Recensione Canon EOS R6 II

Una full-frame perfetta per lo sport, e non solo

Canon EOS R6 II
(Image: © Future)

Verdetto

Canon EOS R6 II migliora in diversi ambiti rispetto alla R6 originale, già popolarissima tra i fan del marchio. La raffica è eccellente, l'autofocus è mostruoso, le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione sono straordinarie e l'aumento della risoluzione da 20MP a 24MP è la ciliegina sulla torta. Tuttavia, il sistema IBIS a 8 stop non eccelle e la R6 II sembra piuttosto costosa per una fotocamera ibrida full frame da 24 MP.

Pro

  • +

    Autofocus ai vertici della categoria

  • +

    Gestione degli ISO eccellente

  • +

    Touchscreen orientabile su 4 assi

Contro

  • -

    L'IBIS a 8 stop non basta per tutte le situazioni

  • -

    Costa troppo rispetto alle rivali

Perché puoi fidarti di TechRadar I nostri esperti revisori trascorrono ore a testare e confrontare prodotti e servizi in modo che tu possa scegliere il meglio per te. Scopri di più su come testiamo.

Recensione in breve

Se siete dei fotografi appassionanti di sport e state considerando il passaggio al sistema mirrorless EOS R, probabilmente avrete già sentito parlare di Canon EOS R6 II, un'alternativa più economica e votata all'azione rispetto all'ottima EOS R5

Molti hanno scelto la EOS R6 originale per il suo prezzo, la capacità di scattare ottime foto in condizioni di scarsa illuminazione, la raffica velocissima e le funzioni video avanzate, mentre altri hanno deciso di aspettare il primo aggiornamento a causa del limite costituito dai 20MP del sensore della Mark I. 

La nuova R6 II fa contenti tutti coloro che speravano in un sensore più denso e rimuove l'unica barriera rimasta, passando da 20MP a 24MP.

L'aumento di risoluzione della Mark II potrebbe non fare molta differenza nella resa dei dettagli, ma è un importante bonus psicologico che pone la Canon al pari di rivali come Panasonic Lumix S5 (e ora la S5 II), Nikon Z6 II e Sony A7 III (anche se la A7 IV ha qualche MP in più).

Canon EOS R6 II

(Image credit: Future)

La R6 Mark II raddoppia la raffica con otturatore elettronico che ora raggiunge i 40 fps, ma rimane ferma a 12 fps con l'otturatore meccanico, mentre il sistema di messa a fuoco che fa uso di algoritmi AI per il tracciamento è stato ampliato e ora riconosce un maggior numero di soggetti.

Canon EOS R6 II specifiche

Sensore: 24.2MP full frame CMOS
Punti AF: 4,897 punti Dual PIxel CMOS AF II, copertura 100%
Video: 4K UHD fino a 60p, FHD fino a 180p
Mirino: OLED 3.69 milioni di punti
LCD: 3 pollici con angolazione variabile, touchscreen con 1.62m punti
Scheda memoria 2x SD/SDHC/SDXC UHS-II
Raffica: 12fps con otturatore meccanico (1,000+ JPEG, 110 RAW/1,000 CRAW), 40fps con otturatore elettronico (190 JPEG, 75 RAW/140CRAW)
Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, Mic, Cuffie, HDMI Type D, USB 3.2
Dimensioni: 138.4 × 98.4 × 88.4mm
Peso: 670g (inclusa batteria e SD card)

Per quanto riguarda i video, il limite di 30 minuti di registrazione sale a oltre 40 minuti in modalità 4K 60p e fino a 6 ore in 4K 30p. La R6 II supporta la gamma Canon C Log 3 e può acquisire file ProRes RAW 6K su HDMI.

Tutto molto bello, ma si tratta di miglioramenti incrementali piuttosto che rivoluzionari ed è difficile giustificare il prezzo richiesto da Canon per l'aggiornamento se si ha già una R6.

La EOS R6 II è piacevole da usare e produce foto e video molto di ottima qualità, ma il sistema IBIS a 8 stop non è sempre all'altezza della situazione e spesso si rivela inadatto per le riprese video a mano libera. Del resto la EOS R6 II è una delle fotocamere migliori della sua categoria, è ottima per lo sport e l'avifauna e ha un sistema AF davvero formidabile. 

Peccato per il prezzo un po' sopra le righe e per una costruzione che, seppur eccellente, non restituisce il feeling premium di alcuni modelli della concorrenza che costano anche meno.

Canon EOS R6 II: data di uscita e prezzo

  • Stesso prezzo della EOS R6 al momento del lancio (2.989,99€ solo corpo)
  • Costa molto se paragonata a Sony A7 IV, Nikon Z6 II e Lumix S5 II

Di norma, al momento del lancio, le fotocamere Canon hanno prezzi più prezzi elevati rispetto alla concorrenza e impiegano un po' di tempo, a volte molto tempo, per scendere a cifre accessibili. Il prezzo di lancio della Canon EOS R6 II è di 2.989,99€ per il solo corpo macchina e di 3.349,99€ per il kit composto da R6 Mark II e obiettivo Canon RF 24-105mm F4-7.1 IS STM.

Non sorprende quindi che la EOS R6 II risulti piuttosto costosa rispetto alle sue rivali. Queste includono la Nikon Z6 II, la Sony A7 II e la nuovissima Panasonic Lumix S5 II, tutte più economiche di circa 500 euro. In effetti, anche la Sony A7 IV, nonostante il sensore da 30MP, costa meno della Canon. Se state pensando di acquistare il pacchetto R6 II + 24-105 mm f/4, considerate che con la stessa cifra si può comprare una EOS R5.

Canon EOS R6 II

(Image credit: Future)

La EOS R6 II offre abbastanza da valere il sovrapprezzo rispetto alle sue dirette rivali? 

A nostro avviso, visto il numero esiguo di lenti con attacco RF e il prezzo della gamma mirrorless Canon, bisogna essere clienti affezionati per decidere di pagare una cifra così alta. 

Se avete già un corredo RF, la R6 II potrebbe essere un aggiornamento logico, ma se venite da un corredo Sony, Panasonic o Nikon, è difficile trovare dei buoni motivi per investire su una R6 II al prezzo attuale.

  • Prezzo: 3.5/5

Canon EOS R6 II: design

  • Linee morbide e scocca liscia
  • Mirino EVF e schermo eccellenti
  • Controlli un po' risicati

Canon, di norma, produce fotocamere molto maneggevoli. Mentre altri produttori sembrano privilegiare i design rettilinei e spigolosi, la EOS R6 II ha comodi contorni curvi e superfici morbide facili da impugnare. 

Il mignolo rimane un po' esposto nella parte inferiore dell'impugnatura e il corpo risulta leggermente sbilanciato con gli obiettivi pesanti (l'abbiamo testata con l'RF 24-105 mm f/4), ma è comunque più comoda di molte delle sue rivali mirrorless.

La disposizione dei comandi a tre quadranti richiede un po' di pratica, poiché le funzioni dipendono dalla modalità in uso quindi variano in base ad esse. Del resto è una fotocamera professionale, quindi è richiesta una certa dimestichezza con lo strumento.

Avremmo preferito avere i pulsanti ISO e WB dedicati e il comando che consente di passare da foto a video, posto all'estrema sinistra della piastra superiore, non consente di attivare l'opzione scatto continuo. Strano, dato che la R6 II eccelle proprio nella raffica.

A essere pignoli, ci sarebbe piaciuto anche un testo rapido per disabilitare il sistema di riconoscimento del soggetto quando si desidera scegliere il punto di messa a fuoco, anche se è possibile farlo con le impostazioni C1, C2 e C3 presenti sulla ghiera principale.

L'impressione è che Canon si sia allontanata dall'idea di una fotocamera con tasti e ghiere visibili, per passare a una layout personalizzabile e programmabile a proprio piacimento, il che non è necessariamente un male.

L'EVF offre una nitidezza, una definizione e un contrasto superbi, anche se a volte risulta un po' scattoso quando si muove la fotocamera; lo schermo posteriore è altrettanto eccellente e se paragonato a quello delle concorrenti dirette A7 IV e Z6 II offre un angolo di visuale migliore.

Se vi piacciono le fotocamere con leve di comando intorno al pulsante di scatto, proprio dove si trova l'indice, non sarà facile abituarvi alla ghiera "Off-Lock-On" della R6 II, posta sulla piastra superiore all'altezza della ghiera principale. Noi ci abbiamo messo un po', soprattutto nelle situazioni più concitate e onestamente non capiamo il senso di questo posizionamento.

Manca un display di stato sulla piastra superiore, ma il menu, sebbene molto esteso, è chiaro e facile da navigare. Il pulsante di registrazione video sulla piastra superiore sembra posizionato in modo ambiguo, ma in realtà è abbastanza facile da trovare con il dito indice.

  • Design 4/5

Canon EOS R6 II: funzioni e prestazioni

  • Autofocus AI e tracking al top
  • Funzionamento generale è fluido, reattivo e soddisfacente
  • Non abbiamo raggiunto gli 8 stop di IBIS dichiarati da Canon

L'ultimo sistema di messa a fuoco automatica AI di Canon è davvero impressionante, anche se si decide di impostare il riconoscimento del soggetto su automatico lasciandolo fare. Nella gran parte dei casi riesce a capire qual è il soggetto e lo mette a fuoco senza che dobbiate fare nulla. È particolarmente efficace con gli animali e gli esseri umani, ma è anche molto bravo a identificare le automobili.

Selezionando l'AF a zona o l'AF a punto singolo, la fotocamera continuerà a mostrare ciò che è stato riconosciuto nell'EVF o sullo schermo posteriore, ma rispetterà la scelta dell'AF a zona/punto, evitando così incertezze sul soggetto da mettere a fuoco.

Canon EOS R6 II

(Image credit: Future)

L'AF e l'Eye AF sono molto buoni e possono tornare utili ai vlogger abituati alle riprese in soggettiva. Nei nostri test ci ha seguiti con attenzione mentre parlavamo guardando in camera e camminando, con qualche incertezza in caso di movimenti veloci e irregolari. In pratica, se non si cerca deliberatamente di farla inciampare, non sbaglia un colpo.

Abbiamo provato il tracking AF su degli scoiattoli con risultati ottimi, anche se in alcuni scatti ha perso la messa a fuoco sugli occhi. Riprendendo il soggetto lateralmente il sistema AF è riuscito a non sbagliare un colpo mettendo sempre a fuoco perfettamente.

L'IBIS (sistema di stabilizzazione interno) da 8 stop è meno convincente. Tale valore è stato rilevato dal produttore in coppia con l'obiettivo RF 24-105 mm a 105 mm, la stessa lente da noi utilizzata nei test alla stessa focale. Abbiamo ottenuto una percentuale di successo accettabile a circa 4 stop di compensazione, ma oltre quella soglia la qualità è scesa parecchio.

Non l'abbiamo trovato ideale nemmeno per i video Per le riprese statiche è eccellente, ma per qualsiasi tipo di movimento della fotocamera esegue troppi "salti" per poter effettuare riprese di qualità, a meno che a maneggiarla non ci sia qualcuno con anni di esperienza alla spalle e una mano fermissima. 

Abbiamo provato a testare lo stabilizzatore con il supertele RF 800 mm f/11 ottenendo gli stessi risultati: se non si riesce a tenere saldamente ferma la mano controllando la respirazione, lo stabilizzatore offre risultati discontinui non garantendo risultati ottimali oltre i 4 stop.

  • Specifiche e prestazioni: 4/5

Canon EOS R6 II on a tripod outside with no lens and sensor protector active

(Image credit: Future)

Canon EOS R6 II: qualità delle immagini e dei video

  • Resa cromatica molto interessante sia per le foto che per i video
  • Eccellente qualità delle immagini ad alta risoluzione
  • Risoluzione di 24MP sufficiente per la maggior parte delle persone, ma non per tutti

I JPEG prodotti dalla R6 II sono davvero interessanti. Il WB automatico sembra comprendere perfettamente l'illuminazione e i colori della scena, e la misurazione valutativa dell'esposizione risulta spesso perfetta. Abbiamo scattato sia in JPEG che in raw, ma il sistema di esposizione e il rendering JPEG si sono dimostrati così efficaci che i file raw si sono rivelati in gran parte superflui

La risoluzione non è né migliore né peggiore di quanto ci saremmo aspettati da una fotocamera full frame da 24 MP con filtro anti-aliasing. Nel complesso il livello di dettaglio di EOS R6 II è buono e i 4 megapixel in più rispetto alla MK I si fanno notare.

Certo, non potrete spingervi troppo con i crop, ma del resto anche gran parte dei modelli della concorrenza ha 24MP.

Le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione a ISO elevati sono estremamente buone. Abbiamo allestito una scena di prova con lo stesso soggetto scattando con ISO crescenti su un treppiede e usando l'autoscatto per eliminare ogni possibile vibrazione. I risultati sono davvero buoni fino a ISO 6400, dopodichè abbiamo iniziato a notare una perdita di dettaglio e un appianamento dell'immagine. 

Tuttavia, fino a ISO 12.800 la perdita di dettaglio è ancora accettabile. Oltre questo valore diventa significativa.

Il test è stato svolto analizzando dei file JPEG. Il pericolo di confrontare i file raw sta nel fatto che i convertitori di file raw gestiscono il rumore in modo diverso tra loro, quindi i risultati non sarebbero stati attendibili.

Anche la qualità video è impressionante. Abbiamo girato video 4K 30p e 4K 60p in camera in modalità standard per vedere cosa è in grado di fare la R6 II appena uscita dalla scatola. Le immagini sono nitide e dettagliate, la resa dei colori è ricca e naturale e l'esposizione, come per le fotografie, offre una gamma dinamica sufficiente per la maggior parte delle esigenze e delle condizioni di illuminazione. Anche l'AF ha tenuto bene il passo, con passaggi fluidi tra soggetti e ambienti diversi.

L'IBIS, anche in questo caso, non ci ha convinto a pieno non riuscendo non gestendo particolarmente bene le lunghezze focali o i movimenti fluidi della fotocamera.

Detto questo lo stabilizzatore della R6 II rimane validissimo e potrebbe letteralmente salvarci se state scattando a mano libera e non avete il treppiede o il gimbal ma, realisticamente, se voleter ottenere davvero il meglio da questa o da qualsiasi altra fotocamera dovrete procurarvi un buon supporto.

  • Qualità delle immagini e dei video 5/5

Dovreste acquistare la Canon EOS R6 II?

Compratela se...

Canon EOS R6 II

(Image credit: Future)

Siete già passati al sistema Canon RF
La EOS R6 II sarebbe un'ottima seconda fotocamera da affiancare a una EOS R5 o R3, o un valido aggiornamento per chi proviene da una EOS RP o EOS R. È più difficile consigliare la R6 II a chi ha già una EOS R6, poiché le differenze tra il primo e il secondo modello sono impercettibili nella gran parte dei casi. Se però ci tenete tanto a 4MP in più, la R6 II è li che vi attende.

Non avete problemi di budget
La EOS R6 II è un'ottima fotocamera da maneggiare e da usare, ed è in grado di realizzare splendide foto e video. L'autofocus è eccellente e, anche se non siamo riusciti ad eguagliare l'IBIS a 8 stop dichiarato da Canon, si tratta comunque di uno dei migliori sistemi di stabilizzazione attualmente in commercio. Costa molto, è vero, ma se per voi spendere 3 mila euro non è un problema state certi che non vi pentirete dell'acquisto.

Fate sia foto che video
La EOS R6 II è ottima sia per le foto che per i video. Non solo, permette di passare rapidamente da una modalità all'altra tramite la leva sulla piastra superiore, rendendo la transizione davvero semplice. L'autofocus AI è ugualmente efficace in entrambe le modalità e anche la resa dei colori e delle tonalità è altrettanto interessante.

Non compratela se...

Cercate il massimo dal rapporto qualità prezzo
La EOS R6 II costa circa 500€ in più rispetto alle sue rivali e, per quanto sia una fotocamera eccellente, si tratta di una bella somma di denaro. È piacevole da tenere in mano e molto semplice da usare, ma le rivali riescono a offrire specifiche simili e in alcuni casi migliori a un costo decisamente inferiore.

Provenite da un altro sistema
L'R6 II potrebbe avere alcuni vantaggi tecnici rispetto alla vostra fotocamera attuale, ma le cose potrebbero cambiare l'anno prossimo, o il mese prossimo, quando il vostro produttore di riferimento lancerà un nuovo modello. Un esempio? Basti pensare alla Lumix S5 II e all'enorme salto in avanti fatto rispetto alla MK I in termini di AF.

Siete più appassionati di foto che di video
Se vi occupate principalmente di fotografia, potreste spendere un po' meno per la stessa risoluzione o un po' di più (non molto di più) per una risoluzione molto più alta. Se si effettuano riprese video solo occasionalmente, non si ha bisogno di una fotocamera progettata, ottimizzata a tale scopo.

Considerate anche

Se la nostra recensione di Canon EOS R6 II vi ha fatto pensare a delle alternative, ecco tre rivali da prendere in considerazione:

Image

Nikon Z6 II
Anche i fan più accaniti di Nikon ammetteranno che la Z6 II non è in grado di competere con la R6 II in termini di AF, ma è più economica da acquistare, è supportata da un sistema di obiettivi Nikkor di eccellente qualità e ha un'ergonomia eccellente. Nel complesso si tratta di un'alternativa validissima con un costo decisamente più contenuto.

Image

Sony A7 IV
La A7 IV scatta foto da 30MP ma non dispone di una modalità video 4K 60P, può contare sull'ottimo AF di Sony e su una vasta gamma di obiettivi e adattatori di terze parti. Anche in questo caso, un'ottima alternativa alla R6 II sia per le foto che per i video.

Image

Panasonic Lumix S5 II
La nuova S5 II ha un AF a rilevamento di fase e nuovi algoritmi di stabilizzazione che potrebbero improvvisamente farla balzare in cima alla lista delle migliori ibride mirrorless full frame. Al momento del lancio è anche molto più economica della EOS R6 II.

Canon EOS R6 II: tabella punteggi

Swipe to scroll horizontally
Canon EOS R6 II
AttributesNotesRating
PrezzoCosta più delle rivali3.5/5
DesignBella da usare, materiali un po' plasticosi4/5
Prestazioni e specificheOttimo AF, ottima raffica4/5
Qualità delle immagini e dei videoOttima resa delle immagini e dei video, ma IBIS mediocre5/5

Recensita a gennaio 2023

Marco Silvestri
Senior Editor

Marco Silvestri è un Senior Editor di Techradar Italia dal 2020. Appassionato di fotografia e gaming, ha assemblato il suo primo PC all'età di 12 anni e, da allora, ha sempre seguito con passione l'evoluzione del settore tecnologico. Quando non è impegnato a scrivere guide all'acquisto e notizie per Techradar passa il suo tempo sulla tavola da skate, dietro la lente della sua fotocamera o a scarpinare tra le vette del Gran Sasso.

Con il supporto di
Ultime