Skip to main content

Ecco perché amo il design di PS5

(Image credit: Future)

Hey! Gamer! Rilassati! Potresti non avere ancora una opinione a questo punto, ma penso che il design della console PS5 sia considerevole.

Dopo anni passati a vedere scatole nere sotto al mio televisore, sono davvero pronto per qualcosa di diverso. Con la sua scocca avvolgente in plastica bianca e un design sinuoso, la PlayStation 5 si presenta come un oggetto del cinema di fantascienza, completa di luci blu scintillanti che le conferiscono una personalità robotica.

Se Xbox Series X assomiglia a Wall-E di Pixar, PS5 è sicuramente la sua amica robot EVE, o, se vogliamo metterla in termini automobilistici: PS5 è una decappottabile e Xbox è un SUV. Ognuno di essi ha un bell'aspetto, a modo suo, entrambi servono ad attirare un pubblico leggermente diverso e penso che entrambe vogliano comunicare qualcosa al proprio pubblico.

Xbox Series X è una scatola nera più grande e robusta: vuol far sapere di essere possente e potente. Prendete una Xbox One X e fatele fare qualche anno di palestra, e Xbox Series X sarà il risultato.

(Image credit: Microsoft)

Come afferma il marketing di Microsoft: “È la console più potente di sempre". Ed è tanto muscolosa quanto tale titolo richiede. È stata progettata seguendo il piano di Microsoft che segue l’approccio “generazione-non-generazione, dove i nuovi giochi possono anche essere utilizzati con il vecchio hardware, ma saranno molto migliori se utilizzati con l’ultimo modello di console disponibile. Forse una di quelle cose che aspettavamo da anni, ma che solo adesso si sta concretizzando nella realtà. 

Xbox Series X non è tanto la "prossima" Xbox quanto è "un'altra" Xbox, che ha portato a sviluppare il design da “scatola nera”; che è quello che vi serve se state cercando la console più potente in assoluto.

(Image credit: Sony)

Future nostalgia

Il desiderio di guardare al futuro si riflette, in questo caso, anche nel design. La PS5 non assomiglia per niente a nessuna delle precedenti versioni di PlayStation.

Una console Super Nintendo sembrava molto diversa da un Nintendo 8 bit: il suo design era giocoso, un riflesso delle esperienze di gioco che era in grado di offrire. La PlayStation 1 ha saputo colmare in modo rivoluzionario il divario tra “scatola da gioco” e un dispositivo di elettronica di consumo più orientato agli adulti. 

PS5 vede Sony tornare al punto di partenza: ecco una console di gioco che si avvicina al proprio cliché nel tentativo di apparire futuristica, in un'era moderna in cui le console vengono sempre più confrontate con il PC, dall'aspetto più convenzionale. Il design di PS5 potrebbe sembrare piuttosto uno scarabocchio sul libro di scuola, di quelli che fanno gli studenti guardando fuori dalla finestra per non seguire le lezioni. Questo la rende molto interessante per il pubblico di giocatori ormai più vecchio. Mi è capitato di leggere un tweet in cui si diceva che la PS5 assomiglia a quello che un quindicenne avrebbe scarabocchiato pensando alla futura PS3 nel 2005. E questo potrebbe essere vero, dato che un designer Sony ormai trentenne avrebbe avuto quell’età all'epoca. 

Ciò dimostra che i bambini, alla fine, diventano i guardiani del gusto, e io sono favorevole a ciò che sono riusciti a produrre. Io e la PS5 siamo sincronizzati. E, a mia volta, mi aspetto di essere inorridito da ciò che i bambini di oggi faranno diventare la PS6 e la PS7 di domani.