Skip to main content

Recensione AMD Ryzen 9 3950X

Una CPU mainstream brilla come un HEDT

AMD Ryzen 9 3950X
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

AMD Ryzen 9 3950X è il processore ideale per i PC che sono sottoposti a significativi carichi di lavoro. Dotato di un’elevata capacità di elaborazione dei processi, offre ottime prestazioni anche in gaming, sebbene per questo scopo siano adatti anche altri Ryzen più economici.

Pro

  • Prestazioni elevate
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • PCIe 4.0
  • Compatibile con socket AM4

Contro

  • Dissipatore non incluso
  • Guadagno di prestazioni in gaming poco rilevante

AMD Ryzen 9 3950X è uno dei migliori processori del momento e può essere considerato alla pari delle CPU HEDT (high-end desktop), ovvero appartenenti alla fascia alta del mercato. Tuttavia, in base alle specifiche e alle prestazioni che questo processore è in grado di offrire, questo sistema di classificazione potrebbe non avere più un senso.

Ryzen 9 3950X fa parte della famiglia di processori AMD con architettura Zen 2 a 7 nm e si posiziona sul trono del regno rappresentato dalla serie Ryzen 3000. Ciò lo rende naturalmente più costoso degli altri processori appartenenti alla suddetta serie, ma al contempo sta a sottolineare l’eccellente lavoro compiuto da AMD in termini di miglioramento delle prestazioni negli ambiti multi core e multi thread. Non a caso, a bordo di Ryzen 9 3950X possiamo trovare ben 16 core e 32 thread

AMD Ryzen 9 3950X

(Image credit: Future)

Prezzo e disponibilità  

Ryzen 9 3950X ha un prezzo che si aggira intorno ai €900, ma a partire dal momento del lancio sono stati prodotti soltanto pochi esemplari. Di conseguenza, abbiamo visto prezzi ben al di sopra di quelli suggeriti da AMD per la vendita al dettaglio. Questo fenomeno ha colpito anche altri processori presenti nella nostra classifica delle migliori CPU, sebbene in maniera meno incisiva.

Il prezzo è superiore di più del 50% rispetto ai €560 di Ryzen 9 3900X, dotato di 12 core e 24 thread (più un dissipatore Wraith Prism). Nel frattempo, la rivale Intel sta operando un ridimensionamento del proprio listino prezzi (un po’ caro, basti pensare ai €1700 di Intel Core i9 9980XE), portando al debutto il nuovo processore Intel Core i9-10980XE di decima generazione a €900, consapevole della concorrenza spietata da parte di AMD.  

(Image credit: Future)

Funzionalità e architettura del chip 

AMD Ryzen 9 3950X è caratterizzato da un’architettura Zen 2 con processo produttivo a 7 nm. AMD ha inoltre apportato un aumento della cache con capienze di L1, L2 e L3 rispettivamente a 1 MB, 8 MB e 64 MB.

La conseguenza è stata la nascita di una CPU impressionante da ben 16 core e 32 thread, compatibile con il socket AM4 (lo stesso che AMD utilizza a partire dalla prima generazione della serie Ryzen) e che raggiunge un TDP di soli 105 watt

Oltre alla nuova architettura costruttiva, Ryzen 9 3950X offre il supporto al nuovo standard PCIe 4.0, presente sulle schede madri più recenti con chipset X570. Questa nuova tecnologia permette di incrementare la larghezza di banda utilizzata, ad esempio, da SSD PCIe super veloci e schede video Navi. Per chi non avesse bisogno di tutti questi extra, è sempre possibile optare per una scheda madre un po’ più vecchia. 

Immagine 1 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 5 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 6 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 7 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 8 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 9 di 10

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 10 di 10

(Image credit: Infogram; Future)

Prestazioni

La nostra configurazione di prova:

CPU: AMD Ryzen 9 3950X @ 3,5 GHz (16 core, 73 MB cache, fino a 4,7 GHz)
CPU Cooler: NZXT Kraken X62
Motherboard: Aorus X570 Master
RAM: 32 GB HyperX Predator RGB @ 3000MHz
SSD: Samsung 860 QVO 1 TB
GPU: Nvidia GeForce GTX 1080 Ti
PSU: Phanteks Revolt X 1200
Case: Praxis Wetbench

Ryzen 9 3950X offre prestazioni eccellenti a partire da carichi di lavoro in single core per arrivare a quelli che sfruttano il multi threading. Inoltre, dai test effettuati, è evidente come l’alto numero di core porti notevoli benefici in termini di prestazioni.

Ci teniamo a menzionare il fatto che la CPU Ryzen 9 3950X da recensire ci è stata inviata da AMD già all’interno di un preassemblato Maingear. Invece di utilizzare questo sistema per i nostri test, abbiamo deciso di traslare l’hardware sul banchetto di prova di TechRadar, in modo da avere un controllo di insieme su più larga scala, senza possibili limitazioni imposte da AMD e Maingear.  

I 16 core di Ryzen 9 3950X sono caratterizzati da una velocità di clock che parte da un minimo di 3,5 GHz per arrivare a un massimo di 4,7 GHz in overclock. Questi valori di velocità, uniti all’elevato numero di core, permettono di ottenere dei risultati egregi, come testimoniano i nostri benchmark. I punteggi ottenuti nei nostri test condotti su piattaforma Geekbench 4 sono stati di 5770 punti per il single core e 53829 punti per il multi core. Questi risultati sono paragonabili a quelli ottenuti dal processore Ryzen Threadripper 2990WX a 32 core del 2018, che si è fermato negli stessi test a 4862 e 30777 punti.

Cinebench R15 e R20 hanno ulteriormente messo in evidenza le potenzialità di Ryzen 9 3950X: il test Cinebench R15 è stato portato a termine con punteggi di 212 punti per il single core e 4008 punti per il multi core. Ciò permette a questo processore di piazzarsi davanti a Threadripper 2990WX per quanto riguarda le performance del core singolo, mentre lo stesso discorso non è valido per le prestazioni in multi core, considerando i 5017 punti ottenuti da Threadripper (senza dimenticare che quest’ultimo ha il doppio numero di core e thread).

Intel non può di certo dormire sogni tranquilli in presenza di Ryzen 9 3950X. I processori HEDT della “squadra blu” sono nei guai, poiché Intel Core i9-10980XE, un mostro da 18 core e 36 thread, ha ottenuto risultati inferiori nella nostra suite di benchmark. Al termine dei test Geekbench 4, la CPU Intel ha fatto registrare 5452 punti in single core e 52762 punti in multi core; entrambi i punteggi che sono più bassi rispetto a quelli di Ryzen 9 3950X. AMD mantiene una posizione di vantaggio anche nei test Cinebench 20, dove i 9171 punti in multi core di Ryzen si scontrano con gli 8730 di Core i9-10980XE.

Immagine 1 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 4

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 4

(Image credit: Infogram; Future)

Il consumo energetico è ancora leggermente troppo alto, nonostante i miglioramenti visti rispetto alle CPU Threadripper della generazione precedente. Nei nostri test, Ryzen 9 3950X ha raggiunto un massimo assorbimento di potenza di 144 watt. Questo valore è alto se si considera che si tratta di un processore mainstream, ma è perfettamente in linea con i consumi di alcune CPU top di gamma di Intel. Un migliore rapporto tra prestazioni e potenza assorbita è senza dubbio reso possibile dal processo produttivo a 7 nm.

Per quanto riguarda le prestazioni in gaming, una sola frase è d’obbligo: i processori Ryzen della serie 3000 vanno tutti alla grande. In questo ambito, le prestazioni di Ryzen 9 3950X possono essere paragonate a quelle di Ryzen 5 3600. Nei test condotti con una GPU Nvidia GeForce GTX 1080 Ti, Ryzen 9 3950X ha fatto registrare 103 fps in Total War: Warhammer in risoluzione Full HD e 43 fps in 4K. Nelle stesse condizioni, Ryzen 5 3600 si è fermato a 101 fps e 42,3 fps. E Intel invece? Core i9-9900KS ha fatto segnare nel suddetto test 108 fps in Full HD e 45 fps in 4K.

La storia non cambia nel nostro benchmark Middle Earth: Shadow of War, con Ryzen 9 3950X che totalizza 116 fps in Full HD e 49 fps in 4K, venendo addirittura battuto dai 118 fps e 51 fps di Ryzen 5 3600. Intel Core i9-9900K si conferma in testa con i punteggi di 125 fps in Full HD e 52 fps in 4K

Ryzen 9 3950X è chiaramente un processore con prestazioni di fascia alta, ma per i giocatori in particolare, è possibile godere della stessa esperienza videoludica spendendo molto meno (circa un quarto del prezzo di 3950X). Non è da trascurare il fatto che tutta la potenza sprigionata porti ad un notevole incremento delle temperature. AMD ha tenuto subito ad informarci che sarebbe stato necessario l’utilizzo di un sistema di raffreddamento con ventola da 240 mm, dunque ne abbiamo montato uno per la nostra recensione. Anche con un ottimo dissipatore come NZXT Kraken X62, abbiamo toccato picchi di temperatura di 78°C, a testimonianza che la scelta di non includere un dissipatore stock nella confezione è del tutto sensata. 

AMD Ryzen 9 3950X

(Image credit: Future)

Verdetto finale 

Ryzen 9 3950X va ad inserirsi in punta di piedi in una fascia di mercato precedentemente dominata dai conclamati processori di casa Intel, dimostrando di potersi fregiare del grado di leader. Dopo aver seguito le istruzioni fornite da AMD e preso le giuste misure, la CPU Ryzen si è dimostrata impeccabile nel gestire giochi e carichi di lavoro su più core. La pecca maggiore di questo processore è rappresentata dalla quantità esigua di esemplari che sono disponibili sul mercato.