Skip to main content

Apple: iPhone 12 non va d’accordo con i pacemaker, teneteli lontano

nhlbi.nih.gov
(Image credit: nhlbi.nih.gov)

Da tempo Apple ha già riconosciuto che la linea di iPhone 12 e gli accessori MagSafe potrebbero interferire con gli apparecchi medici di supporto per il cuore, come pacemaker e defibrillatori.

Lo scorso sabato però l’azienda ha rilasciato nuove linee guida per evitare che i propri utenti possano mettere in pericolo se stessi utilizzando dei prodotti non compatibili con la loro situazione.

Apple ha ricordato che gli iPhone 12 utilizzano magneti e componenti radio che emettono campi elettromagnetici al loro interno, così come i caricabatterie MagSafe e MagSafe Duo.

Di conseguenza, è necessario mantenere i dispositivi medicali come pacemaker e defibrillatori interni, che potrebbero contenere componenti sensibili a magneti e onde radio, a un minimo di 15 centimetri di distanza, o almeno a 30 se si usa la ricarica wireless, dai prodotti sopracitati.

Ricercatori dell'Henry Ford Heart and Vascular Institute hanno dimostrato che iPhone 12 può interferire con i defibrillatori cardiaci impiantabili, con concrete possibilità di provocare un arresto cardiaco. Ciò ha causato una comprensibile apprensione nel pubblico.

Le l’azienda ha tenuto pertanto di rilasciare un comunicato che ribadisce e sottolinea la necessità di distanziare alcuni dei suoi prodotti dagli utenti più sensibili.

Apple ha tenuto a sottolineare che, sebbene la linea di iPhone 12 utilizzi più magneti rispetto alle precedenti linee di iPhone, non dovrebbe comportare un rischio maggiore di interferenze magnetiche sui dispositivi medici rispetto ai modelli precedenti.

Lo studio non va a colpire specificatamente iPhone 12 e gli accessori MagSafe: sono molti infatti i dispositivi che possono potenzialmente interferire con apparecchi come ICD e pacemaker, e per i possessori di questi ultimi è molto importante tenerne conto quando si sceglie un nuovo telefono e quando lo si utilizza.

Fonte: Gizmodo