Skip to main content

Apple brevetta una nuova tecnologia che rileva la presenza di acqua nei dispositivi

Apple Watch 7
An Apple Watch 7 (Image credit: TechRadar)

L'acqua rimane il nemico principale dei dispositivi elettronici, seppur le recenti tecnologie, come la certificazione IP67 per l'impermeabilità presente anche su iPhone ed Apple Watch 7, siano in grado di prevenirne l'ingresso all'interno della scocca.

Al fine di aumentare tale protezione sui suoi dispositivi, Apple ha presentato un nuovo brevetto riguardo un "rilevatore d'acqua autonomo" (stand alone water detector), in grado di rilevare le infiltrazioni d'acqua attraverso una membrana. La nuova tecnologia è più accurata rispetto l'attuale sistema, che fa uso di sensori riempiti di gel.

Una volta rilevata l'acqua, la tecnologia è in grado di avvisare l'utente, prevenendo danni attraverso lo spegnimento del dispositivo o l'emissione di segnali acustici per l'espulsione dell'acqua.

La possibilità che la tecnologia sia in grado di funzionare a pressioni più elevate suggerisce un ulteriore miglioramento degli attuali standard di resistenza all'acqua nei futuri dispositivi, come Apple Watch 8, che potrebbero quindi essere immersi a profondità maggiori.

La tecnologia è ad ogni modo ancora allo stadio di brevetto, potremo quindi dover attendere ancora un po' di tempo prima di vederla implementata sui futuri smartphone o smartwatch di Apple.

L'azienda di Cupertino è comunque in vantaggio su questo fattore rispetto la concorrenza. iPhone 13 riesce per esempio ad immergersi fino a 6 metri, rispetto i soli 1,5 metri di Galaxy S22.

Fonte Patently Apple (opens in new tab)

Gabriele Giumento

Redattore TechRadar

With contributions from