Fitbit Versa 4 recensione

L'orologio Fitbit dedicato al fitness non è all'altezza della situazione

Il Fitbit Versa 4 al polso
(Image: © Andrew Williams)

Verdetto

Il Fitbit Versa 4 è meno smartwatch di alcuni Fitbit più vecchi, almeno al momento del lancio, e non può competere con i migliori per quanto riguarda la precisione del rilevamento del fitness. Tuttavia, la durata della batteria è buona e questo modello è adatto a coloro che si accontentano di una piccola parte di funzionalità offerte dalle fit band e dagli smartwatch più costosi.

Pros

  • +

    Manutenzione più semplice rispetto a un Apple Watch

  • +

    Interfaccia rinnovata e facile da capire

  • +

    Il design rimane caratteristico e attraente

  • +

    Durata della batteria abbastanza lunga nella modalità predefinita

Cons

  • -

    Alcuni problemi di precisione HR

  • -

    Nessuna app di terze parti

  • -

    L'altoparlante integrato è scarso

  • -

    Alcune funzioni non sono disponibili al momento del lancio

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Quando Google ha acquisito Fitbit nel 2020, ci aspettavamo che i migliori Fitbit, compresi gli smartwatch come il Fitbit Versa 4, avrebbero utilizzato il software WearOS di Google, ma non è stato così. Questo orologio è più che altro una versione ottimizzata del Fitbit Versa 3. Non si tratta di una versione totalmente rinnovata. 

Infatti, questo nuovo prodotto ha perso alcune funzioni chiave come la capacità di supportare app di terze parti e la riproduzione di musica quando non è connesso alla rete wi-fi. Si tratta di un orologio adatto a chi non abbia particolari esigenze avanzate, perché non ha il potenziale smart di rivali come il Fitbit Versa 3 e dei migliori Apple Watch

La mancanza di app di terze parti e di riproduzione musicale implica che dovrete usare un telefono per allenarvi con Fitbit Versa 4, e questo è un grosso limite. Il Fitbit Versa 4 è un fitness tracker per runner leggermente meno preciso rispetto, ad esempio, a un orologio pensato per la corsa come l’Apple Watch 8 o il Garmin Venu 2. E questo lo lascia su un terreno incerto.

Tuttavia, nonostante non ci siano punti di forza in cui eccelle, il Fitbit Versa 4 è uno smartwatch semplicissimo da utilizzare e quindi adatto come primo prodotto d’ingresso in questo mondo. La batteria dura a lungo se non si utilizza la modalità di visualizzazione "always on"; Fitbit ha preso in prestito il layout dell'interfaccia del Pixel Watch e presenta in modo piacevole le sue funzioni più smart, in particolare le notifiche. E nonostante abbiamo delle critiche da fare alla modalità fitness, di cui ci occuperemo più avanti in questa recensione, il dispositivo è abbastanza valido per chi volesse semplicemente tenere traccia di corse ed escursioni frequenti e regolari. 

Fitbit Versa 4: Specifiche hardware

Prezzo: €199,99
Dimensioni: 40,5 mm x 40,5 mm x 11,2mm (lunghezza, larghezza, altezza)
Tecnologia schermo: AMOLED always-on display
GPS: Si
Durata massima della batteria: 6+ giorni

Fitbit Versa 4: prezzo e disponibilità

Il Fitbit Versa 4 è un’alternativa low-cost del Fitbit Sense 2. Ha un prezzo di listino di €229,99, ma attualmente si può acquistare scontato a €199,99 sullo store ufficiale italiano, un bel po’ meno caro rispetto ai €299,95 necessari per il modello superiore Fitbit Sense 2. 

È stato lanciato alla fine di settembre del 2022, due anni dopo il Versa 3. A questo prezzo, tra i rivali più ovvi ci sono il Garmin Venu Sq 2 e il Versa 3 e l’Apple Watch SE, che costano rispettivamente un po’ di meno e un po’ di più. 

Fitbit Versa 4: design e schermo

  • Molto simile al precedente modello 
  • Buono schermo OLED
  • Resistente a immersioni di 50 metri 

Il Fitbit Versa 4 ha un aspetto molto simile al Versa 3. Il design è squadrato ma piacevole. Il rivestimento dello schermo è in vetro curvo. La lunetta è in alluminio e la parte posteriore è in plastica. 

Si tratta di un design meno ricercato di quello dell'Apple Watch SE 2, e chiaramente più orientato allo stile rispetto al Venu 2 Sq, l'alternativa Garmin più simile. Le novità estetiche non sono eclatanti, ma c'è una differenza fondamentale rispetto all'ultimo modello Versa 3. 

Fitbit ha aggiunto un pulsante fisico al Versa 4, mentre il Versa 3 utilizza un pannello capacitivo poco funzionale. Il nuovo pulsante ha un feeling da prodotto economico, forse perché mentre l'involucro ha una bella finitura anodizzata, il pulsante è lucido. Inizialmente ho pensato che potesse essere di plastica, ma non è così. Si tratta di materiale metallico, e sicuramente un pulsante fisico è di gran lunga preferibile a uno di tipo touch capacitivo. 

Non sono mai stato un fan dello stile di cinturino "a sovrapposizione" utilizzato dal Fitbit Versa 4 e dall'Apple Watch. In ogni caso, si tratta di un elemento assolutamente confortevole, tanto da farvi dimenticare che state indossando l'orologio. Una dimenticanza che non presenta nemmeno grossi rischi in caso di bagni e immersioni, visto che questo orologio offre una resistenza all'acqua a una profondità massima di 50 metri. Ne consegue che sarà assolutamente sicuro lasciarlo indosso durante un acquazzone, una doccia o un bagno in piscina. 

Abbiamo eseguito misurazioni fisiche indipendenti, e con la nostra bilancia di precisione l'orologio pesa 40 grammi (cinturino e quadrante), un peso decisamente buono per uno smartwatch. 

Lo schermo è un OLED da 336 x 336 pixel, proprio come quello del Versa 3. Il bordo dello schermo è molto più grande di quello dell'Apple Watch 8, ma questo è un difetto trascurabile considerando il prezzo a cui viene venduto, significativamente più basso del prodotto della casa di Cupertino. Il display è inoltre nitido, colorato e abbastanza luminoso da risultare chiaro anche all'aperto in una giornata di sole battente. 

  • Punteggio design e schermo: 4/5

Fitbit Versa 4 al polso

(Image credit: Andrew Williams)

Fitbit Versa 4: caratteristiche

  • Il sistema operativo Fitbit è stato rielaborato per assomigliare a WearOS 
  • Nessun supporto musicale
  • Capacità smart limitate, ma buona gestione delle notifiche 

Il Fitbit Versa 4 non ha WearOS, la piattaforma per smartwatch del suo proprietario Google. Tuttavia, l'interfaccia classica di Fitbit OS è stata ridisegnata per allinearsi maggiormente al nuovo stile di Google. 

Scorrendo a sinistra e a destra si passa da una schermata all'altra, in modo simile ai widget, per ciascuna delle funzioni principali del Fitbit Versa 4. Queste includono i passi giornalieri, la corsa, il tempo libero, la frequenza cardiaca dell'ultimo giorno, il rapporto sul sonno e le previsioni del tempo. 

Scorrendo il dito verso la parte alta del quadrante dell'orologio si accede alla lista delle notifiche. Scorrendo verso il basso si accede invece a funzioni fondamentali come “Non disturbare”, luminosità dello schermo e modalità di visualizzazione Always-on. 

L’interfaccia è semplice e intuitiva e Fitbit sembra aver ridotto in modo significativo il lag che affliggeva la generazione Versa 3/Sense. Questo potrebbe essere dovuto a miglioramenti del software o a un nuovo processore, di cui però, come al solito, Fitbit non ci ha detto molto. In ogni caso, è una buona notizia. Ora c'è solo una leggera attesa quando si aprono le applicazioni.

Il Fitbit Versa 4 ha il classico aspetto di uno smartwatch, ma più lo si usa e meno sembra tale. Il supporto per le app di terze parti, da anni in continuo declino, è stato completamente eliminato. Non è possibile salvare brani musicali sull'orologio, non c’è supporto l'app Spotify che invece era supportata dal Versa 3: ne consegue che non sarà possibile gestire la riproduzione della musica in streaming dall’orologio. Non c'è nemmeno il controllo di base della musica riprodotta da un telefono collegato, una classica  funzione che hanno i fitness tracker di fascia entry-level. 

Rimangono però alcune funzioni smart. L'interfaccia è dedicata alle notifiche in misura maggiore rispetto alla maggior parte degli orologi di questo tipo. Ciascuna riceve una "scheda" che può essere sfogliata, come la presentazione di e-mail e messaggi in WearOS. Il Fitbit Versa 4 supporta anche Amazon Alexa, una cosa inusuale se pensiamo che Fitbit è ora un'azienda di proprietà di Google. Premendo a lungo il pulsante laterale, si attiva Alexa. È possibile chiederle di impostare le sveglie, di sapere le informazioni meteo del giorno dopo o di iniziare un allenamento. 

A tutte le domande che richiedono una risposta verrà risposto sia in forma di testo sullo schermo, sia in forma vocale attraverso l'altoparlante integrato nell’orologio, utilizzando la sintesi vocale. Si tratta di un'operazione piuttosto interessante, anche se la qualità dell'altoparlante è scarsa. Ha un volume complessivamente basso e riesce a distorcere il suono in modo evidente anche a basso volume.

Per far funzionare Alexa, il Fitbit Versa 4 deve essere costantemente collegato al telefono. Il Fitbit Versa 4 è dotato di modulo hardware Wi-Fi, ma è disattivato, per cui l'interazione deve avvenire necessariamente tramite Bluetooth, alimentato dal telefono. I pagamenti wireless sono un’altra caratteristica smart degna di nota. È possibile impostare Fitbit Pay per utilizzare il Versa 4 per i pagamenti, come si potrebbe fare con un Apple Watch, un Garmin o con un orologio WearOS. 

Fitbit afferma che in futuro sono in arrivo altre funzioni. È stato aggiunto Google Wallet come alternativa a Fitbit Pay ed è pronto anche il supporto a Google Maps (molto più interessante). Questo non significa che sarà possibile scaricare porzioni di mappe offline o navigare senza il telefono. Le prime notizie suggeriscono che il Versa 4 riceverà semplicemente un promemoria per la navigazione turn-by-turn da un telefono collegato, il che dovrebbe essere utile se si sta andando da qualche parte a piedi. 

Il Fitbit Versa 4 potrebbe avere le funzioni essenziali dello smartwatch che desiderate o di cui avete bisogno. Pagamenti wireless? Notifiche? Supporto di base per l'assistente intelligente? Tuttavia, questo stile spoglio è molto lontano da quello dei modelli precedenti, nell’era in cui Fitbit aveva una piccola ma curata lista di app disponibili per il download. 

È improbabile che si assista a un'espansione in quest'area, perché se questi orologi "della salute" di Fitbit diventassero troppo smart, entrerebbero in diretta concorrenza troppo stretta con i WearOS della stessa Google. 

  • Punteggio caratteristiche: 3/5

Fitbit Versa 4: telaio e cinturino

(Image credit: Andrew Williams)

Fitbit Versa 4: durata della batteria

  • Può durare circa una settimana con utilizzo leggero 
  • L’autonomia si riduce a 2-3 giorni con la modalità "Always On" 
  • La durata effettiva della batteria corrisponde alla stima del produttore 

Quando parliamo di smartwatch come questi, ma anche di quelli prodotti da Garmin e Huawei, c’è un aspetto molto interessante da considerare: la durata della batteria è sempre molto migliore rispetto a quella di un Apple Watch o di un WearOS. 

Fitbit afferma che il Versa 4 dura "oltre 6 giorni". Dopo averlo indossato costantemente per poco meno di due giorni, 44 ore per l'esattezza, l'orologio aveva perso il 29%. Una stima che è del tutto in linea con quanto dichiarato da Fitbit, che afferma che il dispositivo è in grado di resistere poco più di sei giorni con una sola carica. 

In realtà, nella nostra prova il dispositivo era ancora in funzione sette giorni dopo che abbiamo iniziato a tenere sotto controllo la batteria, con il 9% di autonomia residua dopo una settimana, ma questo risultato eccezionale è sicuramente stato coadiuvato dall’abitudine del sottoscritto di togliere l’orologio quando non serve averlo al polso. 

Un'ora di corsa con tracciamento GPS ha richiesto il 7% al livello di carica, suggerendo che si possono raggiungere le 14 ore di GPS, anche se Fitbit stessa fa una stima di 12 ore con questo utilizzo.

Con questa autonomia si ottiene un'esperienza totalmente diversa da quella di un Apple Watch. Ricaricare l'orologio una volta alla settimana anziché una volta al giorno è un vero sollievo. Tuttavia, questo è possibile solo se si utilizza il Fitbit Versa 4 in modalità standard, ovvero quando lo schermo si accende solo in seguito a un gesto del polso, alla pressione di un pulsante o al tocco dello schermo. 

Esiste anche una modalità sempre attiva, che mantiene lo schermo acceso tutto il giorno. Questa modalità dimezza mediamente la durata della batteria, il che significa che dovrete ricaricare il Fitbit Versa 4 ogni tre giorni circa, o forse già anche dopo due giorni se siete utenti molto attivi. La modalità always-on fa perdere un po' ai punti di forza di questo Fitbit, ma è il modo più piacevole di usare l'orologio, nel complesso. 

  • Punteggio batteria: 4/5

Fitbit Versa 4: tracciamento Salute e Fitness

  • Il rilevamento della frequenza cardiaca non è all'altezza di quello di Apple o Garmin 
  • Modalità aggiuntive 
  • Nessun sensore ECG o EDA

Passando alla parte dedicata alla salute e al fitness, si può notare come il Versa 4 si differenzi dal Sense 2. Perde tutte le funzioni di salute di alto livello. Ciò significa che non c'è l'ECG, utilizzato per valutare la salute del cuore, né il sensore EDA. Quest'ultimo monitora la produzione di sudore, come indicatore di stress. Al Fitbit Versa 4 restano il GPS, il sensore ottico della frequenza cardiaca e l'altimetro, utilizzato per contare quante rampe di scale si salgono ogni giorno. Pertanto, il Versa manca di alcuni degli aspetti "salutistici" del Sense 2, ma conserva tutti gli aspetti importanti del fitness. 

Tuttavia, dopo aver confrontato il Versa 4 con l'Apple Watch 8, il Garmin Venu 2 Sq e il Sense 2 e il  Garmin Fenix 7 nel tracciamento degli allenamenti, è venuto fuori che si è comportato peggio di questi in alcuni frangenti importanti

Quando si traccia una corsa, il GPS può essere piuttosto lento ad agganciarsi. Sebbene sia migliorato dopo alcune settimane di allenamento nello stesso luogo, non è ancora diventato veloce come avremmo voluto. Siamo stati probabilmente abituati male avendo testato recentemente gli ultimi prodotti di Garmin, che eseguono quasi istantaneamente la triangolazione con i diversi sistemi satellitari supportati. 

Anche i percorsi tracciati dal Fitbit Versa 4 sembrano un po' meno precisi di quelli di Apple o Garmin, più inclini a deviare dal percorso reale, e sono composti da un numero inferiore di nodi rispetto ai migliori della classe. Non sembra esserci coerenza: a volte viene registrata una distanza maggiore o minore su base chilometrica rispetto alla stessa distanza registrata su un Garmin o su un Apple Watch. Ma le persone che non andranno a eseguire questi confronti diretti possono rimanere soddisfatte? Certamente: il rilevamento GPS del Versa 4 va benissimo per il monitoraggio degli allenamenti occasionali. 

La registrazione della frequenza cardiaca presenta invece dei problemi più evidenti. Sebbene non si siano verificati i problemi più gravi riscontrati con il Fitbit Sense originale, come la mancata rilevazione di intere fasce di sforzo durante gli sforzi misti, le prestazioni sono ancora molto al di sotto delle migliori alternative nell’universo del tracking della salute tramite smartwatch e fit band. 

Il problema ricorrente questa volta è un picco eccessivo della frequenza cardiaca durante lo sforzo iniziale di ogni allenamento. Spesso viene sovrastimata la frequenza cardiaca, che poi scende velocemente a un livello più realistico. Nelle sessioni di sforzo moderato, questa anomalia può sbilanciare la frequenza cardiaca massima per l'intera sessione. 

L'Apple Watch SE e il Garmin Venu 2 Sq hanno sensori di frequenza cardiaca migliori in base ai nostri test. Tuttavia, siamo lieti di constatare che sono stati fatti dei progressi rispetto all'ultima generazione. Il sensore Versa 4 HR non ha mai perso completamente il controllo della situazione. 

Anche l'approccio di Fitbit all'esercizio fisico è piuttosto frugale. Ad esempio, per impostazione predefinita il Versa 4 emette un segnale acustico con il motore a vibrazione quando si passa da una zona della frequenza cardiaca a un'altra, indipendentemente dal fatto che si stia facendo jogging o un allenamento in palestra. Lo standard degli orologi per corridori è quello di mostrare un aggiornamento delle prestazioni a ogni chilometro o miglio, mentre l'approccio del Versa 4 non fornisce questo importante approccio strutturale.

È possibile ottenere l'aggiornamento "per km" con una modifica, ma il dispositivo sembra più adatto a un monitoraggio casuale piuttosto che a un approccio più strutturato agli allenamenti. Questo si nota anche nella schermata di allenamento, che presenta solo tre metriche visibili per pagina, mentre idealmente ne vorremmo almeno quattro quando andiamo a correre,  e questo limite costringe a sfogliare lo schermo per vedere altre statistiche, cosa non molto facile e comoda mentre si corre.

Una delle grandi novità di questa generazione è rappresentata da una serie di modalità di tracciamento aggiuntive, che passano dalle "20+" del Versa 3 alle 41 di questo modello. Tuttavia, non si tratta di un miglioramento particolarmente significativo, visto che molte delle nuove modalità visualizzano e registrano le stesse statistiche e metriche, applicando solo un'etichetta diversa. Le modalità di arrampicata indoor, yoga e spinning sono quasi identiche dal punto di vista funzionale, una situazione che sa di opportunità sprecata se si pensa che la modalità di arrampicata potrebbe almeno sfruttare l'altimetro barometrico. 

Alcune delle informazioni che Fitbit Versa 4 è in grado di fornire sono disponibili solo per chi si iscrive a Fitbit Premium. Si tratta di un servizio disponibile al costo di 8,99€ mensili che offre anche una serie di allenamenti video e sessioni di meditazione. 

Inoltre, fornisce un'analisi a lungo termine delle statistiche registrate dall'orologio, confrontando le letture attuali con quelle delle settimane e dei mesi passati. Senza Premium si perdono anche gli approfondimenti sul monitoraggio del sonno, il rilevamento del russamento e il Daily Readiness, che indica se il corpo è pronto o meno per l'allenamento. 

Senza attivare il servizio Premium, è possibile vedere le varie fasi del sonno che si attraversano ogni notte, quanto si è dormito e le variazioni dell'ossigenazione del sangue, ma non la frequenza cardiaca o l'"irrequietezza". 

Fitbit prova costantemente a spingervi a sottoscrivere l’abbonamento a pagamento, con frequenti riferimenti alle funzionalità che vi state perdendo nell'app Fitbit. Ma il Premium non è indispensabile. In sua assenza è ancora possibile accedere alle sfide di lunga data di Fitbit, in cui i propri passi vengono messi a confronto con quelli di amici o sconosciuti. E non c'è necessariamente bisogno di una struttura aggiuntiva se si può trarre motivazione dai miglioramenti nella durata o nella velocità della corsa. 

Alcune parti dell'app, però, hanno davvero bisogno di un ritocco. Perché c'è una sezione "Temperatura della pelle" nell'area Metriche della salute quando il Versa 4 non ha un sensore di temperatura? E perché è ancora presente una sezione "Galleria applicazioni" quando non ci sono più altre applicazioni da scaricare? È come se queste funzioni fossero state lasciate nell'app dopo essere state rimosse dal dispositivo, cosa che mette in luce una certa pigrizia nello sviluppo del prodotto. 

  • Punteggio tracking Salute e Fitness: 3/5 

Fitbit Versa 4 al polso

(Image credit: Andrew Williams)

Fitbit Versa 4: Acquistatelo se...

Volete una batteria duratura
Il Fitbit Versa 4 è un orologio con una batteria che dura abbastanza a lungo ed è semplice da usare, ma si colloca al di sotto delle categorie degli smartwatch e degli orologi per il fitness. Può durare circa una settimana con una sola carica, ma solo se non si utilizza la modalità di visualizzazione sempre attiva o non si controllano costantemente le notifiche. 

Come gli altri Fitbit, è bello e piacevole
Questo orologio presenta il classico design Fitbit, riuscendo in qualche modo a risultare più gradevole rispetto a quasi tutti i suoi rivali. Nonostante sia un orologio chiaramente "tecnologico", non sembrerete troppo nerd  indossandolo.  

È una comoda opzione di fascia media
Tra gli altri orologi Fitbit, il Versa 4 si rivela un'opzione ragionevole nella fascia media. Ha alcune funzioni che mancano al Fitbit Charge 5, nonostante abbia meno funzioni dedicate alla salute. Inoltre, le due funzioni che perde rispetto al Sense 2 sono le letture ECG e EDA, che potrebbero non essere un grosso problema se si è più interessati al fitness tracking.  

Fitbit Versa 4: Non acquistatelo se...

Volete capacità di tracciamento del fitness top
La precisione del rilevamento della frequenza cardiaca e del GPS non è all'altezza dei migliori prodotti Apple o Garmin, ma sono abbastanza buone da soddisfare la maggior parte dei corridori occasionali. È solo un peccato che non ci sia un supporto musicale che permetta di correre, fare escursioni o camminare senza telefono ascoltando musica senza il telefono. 

Non è un upgrade molto valido
La graduale riduzione delle funzioni di Fitbit rendono questo prodotto più una versione elegante di un semplice orologio per il fitness, senza una chiara identità propria. E le nuove modalità di fitness offerte non aggiungono molto all’esperienza generale. 

Si perdono le principali funzioni health del Sense 2
Senza sensore di temperatura, ECG o sensore di stress EDA, il Versa 4 è molto meno attrezzato per il monitoraggio della salute rispetto al Fitbit Sense 2 o anche al Fitbit Charge 5, che costa molto meno.  

Considerate anche

Image (Si apre in una nuova scheda)

Apple Watch SE

L'Apple Watch SE è l'alternativa Apple più vicina alla fascia di prezzo del Fitbit e, pur soffrendo in termini di batteria, compensa la differenza in termini di funzioni smart. 

Image (Si apre in una nuova scheda)

Garmin Venu 2

Lo smartwatch lifestyle di Garmin è un'ottima proposta per il suo prezzo, con sufficienti funzioni di fitness di Garmin che gli permettono di superare il Versa 4 in questo settore. Inoltre, l'eccellente app Connect di Garmin non richiede un abbonamento aggiuntivo.

Image (Si apre in una nuova scheda)

Fitbit Sense 2

Più costoso del Fitbit Versa 4, questo orologio è stato presentato contemporaneamente al Versa 4 e al sottile Inspire 3. Le funzioni benessere più complete rendono il Sense 2 il migliore tra i due. 

Con il supporto di