosa sarà veramente capace Ryzen 7 4800H quando sarà installato nei computer portatili nel corso dei prossimi mesi.

Mentre sarebbe un'ottima notizia per il mercato dei portatili avere prestazioni di livello desktop a prezzi accessibili, Intel ha dalla sua parte ancora alcuni assi nella manica. 

Infatti stiamo aspettando che i processori Intel Tiger Lake spingano in avanti le prestazioni della casa blu per i portatili sottili e leggeri. Inoltre ci sarebbero in arrivo le nuove cpu di decima generazione della serie H di Comet Lake per i portatili gaming. Con questo tipo di competizione, il 2020 si prospetta essere un anno di svolta per il mondo dei computer portatili.