Skip to main content

Xiaomi mostra una fotocamera sotto allo schermo, sfida a Oppo

Image credit: TechRadar

I produttori di smartphone sono sempre alla ricerca di novità che possano conquistare il pubblico, e uno degli aspetti che più di tutti hanno interessato le ricerche degli ultimi anni è la fotocamera frontale. In particolare, si cerca di inserirla lasciando libero più spazio possibile a schermo - e possibilmente senza avere parti in movimento. 

Xiaomi ha in un certo senso risposto al video pubblicato da Oppo, mostrando a sua volta uno smartphone con la fotocamera frontale integrata sotto lo schermo. Con una differenza importante: quello di Xiaomi, sembra, è uno smartphone completo; dove Oppo ha mostrato un prototipo incentrato solo sul nuovo dettaglio tecnico. 

Nel video di Xiaomi vediamo una persona scorrere l'interfaccia di quello che sembra uno Xiaomi Mi 9 con una mano, e un dispositivo simile nell'altra. Poi la persona ripone il Mi 9 e avvia la fotocamera sull'altro dispositivo. Preme il pulsante per passare alla fotocamera frontale e vediamo l'immagine ma ... che sorpresa!

Il video di Oppo è simile, ma non va vedere la parte "normale" del telefono, limitandosi alla fotocamera frontale. Nessuno dei due modelli sembra pronto per il mercato, ma sembra che Xiaomi sia a un punto un po' più avanzato. 

See more

La fotocamera può quindi "vedere attraverso lo schermo", in un'area particolarmente sottile. Il sensore e l'ottica non sono visibili, ma possono vedere noi. Con questa soluzione tecnologica uno smartphone avrà uno schermo "totale", senza notch, e nemmeno una parte meccanica per ospitare la fotocamera frontale. 

Resta da vedere se i consumatori daranno importanza, e quanta, a questo dettagli. Resta il fatto che Xiaomi, Oppo e altre aziende stanno puntando sulla fotocamera frontale "invisibile", e di certo il futuro ci riserva qualche sorpresa. 

Tom Bedford
Tom Bedford

Tom's role in the TechRadar team is to specialize in phones and tablets, but he also takes on other tech like electric scooters, smartwatches, fitness, mobile gaming and more. He is based in London, UK.


He graduated in American Literature and Creative Writing from the University of East Anglia. Prior to working in TechRadar freelanced in tech, gaming and entertainment, and also spent many years working as a mixologist. Outside of TechRadar he works in film as a screenwriter, director and producer.