Skip to main content

iPhone 11R: trapela un benchmark con migliori prestazioni e più RAM

iPhone XR
(Immagine:: TechRadar)

Manca ormai poco al 10 settembre, quando verranno annunciati i nuovi iPhone 11 e iPhone 11R (o come Apple vorrà chiamare il successore di iPhone XR). Per questo ci aspettavamo di vedere prima o poi i benchmark definitivi. Ed è quello che è puntualmente successo.

In rete è apparso infatti un benchmark di Geekbench (Si apre in una nuova scheda) relativo a uno smartphone chiamato ‘iPhone12,1’ con iOS 13 (Si apre in una nuova scheda), 4GB di RAM e un chipset  hexa-core da 2.66GHz. Si tratta di 1GB di RAM in più rispetto al precedente iPhone XR e una velocità del chipset leggermente superiore.

Geekbench è uno dei più diffusi e autorevoli benchmark per tablet e smartphone e qui a TechRadar lo usiamo regolarmente, insieme ad altri, per testare i dispositivi in prova.

Come risultati ha ottenuto in single-core un punteggio di 5,415 e in multi-core 11,294. Per avere un'idea il precedente iPhone XR aveva ottenuto rispettivamente 4,831 e 11,394 punti.

(Image credit: Geekbench)

Sembrerebbe perciò che il risultato sul multi-core sia superiore nel vecchio iPhone XR, ma in altri benchmark in realtà si vedono risultati sugli 11,000 punti e comunque nel single-core XR non supera i 5,000.

Nel complesso ci si può aspettare un progresso modesto rispetto al modello precedente. 

Tutto questo sempre se lo smartphone in questione è effettivamente iPhone 11R e su questo ci rimane qualche dubbio visto che la scheda madre ha il codice ‘N104AP e non ‘N104’ come era stato precedentemente riportato.

Potrebbe quindi essere un fake, anche se i risultati sono compatibili con le attese. Per fortuna non dovremo aspettare molto per vedere iPhone 11R direttamente alla presentazione del 10 settembre! 

Via AppleInsider (Si apre in una nuova scheda) and MacRumors (Si apre in una nuova scheda)

James is a freelance phones, tablets and wearables writer and sub-editor at TechRadar. He has a love for everything ‘smart’, from watches to lights, and can often be found arguing with AI assistants or drowning in the latest apps. James also contributes to 3G.co.uk, 4G.co.uk and 5G.co.uk and has written for T3, Digital Camera World, Clarity Media and others, with work on the web, in print and on TV.