Nvidia RTX 4070, ecco le specifiche della variante "liscia"

Colorful BattleAx Deluxe 4070 Ti
(Immagine:: Colorful / VideoCardz)

Ora che RTX 4070 Ti, al centro dei recenti rumor, è ormai vicina al lancio che dovrebbe avvenire il 5 gennaio dell'anno in arrivo, in occasione dell'evento "GeForce" che Nvidia terrà al CES 2023, le indiscrezioni spostano la loro attenzione verso la variante meno potente della GPU, vale a dire la RTX 4070 "liscia".

Le ultime informazioni provengono dall'insider kopite7kimi, fonte piuttosto affidabile quando si tratta di sviscerare possibili specifiche relative a nuove schede grafiche in uscita. Come ci si poteva aspettare, la RTX 4070 dovrebbe far uso di una versione ridotta del chip grafico AD104, nello specifico l'AD104-250-A1, che includerebbe un totale di 5888 CUDA core.

Rimarrebbe invece identico sia il quantitativo VRAM di 12GB GDDR6X, che il relativo bus memoria di 192-bit e le frequenze di funzionamento: minima di 2310MHz e massima di 2610MHz. Il TGP sarebbe invece di 250W. In base a queste probabili specifiche, la potenza computazionale stimata sarebbe di 30,7 TFLOP nei calcoli in virgola mobile a precisione singola (FP32), un valore sostanzialmente inferiore del 24% rispetto ai 40 TFLOPS della RTX 4070 Ti.

Nonostante non sia ancora dato sapere il prezzo della scheda video, è tuttavia possibile immaginare delle possibili cifre di 699$ o 799$, almeno basandoci sulla recenti politiche Nvidia.

L'azienda non ha ancora parlato della scheda, ma è plausibile aspettarsi novità ufficiali al CES 2023 riguardo il prezzo e le specifiche definitive. Se queste dovessero essere confermate, la RTX 4070 potrebbe rappresentare una buona opzione per assemblare un ottimo PC da gaming caratterizzato da un buon rapporto prestazioni/prezzo.

I prezzi rimangono tuttavia sostanzialmente ancora alti, nonostante le recenti riduzioni di prezzo applicate dall'azienda in Europa, principalmente dovute alla perdita di valore dell'euro rispetto al dollaro. Le ultime notizie parlano tuttavia di un ulteriore riduzione dei prezzi che sarebbe in corso di valutazione da parte di Nvidia, per far fronte alla concorrenza imminente delle RX 7000 di AMD, ormai dietro l'angolo.

Redattore TechRadar