Persone in coda per OnePlus 7 Pro, non solo per gli iPhone

OnePlus 7 Pro
Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

Allo store di T-Mobile a Times Square, si è creata una fila di centinaia di persone che si è allungata fino a dietro l'angolo e lungo la strada, arrivando fino al famoso Richard Rodgers Theatre, dove un altro gruppo di fan apparirà tra poche ore per assistere a Hamilton. New York City conta moltissimi appassionati, e oggi si sono messi in fila per essere i primi a vedere (e acquistare) uno OnePlus 7 Pro.

È la scena tipica che si vedeva negli Apple Store - una decina di anni fa.

Nell'era di Tim Cook, Apple ha permesso ai clienti di prenotare i nuovi iPhone per la consegna a domicilio. Per quanto comoda, questa soluzione ha neutralizzato le folle che si presentavano ore o giorni prima del lancio per ottenere i primi telefoni Apple. Si trattava di un evento. Ora basta guardarsi una live stream e fare un clic sul loro sito.

Probabilmente questa è la migliore soluzione, o almeno la più efficiente dal punto di vista dei costi, assicurando che l'offerta soddisfi la domanda senza il rischio di sbagliare le forniture dei negozi fisici con la conseguente rabbia da parte dei clienti. Una tale strategia probabilmente riduce i costi di distribuzione, e Cook è famoso per aver ottimizzato proprio questo aspetto del colosso di Cupertino durante la sua permanenza in Apple. In ogni caso, Apple è in grado di creare hype per il semplice motivo di essere una delle aziende più ricche del pianeta.

OnePlus sembra più che felice di ricoprire questo ruolo. Negli Stati Uniti, non è un marchio conosciuto quanto Samsung, Google o Apple - eppure i fan si presentano in massa a ogni lancio. 

L'azienda ha creato una comunità molto attiva dal suo primo OnePlus con un metodo preciso: i primi telefoni potevano essere acquistati solo se si veniva invitati, espandendo il proprio seguito attraverso il passaparola. L'hype ha portato OnePlus ad aprire le vendite a tutti, ma continua a richiamare l'attenzione con il suo linguaggio particolare, messaggi indirizzati ai fan e merchandise firmato tanto richiesto dalla sua comunità, dalle spille agli zaini.

Questo non è lo stesso modo nel quale Apple ha conquistato la sua leale base di consumatori, e OnePlus non sta cercando di seguire le loro orme. Ma l'azienda deve il suo successo negli Stati Uniti ai clienti che riempiono i suoi padiglioni per vedere un nuovo smartphone che, come la maggior parte degli smartphone di questi tempi, è poco diverso dai precedenti. 

Immagine 1 di 4

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

La fila inizia dal negozio T-Mobile di Times Square a Broadway e gira dietro l'angolo dirigendosi verso ovest lungo la 46a strada.

Immagine 2 di 4

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

Proprio dietro l'angolo, il furgone T-Mobile sta distribuendo degli accessori!

Immagine 3 di 4

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

La fila continua lungo la 46a strada; i dipendenti OnePlus stanno costeggiando la fila, alcuni con panni di riserva per il OnePlus 7 Pro e qualche spuntino (!!) per i fan più fedeli.

Immagine 4 di 4

Immagine: TechRadar

Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

La fine della fila, almeno dieci minuti prima dell'apertura delle porte, si estendeva per gran parte della 46a strada, finendo alle porte del Richard Rogers Theatre. 

Non sarebbe giusto dipingerli tutti come fanatici. Una delle persone in fila ci ha fatto notare che è venuto a tutti i giorni di lancio dal OnePlus 5 in poi; un altro ha detto che aveva scoperto l'azienda mentre stava cercando un nuovo telefono e ha deciso di venire all'evento di lancio al T-Mobile store. Sono venuti tutti per comprare? Non necessariamente - ma a loro piaceva il fatto che fosse non solo un buon telefono, ma anche economico.

Nonostante l'aumento di prezzo della versione base del nuovo OnePlus 7 Pro a 709€ rispetto ai 519€ del modello precedente, è ancora notevolmente più conveniente rispetto agli smartphone di punta più economici. 

In altre parole, OnePlus sta attirando a sé i fan in modo diverso rispetto a Apple, con la sua potenza a un prezzo economico invece dello stile e della funzionalità. Chi accetterà l’invito si troverà una folla e una società desiderosa di accoglierli a braccia aperte.