Skip to main content

Fujifilm X100V ufficiale: (quasi) la compatta perfetta per la street photography

Fujifilm X100V
(Image credit: Future)

Una delle fotocamere più attese del 2020, la Fujifilm X100V, è stata annunciata ufficialmente. La compatta premium offre una serie di nuove funzioni che la rendono quasi il compagno perfetto per le fotografia di strada.

Come si distingue dal predecessore, la X100F? Ci sono tre nuove interessanti specifiche. L'X100V monta un nuovo sensore APS-C X-Trans 4 da 26,1 MP (lo stesso della Fujifilm X-Pro3), un touchscreen inclinabile a due assi e un obiettivo riprogettato da 23 mm f/2.

La Fujifilm X100V ricorda molto una X-Pro3, ma con un obiettivo fisso, in altre parole, un'affascinante compatta retrò che dovrebbe essere ideale per la street photography e la fotografia di viaggio.

Altre nuove funzionalità includono la possibilità di riprendere video 4K/30p e uno scatto a raffica da 20 fps con l'otturatore elettronico, o da 11 fps con l'otturatore meccanico.

Forse la differenza più evidente per i possessori di X100F sarà la messa a fuoco automatica migliorata. L'AF a rilevamento di fase infatti beneficia della maggiore velocità del nuovo X-Processor 4.

L'X100V vanta anche un mirino OLED elettronico la cui risoluzione sale a 3,69 milioni di punti, mentre la durata della batteria raggiunge i 350 scatti, quando si utilizza l'EVF (rispetto ai 270 scatti dell'X100F).

Fujifilm X100V

(Image credit: Future)

Manca la tropicalizzazione

Quali sono i difetti dell'X100V? È difficile criticarla prima di una recensione completa, tuttavia è un peccato che non sia resistente agli agenti atmosferici. Detto questo, Fujifilm afferma che è possibile rendere l'X100V resistente alle intemperie aggiungendo un kit comprendente l'adattatore e il filtro AR-X100, che sarà disponibile per una cifra di poco superiore ai 100 euro.

Il corpo macchina è in alluminio, per cui sarà resistente, ma l’assenza di una tropicalizzazione “nativa” è leggermente frustrante.

L'X100V, come la Fujifilm X-T30, perde il D-pad. Quando abbiamo testato l'X-T30 non abbiamo avuto grossi problemi: offre ancora il pulsante del menu 'Q' rapido e si può navigare tramite il touchscreen. Detto questo, alcuni consumatori potrebbero ritenerlo un passo indietro per la serie.

L'X100V si preannuncia dunque una retrò molto raffinata, compatta e premium, purché vi piaccia l'idea di scattare con un obiettivo fisso da 23 mm (equivalente a 35 mm). L'obiettivo ora ha due elementi asferici, che apparentemente miglioreranno la sua risoluzione e contribuiranno a ridurre la distorsione. 

Fujifilm X100V

(Image credit: Future)

X100V sarà disponibile in due colorazioni, nera e nera/argento che costeranno intorno ai 1300 euro. Il modello Silver sarà disponibile dal 27 febbraio, mentre l'edizione Black (sopra) arriverà sugli scaffali il 12 marzo.

Ciò significa che, tenendo conto dell'inflazione, l'X100V avrà lo stesso prezzo di lancio dell'X100F, introdotta nel 2017. Il prezzo della X100F dovrebbe diminuire con l'arrivo del successore e potrebbe rivelarsi un interessante acquisto.