Skip to main content

Recensione Samsung Galaxy Fit e

Perché pagare di più per tenere sotto controllo gli allenamenti?

Samsung Galaxy Fit e
Great Value
Image Credit: TechRadar
(Image: © Future)

Prestazioni e caratteristiche

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)
  • Tiene sotto controllo oltre 90 attività
  • Facile da usare e accurato
  • Resiste all'acqua fino a 5ATM 

A livello di prestazioni il Samsung Galaxy Fit e non abbiamo grosse lamentele. Durante i nostri test il tracking dei passi è risultato accurato e in linea con quello rilevato da Google Fit.

C'è un leggero ritardo nell'inizio della registrazione quando si inizia a camminare e una leggera tendenza a sovrastimare il numero dei passi, ma se non siete la persona ultraprecisa che ha bisogno di dati perfetti non ci sono grandi problemi. La maggior parte degli indossabili utilizzano degli algoritmi per determinare il numero dei passi e il Galaxy Fit e non fa eccezione.

Anche il controllo dei battiti si è rivelato accurato, anche se è possibile controllarlo solo durante gli esercizi, a meno di non aggiungere il widget del controllo battiti o usare il quadrante con i battiti (in questo caso però aumenteranno notevolmente i consumi) .

Come per i passi, anche con i battiti la precisione non è massima, ma alla fine bisogna tenere conto del fatto che Galaxy Fit e costa meno di un decimo del prezzo dell'Apple Watch!

Per quanto riguarda i widget sul display potremo scegliere tra passi, battiti, calorie consumate, informazioni sul calendario e anche previsioni del tempo. Se volete anche le notifiche dei messaggi sullo smartphone sappiate che potrete solo visualizzarle e non rispondere in alcun modo. 

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)

Con un peso di soli 15 grammi Galaxy Fit e risulta così leggero che non vi accorgerete di averlo, né di giorno, né di notte. Lo abbiamo indossato per più di una settimana senza problemi. Se una delle caratteristiche che vi interessano è la leggerezza,  Galaxy Fit e fa al caso vostro.

Un totale di 90 differenti attività può essere monitorata dal Galaxy Fit e dalle app  fitness di Samsung, mancano funzioni evolute come il controllo della VO2 max ma a questo prezzo non è possibile avere tutto. Una mancanza importante caso mai è quella del GPS, basta però avere uno smartphone collegato per superare il problema. Non c'è nemmeno la possibilità di ascoltare musica via wireless o di archiviare dati.  

Il cammino, la corsa e gli esercizi fisici vengono monitorati in automatico, per tutto il resto, come per esempio il ciclismo o andare in barca a remi, dovrete aprire l'app corrispondente e indicare il tipo di attività che state facendo. Anche in questo caso è difficile aspettarsi di più da un tracker economico. 

Per quanto riguarda le caratteristiche del dispositivo, la resistenza all'immersione fino a  5ATM significa che potrete immergerlo fino a 50 metri per 10 minuti. In pratica potrete andare a nuotare e a fare qualche immersione, sempre con un po' di cautela

Ma allora il Samsung Galaxy Fit e non è il tracker più evoluto in commercio? Sicuramente no. Almenoha abbastanza funzioni per un dispositivo da 30 euro o poco più? Decisamente sì. 

Analisi del sonno

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)
  • Registrazioni abbastanza precise
  • Non riesce sempre a identificare i sonnellini pomeridiani

Se siete di quelli disposti a indossare di notte un braccialetto in modo da analizzare il sonno, il Samsung Galaxy Fit e non vi deluderà. Come per la registrazione dei passi, anche quella delle fasi del sonno è risultata sufficientemente accurata. 

Galaxy Fit e indica anche le fasi di sonno profondo e leggero, ma questo dato è più difficile da verificare. Durante le notti in cui lo abbiamo messo alla prova non ci ricordiamo sogni particolarmente tempestosi o risvegli non segnalati. 

In ogni caso Galaxy Fit e può solamente tenere sotto controllo i movimenti, per cui non aspettatevi nulla di scientificamente esatto, ma per avere un'idea di massima sulla qualità del sonno va benissimo.  

Lo abbiamo messo alla prova anche con un sonnellino pomeridiano e in questo caso non abbiamo avuto nessun riscontro. Probabilmente perché il sonnellino è stato troppo breve o forse perché ci muovevamo troppo. In ogni caso il calcolo delle ore di sonno notturno è risultato sempre accurato. 

Autonomia

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)
  • Una settimana senza notifiche dallo smartphone
  • Manca l'indicatore dell'autonomia

La durata media dell'autonomia di Samsung Galaxy Fit e si aggira sulla settimana. Per ottenere questo risultato abbiamo però escluso le notifiche dal telefono e anche il controllo dei battiti è stato sporadico.

Il sistema di ricarica non è proprio comodissimo, in compenso il fatto che abbia uno schermo monocromatico diminuisce i consumi.

Se invece usate tutte le funzioni al massimo, comprese le notifiche dal telefono e correte quasi ogni giorno, l'autonomia scenderà a circa tre giorni. Comunque di più rispetto alla media degli smartwatch. 

Si ricarica anche molto in fretta, ma questo dipende anche dal fatto che la batteria è di soli 70 mAh. Purtroppo non è possibile controllare l'autonomia dal braccialetto e questa è una lacuna che Samsung potrebbe risolvere a breve.

App

Samsung Galaxy Fit e

(Image credit: Future)
  • Servono due app
  • Facile da usare

Chi non possiede già uno smartphone Samsung dovrà scaricare delle app per  Android o iOS in modo da poterlo collegare al proprio smartphone. L'app Galaxy Wear serve per sincronizzare il tracker, cambiare le watch faces mentre l'app Samsung Health per archiviare i dati del movimento (il tracker da solo può archiviare fino a sette giorni di attività.

Anche se Samsung è famosa per realizzare app non sempre utilissime, Galaxy Wear e Samsung Health fanno bene il loro lavoro. Le informazioni sono disponibili in maniera chiara e completa sia che si voglia controllare il sonno della notte precedente che l'attività fisica del mese scorso. 

L'app Wear permette di impostare la visualizzazione sul display e decidere quali e quante notifiche ricevere (massimo da sei app diverse). è anche possibile impostare un allarme dal telefono e averlo sul tracker.

L'app Samsung Health è particolarmente completa e consente di vedere non solo il numero di passi percorsi ma anche le calorie consumate, la frequenza cardiaca e molto altro. L'app è la stessa di tutti gli indossabili Samsung e per questo non tutte le funzioni risulteranno attive. Potrete anche registrare attività manualmente e inserire le registrazioni di quello che avete mangiato e bevuto. 

Immagine: TechRadar