Skip to main content

GPU, le disponibilità potrebbero aumentare da metà 2022

AMD Radeon RX 6500 XT con le porte in vista
(Image credit: Future)

La disponibilità di schede grafiche potrebbe migliorare nel prossimo futuro, con netti passi avanti a partire dalla seconda metà del 2022, secondo le ultime indiscrezioni.

Questo è quanto riporta DigiTimes (segnalato da Tom’s Hardware), secondo cui la carenza di substrato ABF, uno degli elementi essenziali (Ajinomoto Build-up Film) per creare i circuiti stampati delle schede grafiche, dovrebbe mitigarsi di molto da metà 2022 in poi. Dunque ci auguriamo di vedere una migliore disponibilità di schede video nel medio termine. 

DigiTimes sostiene, inoltre, che ASRock e PowerColor (che produce le schede AMD) aumenteranno gradualmente i livelli di produzione nel corso del secondo semestre del 2022.

Comunque, la situazione potrebbe iniziare a migliorare ancora prima, dato che il problema del substrato ABF potrebbe iniziare a mitigarsi già dopo febbraio, pertanto da marzo in poi potremmo vedere dei miglioramenti. Tutto questo, però, a patto che le fonti consultate da DigiTimes siano attendibili.

Sempre secondo la notizia, le vendite delle schede video resteranno sostenute, e i prezzi si manterranno elevati per la prima metà del 2022. Detto questo, abbiamo riscontrato dei segnali positivi circa il calo dei prezzi delle GPU, tuttavia restano molto al di sopra del prezzo consigliato, anche se al momento qualsiasi ribasso è sempre gradito.


Analisi: c'è ottimismo per la fine del 2022

Come indicato da Tom, ci sono altre voci sulla situazione del substrato ABF: Business Times di Singapore ritiene che le carenze andranno ancora per le lunghe, possibilmente ancora per anni. Certo questa notizia ha già quattro mesi, ma la previsione è all'opposto di quella di DigiTimes.

Possiamo sperare che quest'ultima sia più accurata, per il bene dell'intero settore tecnologico, dato che il substrato ABF non serve solo per le GPU. E un altro elemento che alimenta l'ottimismo sulla situazione disponibilità delle schede video è rappresentato dalle recenti previsioni di Nvidia e AMD.

La CEO di AMD Lisa Su si aspetta che la carenza di chip e i problemi di fornitura si ridimensioneranno nella seconda metà del 2022, e Collette Kress, CFO di Nvidia CFO, ha espresso un parere simile. Dunque c'è ottimismo per la fine di quest'anno, almeno per le GPU. Certo nessuno ha la sfera di cristallo e non tutti condividono questo entusiasmo (il CEO di Intel Pat Gelsinger sostiene ancora che la carenza di chip si protrarrà fino al 2023).

Darren is a freelancer writing news and features for TechRadar (and occasionally T3) across a broad range of computing topics including CPUs, GPUs, various other hardware, VPNs, antivirus and more. He has written about tech for the best part of three decades, and writes books in his spare time (his debut novel - 'I Know What You Did Last Supper' - was published by Hachette UK in 2013).