Skip to main content

iPhone SE 2, possibile ritardo causa Coronavirus

iPhone 11 Pro Max
The iPhone 11 Pro Max, one of the affected devices (Image credit: Future)

Secondo alcune indiscrezioni, l’iPhone SE 2 dovrebbe arrivare a marzo. Tuttavia, a causa della diffusione del Coronavirus in Cina, la data potrebbe subire uno slittamento.

Nikkei, sito web dedicato al mondo del business asiatico, sostiene che le fabbriche Apple potrebbero subire un calo della produzione a causa della malattia che si sta diffondendo rapidamente sul territorio cinese, stando alle dichiarazioni di alcuni fornitori.

Apple avrebbe effettuato ordini per 65 milioni di modelli di iPhone precedenti (principalmente la serie iPhone 11) e 15 milioni di iPhone SE 2, tuttavia i fornitori ritengono che l’infezione del Coronavirus avrà un impatto sui piani di produzione. 

Nessuna conseguenza per iPhone 12

Sembra che la produzione di iPhone 12 non subirà alcuna conseguenza, tuttavia l’iPhone SE 2 potrebbe essere reso disponibile in un momento successivo, per dare a Apple il tempo di produrre tutti i cellulari richiesti. Inoltre, per un po’ di tempo, è possibile che gli iPhone 11 diventino più difficili da trovare nei punti vendita.

La diffusione del Coronavirus è stata segnalata per la prima volta nel mese di dicembre dell’anno scorso nella provincia di Hubei, in Cina centrale. Hubei confina con la provincia di Henan, dove è ubicato uno dei principali impianti di produzione di Apple. Un altro impianto di grandi dimensioni si trova a Guangdong, nel sud-est della Cina, una provincia molto densa dal punto di vista demografico, in cui il virus potrebbe diffondersi molto rapidamente.

Sebbene la provincia di Hubei sia stata messa rapidamente in quarantena, sono stati già segnalati casi di Coronavirus in altri Paesi, con 100 decessi confermati. Contenere l’infezione e proteggere la salute dei lavoratori è ovviamente molto più importante della produzione degli smartphone.

C’è comunque da tenere a mente che la possibile uscita di iPhone SE 2 a marzo è solo un’indiscrezione, pertanto se il nuovo dispositivo economico di Apple mancherà all’appuntamento, non è detto che la causa sia la diffusione del virus. Se invece, la data fosse effettivamente quella prevista da Apple, un possibile rinvio non sarebbe affatto da escludere.