Skip to main content

Il 5G è esploso nel 2020, ma non è ancora un buon motivo per cambiare smartphone

Best 5G phone
A selection of the best 5G phones unveiled in 2020 (Image credit: Motorola, Apple, Samsung)

La connettività 5G è stata introdotta sugli smartphone nel 2019, ma il 2020 è stato un anno determinante per la sua diffusione e la tecnologia è ormai presente su gran parte dei top di gamma (e non solo) dei principali produttori.

Tra questi troviamo la linea Galaxy S20 di Samsung, i top di gamma OnePlus e un buon numero di smartphone Android di fascia alta, oltre a tutte le varianti di iPhone 12.

Al contrario, alla fine del 2019 c’era un’esigua quantità di modelli in grado di connettersi alla rete 5G, come ad esempio il Samsung Galaxy S10 5G.

Il fatto che molti produttori stiano implementando la connettività 5G sui propri smartphone è sicuramente un bene visto che, data la grande diffusione, i prezzi stanno iniziando a scendere ed è già possibile acquistare telefoni economici che supportano la nuova rete. Un esempio? Realme X50 5G che su Amazon si trova a poco meno di 300€.

Questo vuol dire che nel 2021 il 5G continuerà a diffondersi, e di conseguenza i dispositivi che lo supportano saranno sempre più economici. A tal proposito, secondo alcuni rumor circolati di recente, Samsung dovrebbe lanciare un modello chiamato Galaxy A22 5G a un prezzo inferiore ai 200€.

iPhone 12 mini

The iPhone 12 mini is 5G-ready (Image credit: TechRadar)

Anche se il 5G è sempre più accessibile per le tasche dei consumatori, a nostro avviso, per molti utenti la sua presenza non costituisce ancora un fattore decisivo per l'acquisto di un nuovo smartphone.

Certo, se siete comunque in procinto di cambiare smartphone e non volete rischiare che diventi obsoleto nel giro di qualche anno, vi consigliamo di optare per i modelli usciti nel 2020 che, come detto in precedenza, sono quasi tutti dotati di connettività 5G. Se però siete indecisi tra due modelli simili e pensate che sia sempre meglio scegliere quello con la sigla 5G o pensate di cambiare il vostro telefono acquistato nel 2019 perché è "ancora 4G", dovreste prendere in considerazione alcuni fattori determinanti.

Il principale tra questi è la copertura. Chi vive in un’area predisposta per il 5G ed è in possesso di un dispositivo compatibile può raggiungere velocità di connessione incredibili. Tuttavia, oggi, la copertura 5G presente sul territorio italiano è ancora molto limitata. 

Per sfruttare i vantaggi del 5G dovrete vivere in un’area dove è disponibile, avere il telefono giusto e pagare un extra (richiesto da alcuni operatori telefonici) per accedervi.

Il 5G sta diventando la norma

In Italia si sono visti dei notevoli passi in avanti nel corso del 2020 e a livello globale il 5G è riuscito persino a surclassare il 4G. Ciononostante, la connessione ultra veloce rimane una prerogativa di alcune regioni del nord caratterizzate da aree urbane e città densamente popolate. In generale però, in particolare per chi abita in periferia, la connessione 5G rimane un miraggio.

Siamo certi che nel 2021 la copertura verrà estesa ad altre zone del territorio nazionale, ma non ci sono garanzie che la città o il paese in cui vivete sia tra queste. Immaginate di aver speso 100 Euro in più per uno smartphone 5G, magari sacrificando altre funzionalità come fotocamera o autonomia per poi trovarvi a navigare in 4G per altri 2 o 3 anni, che senso avrebbe?

In aggiunta la pandemia ha portato a una riduzione del traffico sulle reti mobili dovuto al maggiore utilizzo del Wi-Fi, fattore che potrebbe determinare dei rallentamenti nella diffusione del 5G. Ovviamente chi vive in aree coperte dal 5G potrebbe navigare più velocemente che con il Wi-Fi, ma si parla di un numero ristretto di persone sul totale nazionale, quindi il discorso non ha molto senso.

Se intendete cambiare il vostro smartphone prima della fine del 2020 dovrete necessariamente considerare l’area in cui vivete (tenendo inoltre che gli spostamenti sono limitati e probabilmente lo saranno anche per parte del 2021), e valutare attentamente i possibili tempi di attesa per l'arrivo del 5G.

Detto questo, se avete intenzione di cambiare smartphone dovrete sicuramente considerare la presenza del 5G, purché non diventi un fattore determinante. Tra pochi anni la rete next-gen sarà diffusa su scala mondiale, ma non siamo ancora giunti a quel punto e, al momento, per buona parte degli utenti passare a un modello 5G potrebbe risultare inutile.