Skip to main content

PC con CPU e scheda madre made in China, ecco il primo esperimento di Huawei

Huawei Kunpeng
(Image credit: Huawei)

Tutti avranno sentito nominare almeno una volta il marchio Huawei e moltissimi sapranno che è un colosso cinese che si occupa principalmente di telefonia, ma probabilmente pochi sanno che grazie alla sua affiliata HiSilicon, è in grado di realizzare processori basati  su architettura ARM e altri componenti per computer.  Il canale YouTube cinese 二斤自制 ha realizzato un un video su un PC Huawei, dotato di processore Kunpeng 920 Arm v8 (8 thread, 8 core), oltre che di una scheda madre Huawei DS920S10 (qui il video). Il processore può essere montato anche su server e venire configurato fino a 64 core con supporto PCIe 4.0. Dopo l’annuncio di Huawei di voler entrare nel mercato degli OEM, alla fine dello scorso anno, l’arrivo sul mercato di questi prodotti rappresenta la volontà dell’azienda cinese di distaccarsi dal mercato dei semiconduttori occidentali, l’unico protagonista da sempre a livello mondiale.

La conduttrice spiega nei video che i problemi più rilevanti riscontrati, sono a livello software. Pare che al momento, infatti, sia scelta obbligata utilizzare UOS, una versione di Linux a 64bit cinese. Nel video viene spiegato che l’accesso all’app store è a pagamento e, soprattutto, manca completamente il supporto per il software a 32 bit, oltre che la selezione di applicazioni è piuttosto carente, mancando tra essi i prodotti Adobe e altri imprescindibili. Il sistema su cui è stata montata la scheda madre non è troppo dissimile da quelli occidentali e l’azienda afferma che dovrebbe essere adatto per uso ufficio. Le specifiche prevedono l’interfaccia PCIe 3.0, sei connettori SATA 3.0, 4 banchi di memoria RAM quad-channel da DDR-2400 (anche ECC), per un massimo totale di 64GB di capacità. Sono presenti, inoltre, 4 porte USB 2.0 e ulteriori 4 USB 3.0 e ben 2 schede LAN on board (GBE o fibra). La scheda monta ovviamente il processore Kunpeng 920 da 2,6GHz a 4 oppure 8 core.