Skip to main content

Windows 11, meglio aspettare (dice un esperto)

A glitchy version of the Windows 11 image
(Image credit: Future)

Qualcuno ha installato subito il nuovo sistema operativo di Microsoft, e purtroppo alcuni si stanno già chiedendo come risolvere i problemi di Windows 11. Beh, la soluzione migliore è aspettare e restare ancora un po' con Windows 10, come confermano anche gli analisti di Gartner.

Come racconta The Register,  il Vice Presidente di Gartner Stephen Kleynhans descrive Windows 11 come una "grossa plastica facciale", che non offre abbastanza novità e miglioramenti. Un'opinione che, con qualche differenza, coincide con la nostra recensione di Windows 11

Kleynhans arriva ad affermare che chiamarlo Windows 11 è stata più una cosa pe "creare un'opportunità di marketing" . Non si tratterebbe di un "nuovo" sistema operativo, ed è difficile essere in disaccordo con tale affermazione. 

Kleynhans suggerisce poi alle aziende di fare piccoli test nel corso del 2022, in modo tale da permettere almeno ad alcuni dipendenti di fare l'abitudine alla nuova interfaccia ma anche, soprattutto, per scovare possibili problemi senza per questo compromettere la produttività dell'intera azienda. 

Di problemi grossi è difficile che ce ne siano, comunque, proprio perché Windows 11 è praticamente Windows 10 con un aspetto diverso. Ma una nuova interfaccia potrebbe mettere in difficoltà qualcuno, quindi meglio essere cauti. 

In ogni caso Kleynhans ci ricorda che i rischi legati a un'adozione immediata di Windows 11 sono "piccoli e probabilmente gestibili", ma allo stesso tempo che "la maggior parte delle aziende non ha ragioni particolarmente pressanti per effetturare subito la transizione". 

Windows 10 comunque sarà supportato fino al 2025, quindi di fretta proprio non ce n'è. 

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di TechRadar Italia.