Skip to main content

Recensione Klipsch Reference On-Ear II

Un paio di cuffie dal suono eccellente ma senza fronzoli

Il nostro verdetto

Le Klipsch Reference On-Ear II sono ben costruite, hanno un suono eccezionale e offrono un comfort senza pari tra le cuffie on-ear. Tuttavia, il loro prezzo elevato è difficile da giustificare in mezzo a una forte concorrenza che offre più funzionalità e un suono altrettanto eccellente.

Pro

  • Suono meravigliosamente bilanciato
  • Eccellente qualità costruttiva
  • Comfort senza eguali

Contro

  • Fruscio del cavo
  • Frequenze alte poco convincenti
  • Costose

Le Klipsch Reference On-Ear vanno a succedere all’'eccellente modello Reference On-Ear dello scorso anno. L'ultimo modello di cuffie di Klipsch non cambia molto in termini di design o suono, ma perché mettere mano a qualcosa che funziona già bene?

Klipsch ha voluto aggiornare il modello con le Reference On-Ear II, concentrandosi su caratteristiche come suono, comfort e portabilità che piacciono tanto agli audiofili che si rivolgono al loro marchio. Ma per tutti gli altri utenti, è probabile che le Klipsch Reference On-Ear II siano forse troppo costose per quello che offrono.
Solo gli audiofili irriducibili considereranno anche questa cuffia cablata per il loro prossimo acquisto, ma è indubbio che coloro che apprezzano il suono bilanciato e il comfort sopra ogni altra cosa saranno felici con le Klipsch Reference On Ear II.  

Design

Le  Klipsch Reference On-Ear II sembrano quasi identiche al modello Reference On-Ear del 2018. Invece della combinazione di colori nero e argento, tuttavia, Klipsch ha optato per un design nero su nero. Se il look non vi soddisfa, comunque, sono disponibili anche in versione bianca e metallo spazzolato. 

Per quello che può valere, troviamo che lo stile minimalista con parti di metallo spazzolato e combinazione di colori nero su nero sia fantastico, con un aspetto poco appariscente, ideale per coloro che vogliano utilizzarle senza farsi notare. 

Abbiamo apprezzato il modello originale per il suo incredibile comfort che è stato mantenuto nel modello di quest'anno. Le cuffie presentano alcune delle imbottiture in pelle più morbide che ci sia mai capitato di provare su cuffie on-ear. Probabilmente potremmo indossare le Reference On-Ear II per un'intera giornata lavorativa senza avvertire alcuna pressione spiacevole sul padiglione auricolare. 

Tuttavia c'è un compromesso a cui si deve scendere per poter apprezzare il comfort fornito dalle Klipsch, e ci riferiamo a come le cuffie calzano sulla testa. La forza di pressione minima è ottima per il comfort, a differenza di altri modelli che esercitano un’importante pressione laterale, ma troviamo fastidioso che muovendo la testa le cuffie possano scivolare via così facilmente. Le cuffie possono cadere dalla testa quando, ad esempio, ci si inclina all’indietro sulla sedia per stiracchiarsi, come ci è (quasi) capitato durante il periodo di prova.

La novità di quest'anno è l'inclusione di un cavo per cuffie rimovibile, che va da 2,5 mm a 3,5 mm. Alcuni clienti sono rimasti delusi dalla mancanza di un cavo rimovibile nel modello dello scorso anno, quindi è bello vedere che Klipsch ascolti le richieste dei propri utenti per migliorare i suoi prodotti. 

Il cavo rimovibile include un telecomando in linea per dispositivi Apple, che consente di controllare la riproduzione della musica e rispondere alle telefonate. Vorremmo che Klipsch rilasci anche una versione delle cuffie per Android, poiché le funzioni di riproduzione musicale del telecomando in linea funzionano solo con i dispositivi Apple; tuttavia la qualità della voce dal punto di vista delle prestazioni sul microfono è quantomeno eccezionale. 

Oltre al comfort e al cavo staccabile, le Klipsch Reference On-Ear II offrono anche un’ottima compattezza e portabilità. Le cuffie sono dotate di cerniere pieghevoli che appaiono estremamente robuste ed emettono un click soddisfacente quando si aprono.

La regolazione delle dimensioni è controllata tramite bracci a gradini, così si possono sempre adattare perfettamente. Il meccanismo non è altrettanto valido come nei modelli con bracci ad attrito, ma in questo caso tutto sembra funzionare senza nessun problema. 

Klipsch include inoltre un eccellente custodia rigida per proteggere le cuffie durante il trasporto. Altri modelli di cuffie di solito vengono forniti con una custodia in tessuto morbido, e abbiamo trovato quella rigida un gradito extra.

Prestazioni

Klipsch ha sempre fatto uno sforzo enorme nella qualità del suono dei suoi prodotti e questa tendenza continua con le Reference On-Ear II. Nel complesso, le cuffie offrono un suono neutro che funziona bene con quasi tutti i generi musicali, sebbene abbia la tipica firma del suono medio-centrica di Klipsch, con bassi frenati e alti leggermente deboli. 

Mentre la maggior parte delle aziende di cuffie tradizionali come Beats si concentra sulla fornitura di bassi sconvolgenti, Klipsch pone maggiormente l'accento sul suono bilanciato. Le Reference On-Ear II offrono certamente una profondità e un controllo dei bassi eccezionale, ma gli ascoltatori che stanno cercando frequenze basse particolarmente travolgenti potrebbero rimanere insoddisfatti. Gli audiofili, tuttavia, saranno sicuramente contenti del suono. 

L'unica parte della firma sonora che riteniamo possa essere migliorata sono gli alti, leggermente più educati di quanto si vorrebbe. La presentazione degli acuti viene fatta scendere via via che la frequenza sale, per evitare sibili e alti stridenti, ma toglie anche brillantezza e risoluzione alla parte superiore dello spettro audio. 

Non è male comunque, inoltre gli alti moderati hanno il vantaggio di impedire che le Reference On-Ear II rendano l’ascolto faticoso. A causa del suono dal timbro neutro, le Klipsch Reference On-Ear II sono un paio di cuffie che possono essere utilizzate per qualsiasi attività. Sono perfette per ascoltare musica per ore, rispondere alle chiamate e persino giocare. 

In termini di amplificazione, le Reference On-Ear II offrono ottime prestazioni direttamente dagli smartphone. Sono abbastanza efficienti e sensibili, cosicché quasi tutti i dispositivi possano pilotarle al loro massimo potenziale sonoro. Le abbiamo provate con un amplificatore per cuffie e il suono non è cambiato molto, sebbene l'impatto dei bassi sia leggermente migliorato, probabilmente per un migliore input in frequenza. 

Un punto di forza, visto che non sarà necessario portare in giro un amplificatore separato per ottenere il massimo da queste cuffie. 

Una preoccupazione che si potrebbe avere prima di acquistare delle cuffie sovraurali è la mancanza di isolamento acustico. Dato che le cuffie on-ear non avvolgono le orecchie con l'imbottitura, può essere molto difficile bloccare il rumore esterno. Tuttavia, le Klipsch Reference On-Ear II fanno un ottimo lavoro per mantenere il rumore all’esterno. Non saranno altrettanto efficaci nell'annullare il boato di un motore a reazione come le cuffie con cancellazione di rumore attive, ma l'isolamento acustico è molto buono per un paio di on-ear. 

Ci è piaciuto

Le Klipsch Reference On-Ear II sono all'altezza del precedente modello e del suo suono bilanciato: ogni parte dello spettro audio è ben rappresentata e i bassi non sono opprimenti come nelle cuffie più economiche. I suoi alti sono un po' troppo educati per coloro che vogliono il massimo in termini di energia e di risoluzione degli acuti, ma questo compromesso rende le Reference On-Ear II comode anche per  ascoltare per intere ore consecutive.

A proposito di comfort, le On-Ear II non hanno eguali in quest'area e la morbida imbottitura consente di indossarle per molto tempo senza subire la pressione sulle orecchie. Non sono comunque ideali per l'ascolto durante le attività sportive, quindi non è possibile indossarle in palestra o durante il jogging . 

Infine, esattamente come la versione dell'anno scorso, la qualità costruttiva è eccellente. 

Le cuffie sono realizzate in metallo, pelle e plastica robusta. Le cerniere consentono di piegare le cuffie per riporle facilmente, tornando in posizione senza sforzo. Klipsch ha ascoltato i suoi utenti e ha aggiunto un cavo rimovibile, che sarà sostituibile se per qualche ragione venisse danneggiato senza costringere a buttarle o ad effettuare riparazioni artigianali.

Non ci è piaciuto

Con un prezzo intorno ai 260 euro è difficile giustificare una spesa così alta per le Reference On-Ear II quando le originali On-Ear costano circa la metà. Gli aggiornamenti minimi al design ed al suono fanno si che le On-Ear primo modello, possano essere al momento un acquisto con un migliore rapporto qualità-prezzo. 

Le Reference On-Ear II sono inoltre un paio di cuffie cablate “vecchia scuola”, e chi è alla ricerca della tecnologia audio più recente rimarrà deluso. Non offrono il Bluetooth o la cancellazione attiva del rumore, ma Klipsch ha in listino anche una versione wireless (più costosa) di On-Ear se si desidera sbarazzarsi del cavo a tutti i costi.

Verdetto finale

Le  Klipsch Reference On-Ear sono state un modello innegabilmente attraente di cuffia on-ear durante lo scorso anno. Ci sono piaciute per il loro comfort senza pari, il suono di riferimento e l'eccellente qualità costruttiva. Tutto questo lo si ritrova quest’anno con le nuove Reference On-Ear II, ma i piccoli cambiamenti non giustificano il passaggio dal primo al nuovo modello. Considerando il prezzo, è difficile giustificare il costo delle On-Ear II quando i concorrenti operano costantemente per ottenere una qualità del suono altrettanto eccellente, includendo però la tecnologia wireless nei loro modelli di cuffie e mantenendo lo stesso prezzo. 

Ad esempio, le Audio Technica ATH-SR5BT hanno un suono eccezionale, la connettività wireless ed una durata della batteria incredibile. 

Possono addirittura essere utilizzate in modalità cablata per una migliore qualità del suono. 

Gli audiofili saranno soddisfatti del suono, del comfort e della portabilità di Klipsch Reference On-Ear II, ma chi desidera più funzionalità rimarrà desideroso di avere di più per quella cifra e facilmente guarderà altrove.

Controlla le offerte, sempre aggiornate, per il Black Friday 2019
...e anche quelle per il Cyber Monday 2019