Skip to main content

Intel: batteremo AMD con una strategia nuova e radicale

Logo Intel durante una fiera
(Image credit: Shutterstock)

Secondo alcune fonti, il CEO di Intel CEO Pat Gelsinger ritiene che il software avrà un ruolo di primo piano nel futuro dell'azienda, nell'ottica della competizione con AMD.

In un'intervista con CRN, Gelsinger intende puntare molto sul software e adottare un approccio che lo metta al centro dell'azienda, per sbaragliare la concorrenza i tutti gli ambiti, dal cloud al mondo edge.

"Dobbiamo sviluppare funzionalità in ambito software, potenziarle, accelerarle e renderle più sicure tramite l'hardware di base. Per me questo è davvero il punto di svolta che Intel deve raggiungere", afferma Gelsinger.

Inoltre, aggiunge che negli 11 anni di esperienza in VMware, ha appreso che "offrire hardware non supportato dal software è un grosso errore".

"Siamo pronti a riportare la magia"

Nell'intervista, Gelsinger ha ammesso che Intel non era in una buona situazione quando ha assunto il ruolo di CEO a febbraio, con quote di mercato sempre più erose da AMD, senza contare il ritardo nello sviluppo dei chip a 7 nm.

Però, la situazione sta per cambiare, sostiene Gelsinger, grazie a un approccio multidisciplinare che porterà innovazione nella produzione e nell'architettura nei prossimi anni, insieme alla rinnovata strategia di produzione di dispositivi integrati, IDM 2.0.

Forse la posizione di Gelsinger potrebbe apparire fin troppo ottimistica, considerata anche la crisi del silicio in corso, un aspetto che preoccupa il CEO di Intel già da tempo.

Tuttavia, sembra che Intel sarà in grado di sfruttare la situazione a proprio vantaggio per promuovere in modo aggressivo la strategia IDM 2.0. Inoltre, come sostiene Tom's Hardware, tale strategia potrebbe aiutare a compensare gli svantaggi causati dai ritardi di produzione dei prossimi processori Xeon Scalable Sapphire Rapids.

"Siamo pronti a riportare la magia in questo ambito", chiosa Gelsinger. 

Fonte: CRN