Skip to main content

Microsoft Teams introduce la 'Together Mode' per le grandi aziende

(Image credit: Microsoft)

Microsoft Teams sta ricevendo una serie di nuovi aggiornamenti mentre il mondo continua ad adattarsi in quest'epoca di riunioni virtuali.

Microsoft ha aggiornato il suo servizio di videoconferenza con una serie di novità volte ad aiutare il personale d'azienda e chiunque pratichi lo smart working a rimanere in contatto e interagire.

Da oggi Microsoft Teams può supportare fino a 1.000 partecipanti per chiamata, oltre a consentire riunioni più grandi come presentazioni con un massimo di 20.000 partecipanti.

Aggiornamento di Microsoft Teams

L'aggiornamento più sorprendente è la nuovissima "Together Mode", che cerca di favorire questo spirito di connettività creando un avatar per ogni partecipante. 

Creato utilizzando la "AI segmentation technology", il proprio avatar, acquisito direttamente dalla webcam, viene proiettato in una sala virtuale insieme agli avatar degli altri partecipanti. Microsoft afferma che gli avatar possono muoversi e persino darsi il cinque.

La società afferma che la Together Mode renderà le riunioni più coinvolgenti consentendo di interpretare il linguaggio del corpo e leggere le espressioni facciali come si farebbe in una riunione nella vita reale. Avere un avatar dovrebbe anche rendere più facile individuare esattamente chi sta parlando in una riunione con molti partecipanti, piuttosto che dover far riferimento all’illuminazione delle finestre di dialogo.

(Image credit: Microsoft)

I nuovi aggiornamenti, che verranno distribuiti a tutti gli utenti di Microsoft Teams dal prossimo mese, includono anche una visualizzazione dinamica (nella foto sopra), che sembra semplificare la condivisione dei contenuti sullo schermo insieme alla visualizzazione di tutti i partecipanti. 

Ciò include anche le breakout room virtuali, in cui i partecipanti possono essere suddivisi in gruppi più piccoli per discussioni più mirate.

C'è anche una serie di modifiche per aiutare a promuovere il coinvolgimento nelle chiamate, tra cui le reazioni in diretta e la chat per condividere il feedback in tempo reale, nonché le risposte suggerite simili a quelle viste in Outlook e Gmail, che consentono di fornire un feedback rapido.

Anche Cortana si sta finalmente avvicinando a Microsoft Teams. L'assistente vocale dell'azienda infatti è in grado di effettuare una chiamata, partecipare a riunioni, inviare messaggi di chat e condividere file. Microsoft sta inoltre aggiungendo la trascrizione in testo direttamente dall'audio entro la fine dell'anno, insieme alla possibilità di tradurre i sottotitoli creati, in modo che chiunque possa seguire una riunione in qualsiasi altra lingua.

Infine, presto ci saranno filtri video che permetteranno di regolare i livelli di illuminazione e migliorare la messa a fuoco della fotocamera nel caso in cui la webcam non sia impostata in maniera ottimale.

Jared Spataro, Corporate Vice President per Microsoft 365, in un post sul blog che annuncia la notizia ha scritto: "Abbiamo raggiunto un punto di svolta".

"Con l'evolversi della risposta globale al COVID-19, le comunità di tutto il mondo sono passate da un'era in cui tutto si svolgeva in remoto ad un modello più ibrido, sia nell'ambito del lavoro, dell'insegnamento e in quello della vita".

"Dall'inizio del lancio di questo progetto, e in tutti i suoi punti intermedi, Teams è stato un luogo in cui le persone si riunivano per svolgere il proprio lavoro. Lavorando a fianco dei nostri clienti, continueremo a reimmaginare il futuro del lavoro e fornire tecnologie che mettano le persone al centro di ogni esperienza".