Skip to main content

Intel sta lavorando a una CPU a 22 core con un boost fino a 5GHz

(Image credit: Future)

Secondo recenti indiscrezioni, Intel si prepara a lanciare sul mercato un nuovo processore della serie Cascade Lake-X con 22 core per la fascia HEDT (High End DeskTop).

Il presunto Intel Core i9-10990XE, dotato di 22 core e 44 threads, è comparso in uno screenshot di CPU-Z (software per il monitoraggio del PC) pubblicato nel forum Chiphell, nota fonte di leak, sebbene non sempre affidabile.

Tuttavia, supponendo che non si tratti di un falso, notiamo che il base clock è di 4GHZ mentre la frequenza in boost su tutti i core raggiunge i 5GHZ; il TDP (sostanzialmente il consumo energetico) arriva a 380W, probabilmente per via del design XCC (Extreme Core Count).

Il chip supererebbe l’attuale top di gamma dell’offerta Cascade Lake-X, ovvero il Core i9-10980XE, CPU dotata di 18 core, ciascuno dei quali è capace di raggiungere i 3,8GHZ.

Sembra si tratti del successore dell’ i9-9990XE, CPU con 14 core in grado di toccare i 5GHZ in boost; tuttavia stiamo parlando di un chip molto costoso che, inizialmente, era venduto solo all’asta. 

A tutta potenza 

Il consumo energetico di 380W è una cifra che fa strabuzzare gli occhi, soprattutto considerando che questo valore è calcolato sul base clock mentre, quando arriverà a 5GHz su tutti i core, sarà decisamente più elevato; quando Anandtech ha recensito il 9990XE ha rilevato un consumo di circa 600W, a dispetto dei 255W del TDP dichiarato da Intel.

Ciò significa che il 10980XE potrebbe consumare anche il doppio dei 380W dichiarati, avvicinandosi alla soglia di 1KW; per questo motivo potrebbero essere necessari un alimentatore e un dissipatore di fascia alta.

Ad ogni modo, non si tratta di un processore dedicato all’utente medio e, facendo parte di una piattaforma HEDT, potrebbe essere venduto all’asta come il suo predecessore.

Come sottolinea Tom’s Hardware, a cui spetta il merito di aver scoperto tutto ciò, su Cinebench R20 è trapelato anche il risultato del 10990XE , che è di 14,005 punti. Questo lo porta alle stesse prestazioni del Threadripper 3960X (CPU a 24 core) ma, naturalmente, AMD ha altre soluzioni che lo sorpassano, come il 3970X, per non parlare del Threadripper 3990X a 64 core, in uscita il 7 febbraio.

Detto ciò, saremmo sciocchi a riporre troppe speranze in un singolo benchmark fornito da un leak non verificato.

Dando per scontato che il 10990XE esista davvero, sarà interessante vedere in quale fascia di prezzo lo porrà Intel rispetto ai chip Threadripper di terza generazione; certamente non si tratterà di un prodotto economico, sempre che sia acquistabile al dettaglio (come menzionato in precedenza, potrebbe essere venduto solo all’asta, oppure essere prodotto solo in quantità limitata).