Skip to main content

Google Pixel 6 potrebbe avere funzionalità in stile Photoshop

Google Pixel 6
(Image credit: Google)

La testata XDA Developers è riuscita ad ottenere da una fonte il codice sorgente dell'app della fotocamera di Google Pixel 6, scovando informazioni relative ad alcune possibili funzionalità del software destinate anche alla variante Pro, sebbene i dettagli effettivi siano ancora pochi.

Venendo al sodo, nel codice sono stati scoperti dei riferimenti chiamati "gomma magica" ("magic rubber"), "nitidezza viso" ("face deblur") e "blocco scena" ("scene lock"). Eccetto la seconda, che evita la sfocatura dei visi scattando diverse foto, non si conosce ancora nello specifico l'effetto delle altre.

Giudicando dal nome, sembra che la "gomma magica" dovrebbe essere simile al pennello correttivo di Photoshop, che corregge con una semplice passata le piccole imperfezioni di un'immagine.

"Blocco scena" suona invece come una funzione in grado di fermare la clip, così da ottenere un effetto particolare su un video girato.

"Risalta ritratto" ("portrait spotlight") sembra molto simile ad una funzione già presente sui telefoni Huawei, che scurisce lo sfondo illuminando con una luce artificiale il sogetto, mentre "luce frontale" ("front torch") potrebbe invece illuminare il volto durante lo scatto di un selfie, aumentando la luminosità del display.

Altre caratteristiche includono "nima aesthetic", in grado di scattare numerose foto in successione, selezionando la migliore fra queste e infine "Luce timer" ("Timer light"), che dovrebbe far lampeggiare ogni secondo il flash quando si attiva il conto alla rovescia per lo scatto di una foto.

Redattore TechRadar