Skip to main content

Recensione Garmin Forerunner 235

L'età è solo un numero

 Garmin Connect e Connect IQ 

  •  La sincronizzazione automatica è fantastica ... quando funziona 
  •  Ricco di funzioni ma può sembrare complicato 

Le app e le piattaforme web dei grandi marchi dividono l'opinione pubblica. Alcune persone adorano Garmin Connect e odiano Polar Flow, altre si comportano all’opposto. Altri ancora li odiano entrambi. Qualunque sia la vostra opinione, Garmin ha lavorato duramente per rendere Connect un partner più capace.

Ci sono alcuni particolari davvero carini, come il fatto che se siete già un utente Garmin, Connect aggiornerà automaticamente le vostre informazioni personali per il vostro nuovo orologio, in modo da non dover reinserire altezza, peso e tutto il resto.

Ci è piaciuto molto il fatto che sia possibile creare un calendario di allenamento e sincronizzarlo con il Forerunner 235, cosa che permette di vedere dal proprio orologio qual’è la sessione del giorno e persino la durata del riscaldamento.

Ci piace anche il fatto che le sessioni possano essere sincronizzate direttamente in Strava, in modo da poter comunque dominare le classifiche locali.

La sincronizzazione automatica dello smartphone tramite Bluetooth è un altro fantastico risparmio di tempo, quando funziona. Abbiamo anche scoperto che non era tutto tempo risparmiato perché, spesso, dovevamo ri-sintonizzare il Forerunner 235 con il nostro telefono per aggiornare le statistiche. Soprattutto quando si utilizza un telefono Android, mentre nella nostra esperienza gli orologi Garmin si sono dimostrati molto più stabili con un iPhone.

Purtroppo, questo orologio non offre il Wi-Fi come alcuni dei modelli più costosi ... sarebbe stato un bel plus, ma spiega perché il suo costo sia inferiore ai concorrenti.

Con la "piattaforma per app" Connect IQ di Garmin potrete anche accedere a un sacco di quadranti, campi dati, widget e app scaricabili, in modo da poter personalizzare ulteriormente il vostro 235 e soddisfare le vostre esigenze.

Tuttavia, con l'aggiunta di nuove funzionalità, esiste il serio pericolo che Connect possa diventare una bestia complicata dalla quale sarà più difficile estrarre informazioni dai dati, sebbene l'app sia molto più semplice degli strumenti Web per la revisione delle corse.

 Abilità Smartwatch 

  •  Consente notifiche e controlli musicali 
  •  Mostra i messaggi completi, non solo le righe dell'oggetto 

Per completare la sua funzionalità a tutto tondo, il Forerunner 235 racchiude una serie di abilità smartwatch, tra cui notifiche intelligenti per chiamate, e-mail, messaggi e aggiornamenti sui social media, oltre a controlli Spotify, lettore musicale e annunci audio, tutti ovviamente forniti con il telefono.

Anche poter leggere i vostri messaggi, piuttosto che ricevere la semplice notifica del loro arrivo, è un ulteriore vantaggio, così come il poter impostare con facilità l’opzione “non disturbare” che vi permette di correre tranquillamente, senza interruzioni di sorta.

 Durata della batteria e ricarica 

  •  Batteria sufficiente per durare mediamente una settimana 
  •  Il caricabatterie dedicato è fastidioso 

Per quanto riguarda l’autonomia, Garmin afferma che il Forerunner 235 può durare fino a 9 giorni in modalità orologio e fino a 11 ore in modalità GPS con il cardiofrequenzimetro acceso.

L'abbiamo testato durante una normale settimana di allenamento, a partire da domenica, con una lunga corsa di 1,5 ore, con tre brevi corse infrasettimanali fino a un'ora e poi il normale uso quotidiano nel mezzo. Ha affrontato tutto questo, ma abbiamo dovuto rimetterlo sul dock prima della corsa della domenica successiva.

L'abbiamo anche fatto girare su una maratona, togliendolo dalla ricarica alle 6.30 del giorno della gara. Non ha avuto problemi a tracciare una maratona di 4 ore ed è arrivato a mercoledì con il normale monitoraggio delle attività e le notifiche dello smartphone accese, prima che morisse.

Il dispositivo, dunque, è più che in grado di affrontare una settimana di allenamento media e potrebbe, potenzialmente, gestire un ultra di 100 km per i corridori più veloci.

Come tutti i Garmin, anche il Forerunner 235 è dotato di un proprio cavo di ricarica speciale, comprese tutte le frustrazioni che comporta il non poterlo caricare facilmente in viaggio, a meno che non ci si ricordi di portare con sé il cavo stesso.

 Qualcos'altro che dovreste sapere

Ci sono un cronometro, una sveglia, aggiornamenti automatici dell'ora legale, sincronizzazione del calendario, informazioni meteorologiche e una piccola funzione “Trova il mio telefono”, sebbene una funzione “Trova il mio orologio” potrebbe essere più utile. 

 Per chi è consigliato? 

Garmin Forerunner 235 un numero di approfondimenti sull'allenamento tale da soddisfare i corridori di tutti i livelli,compresi quelli che cercano di ottenere i migliori risultati personali.

Probabilmente è lo strumento giusto per coloro che prendono in considerazione le prestazioni in maniera semi-professionale, rispetto ai corridori di fitness casuali, in quanto ci sono opzioni più economiche per chi si accontenta di sapere solo il livello di sforzo della sessione.

La durata della batteria di 11 ore potrebbe potenzialmente renderlo adatto a corridori ultra veloci che affrontano corse fino a 100 km, ma in generale è più adattpùo all'asfalto che alla pista.

Un po' come Steve Winwood, il Forerunner 235 è invecchiato bene. Uno strumento fantastico che è ancora molto competitivo. In effetti, se non vi interessano alcune delle dinamiche di corsa più complesse che stiamo vedendo offerte su modelli più recenti, come Garmin Forerunner 645, l’orologio dovrebbe sicuramente far parte della vostra lista dei desideri su Amazon.

Prima recensione: settembre 2017

 Concorrenza 

Non siete sicuri del Garmin Forerunner 235? Allora potreste essere interessati a questi altri orologi: 

Polar M430

Polar M430

Polar M430 è un aggiornamento del più venduto M400 e sembra quasi identico, fino a quando non lo si capovolge e ci si accorge del sensore di frequenza cardiaca incorporato. È anche un buon aggiornamento, in grado di mantenere tutte le funzionalità che hanno reso così popolare l'M400, ma che al tempo stesso porta con sé un po' di intelligenza artificiale in più.

Oltre al costante monitoraggio della frequenza cardiaca al polso, sono presenti un GPS migliore, un monitoraggio del sonno migliorato e notifiche sullo smartphone. Tutto questo, in aggiunta ad uno dei migliori orologi da corsa, di fascia media, da acquistare in questo momento. È anche più a prova di futuro rispetto al Forerunner 235.

  • Leggi la recensione completa su Polar M430

TomTom Spark 3 Cardio + Music

Lo strumento di monitoraggio della frequenza cardiaca basato sulla lettura del polso creato da TomTom offre anche il controllo GPS per il multi sport e il monitoraggio delle attività 24/7. Dove differisce dal Forerunner 235, però, è nella capacità di memorizzare fino a 500 brani direttamente sull'orologio, il che significa che vi basta un paio di cuffie Bluetooth e potete fare a meno del telefono per ascoltare la vostra musica preferita mentre vi allenate.

Gli strumenti web non sono così avanzati come Garmin Connect o Polar Flow, però questa è una valida alternativa se amate correre con la musica, ma non vi piace dovervi portare dietro lo smartphone.

  •  Leggete la nostra recensione completa su TomTom Spark 3 

 O altri Garmin … 

L'ampia famiglia di tracker da corsa di Garmin è in costante crescita e i giganti statunitensi hanno qualcosa da offrire ai corridori, qualunque sia il loro grado di abilità. Ma come fare a sapere qual è il partner perfetto per sé stessi? Li abbiamo testati tutti e incorporato i nostri risultati in una guida pratica per darvi la giusta percezione sui migliori Garmin che potete acquistare in questo momento.