Skip to main content

Recensione Sony WF-XB700

I Sony WF-XB700 sono auricolari true wireless che non esauriscono il vostro budget

Sony WF-XB700
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Sony WF-XB700 è un prodotto che ha molto da offrire. Gli auricolari presentano una qualità audio sorprendente, sono comode da indossare per le sessioni di ascolto più lunghe e le batterie hanno una durata di 18 ore. Non amiamo molto la forma del disco che ricorda un radar, né la mancanza della funzione di cancellazione del rumore, tuttavia occupano senza dubbio il secondo posto fra gli auricolari true wireless proposti da Sony.

Pro

  • Comodi da indossare
  • Basso potente
  • Classificazione IPX4

Contro

  • Design bizzarro
  • Nessun supporto aptX
  • Manca la cancellazione del rumore

Considerato il prezzo, gli auricolari true wireless Sony WF-XB700 hanno pochi rivali. Si tratta di un notevole miglioramento rispetto ai modelli WF-1000X e WF-SP700N originali. Il prodotto occupa senza ombra di dubbio il secondo posto fra i nostri auricolari true wireless Sony preferiti.

Gli auricolari sono il frutto di anni di duro lavoro del team Audio Design di Sony, che in passato si è distinto per i Sony WF-1000X e il modello più sportivo WF-SP700N. In seguito ha realizzato un modello quasi perfetto, i Sony WF-1000XM3, con cancellazione attiva del rumore.

Quest’ultimo modello è ancora oggi il miglior paio di auricolari true wireless mai realizzato da Sony, tuttavia il modello WF-XB700 (oggetto di questa recensione) è più economico, accessibile e potenzialmente più appetibile in generale, tanto da poter rivaleggiare addirittura con gli Apple AirPods.

Non siete certi che un paio di auricolari comodi da indossare, dai bassi potenti, con classificazione IPX4 e batterie dalla durata di 18 ore possano fare al caso vostro? Ecco com’è indossarli per una settimana.

Data di uscita e prezzo

Gli auricolari Sony WF-XB700 sono l’ultimo arrivato della serie Extra Bass e sono disponibili da aprile 2020. Gli auricolari sono stati annunciati insieme agli auricolari con cancellazione del rumore Sony WH-CH710N e sono stati distribuiti all’incirca nello stesso periodo.

Dal punto di vista del prezzo, gli auricolari true wireless Sony WF-XB700 sono tra i modelli più economici di Sony, con prezzi che si aggirano intorno ai € 109. Si tratta di un prezzo decisamente inferiore ai circa € 168 richiesti per Sony WF-1000XM3, che a differenza del modello precedente offre la cancellazione del rumore.

Rispetto ad altri auricolari true wireless, i Sony WF-XB700 presentano un prezzo nella media, ma restano comunque meno cari degli Apple AirPods (circa € 117), al primo posto in termini di vendita per i prodotti di questo formato. Probabilmente, la scelta dipenderà dal sistema operativo in uso (gli AirPod offrono alcune funzioni interessanti per gli utenti iOS) e dal vostro stile preferito.

(Image credit: Future)

Design 

Sony ha conferito a questi auricolari un aspetto abbastanza “spaziale” rispetto ad altri modelli true wireless più orientati all’eleganza o alla sportività. Infatti, in precedenza, Sony ha optato una forma oblunga, leggermente incurvata come i fagioli.

Di certo, il modello WF-XB700 condivide alcune caratteristiche di design dei modelli precedenti, ma all’esterno hanno un look che ricorda il disco di un satellite.

Intorno ai bordi esterni dei dischi è presente un pulsante: a sinistra per il volume e a destra per riproduzione/pausa/salto. Inoltre potete utilizzarli per attivare l’assistente vocale e ricevere chiamate, anche se non è tutto chiaro fin da subito.

Andando agli aspetti basilari, gli auricolari si compongono di tre parti fondamentali: quella che va nel canale auricolare, la sezione centrale che ospita i driver e risiede all’interno dell’orecchio e la scocca esterna che contiene la batteria. Questo design su tre strati non è efficiente dal punto di vista dello spazio e, probabilmente, dividerà il pubblico, deludendo chi ama i design più eleganti e sottili. In ogni caso, non mancano i vantaggi.

(Image credit: Future)

Le dimensioni consentono di riempire entrambi i canali auricolari e l’orecchio esterno su cui poggiano. Questa sensazione di aderenza, insieme al peso leggero, rende gli auricolari molto comodi e facili da indossare anche per lunghi periodi, mentre la chiusura ermetica contribuisce a un suono ottimale. La confezione include altri gommini di varie dimensioni per garantire la migliore aderenza alle orecchie di ogni grandezza, un tocco davvero di classe da parte di Sony.

L’altro vantaggio di questo design è che la batteria ospitata è leggermente più grande della media. Secondo Sony, la durata della batteria è di circa 9 ore con una singola ricarica, con ulteriori nove grazie alla custodia di ricarica, per un totale di 18 ore offerte, quasi le prestazioni migliori sul mercato. In confronto, i Samsung Galaxy Buds Plus offrono 11 ore di riproduzione al di fuori della custodia, mentre gli Apple AirPods offrono solo circa 5 ore di musica prima della ricarica.

E a proposito di custodie, l’astuccio in plastica incluso con i Sony WF-XB700 è alquanto sottile e ha un coperchio traslucido che consente di osservare lo stato di carica degli auricolari. Avviare il processo di ricarica è semplicissimo: basta inserire gli auricolari negli appositi ricettacoli e attendere il LED rosso per procedere. Per ricaricare la custodia e gli auricolari, è sufficiente una porta USB libera sul computer, a cui andrà collegato il cavo USB-USB C in dotazione.

(Image credit: Future)

Prestazioni 

Riguardo l’audio, l’appartenenza alla serie Extra Bass ci ha fatto temere un po’, per via di noti bassi molto “grossi”, impastati e compressi. Per fortuna, non è questo il caso.

Saranno sempre la prima cosa che noterete in ascolto, i bassi sono presenti, ma nel modo giusto, con un certo impatto. Di conseguenza, la musica è molto piacevole da ascoltare, anche se il sound non corrisponderà esattamente a quello a cui aspirava l’artista.

Il risvolto negativo è che qui la gamma dei medi ha il suo peso: i video su YouTube avranno un volume generale molto più basso rispetto all’ascolto di brani musicali, proprio per colpa dei medi.

Questo non significa che non sarà possibile ascoltare YouTube o l’audio su Netflix, ma sarebbe stato bello poter modificare l’equalizzazione in base al contenuto riprodotto, ad esempio tramite l’app Headphones di Sony.

Al momento, purtroppo, non è possibile.

Ovviamente, Sony si è focalizzata sulla musica e questo prodotto è un ottimo accompagnamento durante le sessioni in palestra, per questo motivo gode della protezione di classe IPX4 da sudore e acqua. Inoltre, la connessione è abbastanza stabile: girare per casa con il telefono in un’altra stanza non ha provocato interruzioni del segnale, ma purtroppo non è presente la funzione di cancellazione del rumore, quindi sentirete tutte le conversazioni che si tengono intorno a voi.

È evidente che Sony potrebbe migliorare ancora il sonoro degli auricolari (sembrano un po’ compressi) e aggiungere il supporto di aptX, il codec audio in alta risoluzione in grado di trasmettere audio in HD. Questi fattori, insieme ad altri piccoli difetti audio, impediscono a questo modello di raggiungere la vetta assoluta in termini di qualità audio, ma la maggior parte delle persone si godrà comunque il suono prodotto dagli auricolari.

La buona notizia è che hanno una durata della batteria davvero prolungata: dopo aver ascoltato musica per tre giorni di fila, per otto ore al giorno, la batteria è rimasta carica al 100% (tuttavia il numero scala con incrementi del 30%, pertanto occorre fare attenzione). Sony ha dichiarato che la durata della batteria si attesta intorno alle 18 ore di utilizzo e non abbiamo potuto che confermare questo dato, che si è dimostrato anche alquanto prudenziale.

(Image credit: Future)

Verdetto finale

Anche se è abbastanza naturale focalizzarsi su alcuni degli aspetti negativi, come il design che non convince appieno, una gamma dei medi insoddisfacente e l’assenza della cancellazione del rumore, questi auricolari vantano comunque diversi punti di forza. A dirla tutta, sono degli ottimi concorrenti degli Apple AirPods: sono venduti al giusto prezzo, offrono un audio tutto sommato buono e, ancora meglio, vantano batterie di lunga durata.

Non sono perfetti e basterebbero delle piccole modifiche come l’aggiunta del supporto aptX e della funzione di pausa automatica per non scaricare la batteria, ma anche senza tali funzioni, questi auricolari sono la nostra seconda scelta fra i true wireless di Sony. Un prodotto che merita l’acquisto se cercate un audio solido e una batteria molto durevole.