Skip to main content

5G, ecco i Paesi più veloci al mondo

5G
(Image credit: O2)

La connettività 5G inizia a diffondersi sempre di più nel mondo, tanto che ha iniziato a surclassare il 4G.

La promessa di connessioni più rapide e stabili, con una minore congestione della banda ha convinto molti Paesi e aziende a investire sempre di più nella tecnologia.

Opensignal sta monitorando la diffusione e la qualità del 5G nel mondo e, dalle sue indagini emergono dati interessanti. Scopriamoli insieme.

Opensignal è un'azienda che si focalizza sull'analisi dello stato della connettività di rete nel mondo. Le sue analisi ci danno la fotografia della situazione attuale per quel che riguarda la rete 5G.

Nell'ambito della sua ultima ricerca, l'azienda ha dichiarato: "Affinché il 5G sia pertinente per i principali utenti mobili, la tecnologia più recente deve offrire esperienze eccellenti e superiori nell'ambito delle reti mobili. Abbiamo riscontrato notevoli differenze in termini di qualità con il 5G nel mondo. A livello globale, i Paesi leader nel 5G indicano cosa è già possibile fare e a quali obiettivi si può puntare".

Il 5G nel 2021

Il quadro delineato da Opensignal è chiaro: molti Paesi si stanno attrezzando per offrire la connettività 5G, diversi operatori si augurano di poter offrire l'accesso alla rete tramite ulteriori bande di frequenza e l'obiettivo comune è quello di adottare sempre di più la tecnologia mmWave passando da un accesso di tipo non standalone (NSA) al 5G standalone (SA).

L'analisi dell'azienda prende in considerazione diversi fattori, stilando diverse classifiche in base a velocità, esperienza complessiva, miglioramento rispetto al 4G ed estensione della rete.

Iniziamo subito con un piccolo spoiler: l'Italia è in crescita, ma non si avvicina minimamente ai primi posti, restando esclusa da alcune classifiche, come vedremo più nel dettaglio.

I primi 10 Paesi 5G: velocità (Opensignal)

(Image credit: Opensignal)

Corea del Sud, Arabia Saudita e Paesi Bassi primeggiano, rispettivamente per la velocità di download, velocità di download di picco e velocità di upload massima.

Tutti i Paesi della classifica sulla velocità di download, si attestano comunque a una velocità media di 150 Mbps, ben al di sopra del 4G.

Parlando della velocità di download di picco, l'Italia e la Svizzera guadagnano posti in classifica, rispetto alle analisi precedenti, a conferma di una tendenza alla diffusione sempre maggiore della rete 5G in questi Paesi.

I primi 10 Paesi 5G: esperienza (Opensignal)

(Image credit: Opensignal)

Analizzando l'esperienza complessiva con il 5G, Opensignal ha valutato tre fattori: video, gaming e app vocali.

L'ambito trainante è stato il gaming, dato che è la leva principale con cui molti operatori vogliono convincere i consumatori a passare al 5G. Qui solo cinque Paesi hanno ottenuto il grado di "eccellente", con un punteggio che va da 85 in su: Australia, Canada, Irlanda, Corea del Sud e Paesi Bassi.

Varrà la pena osservare a lungo il segmento, dato che è qui che gli operatori si sforzeranno al massimo per ridurre la latenza.

Per quanto riguarda il video, tutti e 10 i Paesi classificati presentano risultati eccellenti, con punteggi che partono da 80 su 100.

Nota dolente: l'Italia non figura in nessuno dei tre raggruppamenti, a conferma che, nonostante le buone intenzioni, c'è ancora molto da fare.

I primi 10 Paesi 5G: miglioramento rispetto al 4G (Opensignal)

(Image credit: Opensignal)

Nell'ambito del miglioramento della connettività rispetto al 4G, Opensignal ha valutato quattro fattori, stilando altrettante classifiche: miglioramento della velocità di download (in rapporto), velocità di download, miglioramento dell'esperienza video (in percentuale) ed esperienza video.

In tutti e quattro questi parametri, Thailandia e Filippine si sono contese il primo e il secondo posto, staccandosi di netto dagli altri Paesi nell'analisi in percentuale del miglioramento dell'esperienza video e del rapporto di miglioramento fra 4G e 5G.

In ogni caso, tutti i Paesi denotano una certa crescita, a testimonianza della diffusione del 5G e del rapido superamento del 4G in un arco temporale molto ridotto rispetto alla tecnologia precedente.

I primi 10 Paesi 5G: estensione (Opensignal)

(Image credit: Opensignal)

Infine, Opensignal ha valutato l'estensione della rete 5G in vari Paesi del mondo. I criteri di valutazione di questo parametro possono essere diversi, ma l'azienda ne ha scelti due: disponibilità e portata.

La disponibilità del 5G misura la proporzione del tempo che gli utenti 5G (quelli che possiedono uno smartphone e un piano dati 5G) trascorrono connessi a un segnale 5G attivo.

La portata, invece misura la distribuzione del segnale 5G della rete degli operatori, restituendo la proporzione media dei luoghi in cui gli utenti 5G si sono collegati a una rete 5G rispetto a tutti i luoghi da essi visitati, con una scala che va da 0 a 10.

Ciò che possiamo osservare è che Kuwait, Hong Kong e Corea del Sud offrono portata e disponibilità maggiori rispetto agli altri Paesi. Va sottolineato, però, che gli Stati Uniti hanno una portata 5G elevata anche per via dell'uso dello spettro a bassa frequenza da parte di tutti e tre gli operatori che offrono il 5G in USA.

In ogni caso, gli altri Paesi della classifica della portata sono più piccoli, pertanto è più facile per gli operatori coprire gran parte dei territori con il servizio 5G.

In conclusione

Osservando la velocità di download di picco, la velocità media del 5G sperimentata dal 2% degli utenti in cima alla classifica è ben superiore alle altre posizioni. Abbiamo un range globale che fa da 862 a 575 Mbps. Con un escursione di quasi 300 Mbps.

L'Arabia Saudita supera la Corea del Sud nella velocità di download di picco, ma la Svizzera e l'Italia guadagnano posizioni.

Sebbene siamo ancora agli albori di questa nuova tecnologia, possiamo vedere con quale rapidità il 5G si stia diffondendo nei principali Paesi industrializzati del mondo, con un passo ben superiore rispetto al 4G.

Di certo, la copertura non è ancora sufficiente nella maggior parte dei territori del mondo, ad esempio in Italia occorre una maggiore capillarizzazione del servizio, tuttavia questi dati ci indicano che l'adozione procede a passo spedito e che, molto presto, il 5G potrebbe diventare lo standard assoluto per la connettività mobile.