MacBook Pro da 13 pollici ha una batteria potenziata e un SSD non rimovibile

Apple MacBook Pro 13'' 2019
Immagine: Apple
(Image credit: Apple)

Il nuovo MacBook Pro da 13 pollici di Apple è stato sottoposto all'analisi completa (teardown) di iFixit, con alcune interessanti rivelazioni riguardanti batteria, tastiera, SSD e altro ancora.

Stiamo parlando del nuovo MacBook Pro di fascia bassa che ha visto alcuni aggiornamenti interessanti, tra cui l'introduzione della Touch Bar - che non era precedentemente sul modello base da 13 pollici - e un processore più potente Intel quad-core 8a-generazione, la tecnologia True Tone per il Retina Display e il chip di sicurezza T2 di Apple.

La batteria all'interno del portatile è più grande rispetto a quella del precedente MacBook Pro entry-level, con una capacità che da 54.5Wh è pasata a 58.2Wh. Dato che gli aggiornamenti hardware come la Touch Bar aumenteranno i consumi di energia, Apple ha dovuto fare qualcosa per mantenere l'autonomia (dichiarata) di 10 ore.

iFixit fa notare che questa batteria è in realtà solo di poco più capiente rispetto a quella del più costoso MacBook Pro da 13 pollici che misurava 58Wh, che vanta un processore più potente da alimentare.

Il l’analisi ha anche confermato che questo modello ora avrà la stessa tastiera a farfalla di terza generazione, vista nei modelli più costosi del MacBook Pro 2019, come riportato in precedenza

Componenti non rimovibili... 

Le buone notizie sono finite. Tutti coloro a cui piace prendere in considerazione l'idea di aggiornare il proprio notebook rimarranno delusi dato che l'SSD ora è saldato, mentre nel precedente Mac Touch Pro non-Touch era rimovibile.

Tra i lati positivi c'è il fatto che gli altoparlanti sono rimovibili, così come la scheda modulare Thunderbolt (niente di che rispetto all'SSD, ma sempre meglio di niente).

Un altro punto interessante da notare è che Apple ha ritagliato un po' l'heat pipe per fare spazio al sensore Touch ID accanto alla Touch Bar. iFixit ha speculato se diminuire la capacità di raffreddamento del portatile sia davvero una buona idea dato che questi portatili ultrasottili possono faticare di più sul fronte della gestione del calore, data la potenza racchiusa in un corpo così discreto.

Per quanto riguarda il voto complessivo di "riparabilità", il punteggio che iFixit ha assegnato al nuovo MacBook Pro entry level era prevedibilmente basso: 2/10. Il portatile è stato bocciato per il fatto che, come sempre, la batteria è incollata con abbondanti quantità di adesivo, la RAM rimane saldata, e ora anche l'SSD non è più rimovibile.

 Via Mac Rumors